Manfredonia

L.Troiano: “sia la Festa di tutti; Cantante? Per L.Carboni pagammo 27mila euro”

Di:

L'imprenditore Lino Troiano, già presidente del Comitato Festa patronale di Manfredonia, in onore di Maria SS di Siponto, edizione 2010-2011 (statoquotidiano@)

Manfredonia – “LA Festa patronale è di tutti rappresentando storia e tradizione della Comunità locale. Inutile nasconderlo: non esiste festa patronale – in Provincia di Foggia – capace di suscitare coinvolgimento come a Manfredonia. I paragoni con Lecce e/o Trani trovano il tempo che trovano e restano superflui, in considerazione dei ricchi cartelloni estivi della città leccese e barese”. Parole di Lino Troiano, imprenditore di Manfredonia – “da una vita al lavoro, non avendo conseguito titoli lungimiranti ” – presidente della Festa patronale in onore di Maria SS di Siponto nel 2010 e 2011. Al tempo si parlava ancora di Comitati per l’organizzazione, “oggi invece sostituiti dall’Agenzia del Turismo e correlate associazioni – dice Troiano – costituite per l’occasione, nonostante di base non sarebbero dovute esistere”.

“L’AGENZIA DEL TURISMO DEVE RESTARE FUORI DALLE MANIFESTAZIONI GIA’ ESISTENTI”. “Un errore – aggiunge l’imprenditore di Manfredonia, da anni impegnato in servizi di catering, bar e ristorazione e correlato anche alla società Manfredonia calcio – dato che l’Agenzia del Turismo avrebbe dovuto rimanere fuori dalle manifestazioni esistenti, e penso anche al Carnevale, al Premio Re Manfredi e ad altre, per sostenere, proporre, rilanciare, valorizzazione iniziative ex novo”. Troiano sottolinea a riguardo come, prima della ‘sofferta’ costituzione dell’Agenzia del Turismo, gli fu proposto di acquistare alcune quote: “al tempo rifiutai – aggiunge – oggi forse non lo farei.”

“AGENZIA DEL TURISMO: ECCESSIVA LA QUOTA DI MAGGIORANZA IN FAVORE DEL COMUNE; ENTE PUBBLICO NECESSARIO MA SIA DIA MAGGIORE SPAZIO AI PRIVATI”. I motivi della mancata adesione? Presto detto: “troppa teoria, troppo articolata, pochi fatti, se escludiamo i gadget, i tappetini, le locandine; come non va dimenticata una discutibile campagna promozionale: perché inondare la città di 6×3 e manifesti se il progetto di attirare i turisti dovrebbe partire innanzitutto nei territori limitrofi? Penso ai Monti Dauni, alla Bat, al Barese, a Foggia, al Tavoliere. Bene i cartelloni di accoglienza, e lo slogan ‘La porta è sempre aperta, benissimo, ma prima di accogliere i turisti bisogna attirarli-catturarli andandoli a ‘prendere’ – lasciatemi passare il termine – direttamente nelle loro abitazioni. Mi aspettavano e mi aspetto molto di più nonostante ritengo che l’errore sia di fondo e meno di quanti inseriti nell’Agenzia: sbagliata la Maggioranza del 51% in favore del Comune; meglio più privato e meno pubblico, nonostante sia innegabile la necessità del sostegno dell’Ente. Una costituzione principalmente di privati avrebbe consentito di osare, rischiare, investire di più; pensate al modus operandi dei piccoli e medi imprenditori e cercate di correlarli alle costituzioni pubbliche-private. Solitamente nel primo caso i fallimenti e le delusioni sono superate da innovazioni, proposte e voglia di fare”. “Anni fa tentai di formare un gruppo di imprenditori locali per il rilancio del turismo di Manfredonia ma l’operazione non andò in porto proprio per la mancanza di fondi; ripeto: bene il sostegno del pubblico ma che non costituisca la base fondante dell’Agenzia”.

FESTA PATRONALE ANNI 2010 E 2011: I RICORDI: “GRIGNANI AVREBBE AVUTO IL COSTO DI LUCA CARBONI”. Ma il sentimento, i ricordi, l’impegno profuso per la Festa Patronale tornano improvvisamente nei ricordi di Troiano: “ricordo che tanto nel 2010 quanto nel 2011 il Comitato non ricevette contributi dal Comune di Manfredonia. Per la precisione: nel 2010 il Comitato riuscì a raccogliere 160mila euro per l’organizzazione della festa. Le somme oscillano dai 1000 ai 5/7 mila degli imprenditori fino alle 50 ma anche 2 euro dei cittadini. Nel 2010 abbiamo speso 185mila euro per la festa, con 25mila euro coperti in seguito dall’Amministrazione (dunque nessun contributo ricevuto ma copertura del ‘debito’,ndr); nel 2011 ancora nessun contributo dell’Ente comunale, 120mila euro la raccolta dei fondi, diminuita per la crisi incombente – e qui spezzo una sincera lancia a favore degli attuali organizzatori – con altri 25mila euro di copertura del debito emerso per le spese a cura sempre dell’Amministrazione (dunque 25+25mila uguale 50mila euro di fondi in 2 anni da parte del Comune, come dichiarato dall’imprenditore Lino Troiano, al tempo presidente della festa,ndr).

Dunque per le spese: festa edizione 2010 costata 185mila euro, festa del 2011 145mila euro. Come motivare queste somme? “Ricordo che riuscimmo a portare Luca Carboni in piazza Duomo, ci fu un pienone con gente di tutte le età entusiasta. Costo del cantautore? 27mila euro. Poi nel 2011 abbiamo invitato Paolo Belli: costo 22mila euro. Ma le spese comunicate vanno correlate ai numerosi eventi organizzati nelle due edizioni. Penso agli appuntamenti con i comici di Zelig e per il ballo; inoltre bisogna ricordare le somme investite per gli appuntamenti organizzati a Monte Sant’Angelo e/o a Borgo Mezzanone”.

Gianluca Grignani? Sarebbe costato 27mila euro, qualcosa in più, qualcosa in meno. Se ne parlò anche nel 2011, poi puntammo su Carboni e Belli. Annalisa Scarrone? 12 forse 15mila euro il prezzo da sostenere; sono naturalmente mie opinioni”.

FESTA 2013: “COMPRENDO LE DIFFICOLTA’ NELLA RACCOLTA DEI FONDI; C’E’ CRISI EFFETTIVA ED EMOTIVA”. Il giudizio sulla festa del 2013: “il programma non mi convince, scarno, poco coinvolgente; fondamentale in ogni modo il rispetto di tutti gli appuntamenti liturgici, in onore della Madonna e per il convolgimento dei fedeli. I concerti in piazza? Posso solo dire che la festa patronale a Manfredonia è innanzitutto la festa del cittadino medio: i giovani possono sempre uscire, diversamente ci sono cittadini che ancora escono, comprano il vestito nuovo e tornano a Manfredonia solo per la festa patronale. Meglio dunque un cantante capace di attirare le attenzioni di tutte le generazioni. Un cantante della tradizione ma al passo con i tempi”.

In ogni caso: “si confida nella realizzazione di un festa bellissima; una festa che pagherà la situazione di crisi – in taluni casi effettiva, in altri solo configurazione di uno stato di tensione eccessiva – del territorio, del Paese. Comprendo le difficoltà dell’Associazione costituita per l’organizzazione: raggiungere le somme raccolte in passato sarà difficile, diciamo impossibile”.

FUTURO TURISMO: “A MANFREDONIA MANCA LA CULTURA DEL CIBO”. Per il futuro del turismo a Manfredonia: “puntare sui posti letto, realizzare un hotel nella città; aumentare le autorizzazioni per aperturà di attività sul lungomare; fino a qualche anno fa chi camminava non aveva neanche la possibilità di bere: poi: bene i chioschi ma puntare innanzitutto sui locali fissi; la ristorazione? Spazio a gente esperta, anche pagandola profumatamente. Manca la cultura enogastronomica in salsa strettamente sipontina; si va nei locali e si scopre che i cuochi sono principalmente del Salento, di Foggia, dei Monti Dauni e non di Manfredonia. Dunque puntare anche ad una scuola, alla formazione di un vivaio nel settore enogastronomico”. Tu chiamala se vuoi “cultura per il cibo” o anche “amore per le cose buone“.

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
39

Commenti


  • Legnasanta

    Per fortuna o per bravura, Lino Troiano ha lasciato un bel ricordo (insieme a tutti i suoi collaboratori) della festa religiosa e di quella civile. Chi ha dato buoni risultati dovrebbe essere sempre contattato per collaborazioni o semplicemente per un consiglio. Personalmente lo vedo ottimo per incarichi pubblici importanti.


  • La spada nel cuore

    Secondo me ha fatto due feste bellissime, è in gamba e serio fa bene a dire le cifre così dovrebbe essere x tutti, può dare una mano a l’agenzia. Bravo lino continua così . A proposito del calcio non lasciare sei troppo importante


  • peppe74

    Non dimenticando che il sig.Troiano, più volte ha risollevato le sorti del calcio sipontino. Magari ci fossero più Lino Troiano a Manfredonia… ..


  • La spada nel cuore

    Spero che si candida x le comunali del 2015


  • Mufulus

    Non è malvagia l’idea di una eventuale candidatura, però oggi in quale partito potrebbe entrare?


  • donia

    può prendere solo il suo voto e il tuo “la spade nel cuore”


  • Schizzato

    Bene perché la porta non l’aprite sul vicolo della curva Nord dello stadio Miramare così vedrete la merda e il piscio che vi è in terra.
    Questa è Manfredonia turismo, merda e sporco d’appertutto e i tifosi avversari quando vengono a Manfredonia e vedono quel bel 6×3 pensano “che bella città ” poi vanno allo stadio e gli viene da vomitare.
    Caro Sig. Sindaco faccia aprire le porte che separano lo Stadio (via S giovanni Bosco/viale Miramare)perché li è diventato un porcile e poi dopo che avrete ripulito tutto forse si può parlare di cantanti soldi e turismo.
    Ah dimenticavo non ve ne venite con la solita menata che manca la civiltà è vero ma mancano pure gli spazzini che puliscono solo dove gli affrono i caffè o da bere.
    Se volete conferme foto e video mi risponda Sig. Sindaco, la contatterò io e le mostrerò delle cose belle


  • marcus

    il cuoco manfredoniano dopo la scuola a vieste e 19 anni di esperienza preferisce lavorare all’estero, sai perchè??lo stipendio è come il gioco delle 3 carte,è PIU SICURO CHE NON LO RICEVI, GRAZIE RISTORATORI LOCALI………….


  • mazza e panella

    W troiano! candidati al comune e dai uno scchiaffa a quei personaggi che amministrano!sei una persona per bene!


  • paolo

    Intanto c’è crisi c’è crisi e il comune da parte o sempre soldi come scrivono i giornali e dove vanno a finire tutto il soldi tra comune e sponsor ma. . . .ricordatevi che la festa non è il cantante e le giostre. .


  • Marianninaucalannarje

    Mi spiace Sig.Troiano,ma le Feste Patronali,così come si svolgono,non hanno nulla di tradizionale,tanto meno quelle da Lei organizzate.Il motivo:di tradizionale,purtroppo,a differenza di altre,non ha più nulla,se non quella passeggiata,tra un saluto,una sigaretta,un parlottare …che ,nulla ,dovrebbe avere a che fare con una processione.In provincia?lo chieda anche a chi l’ha preceduto,alla guida del Comitato.Un esempio?La festa del Soccorso a San severo,assurta a livelli nazionale ed internazionale.Si faccia una passeggiata,l’anno prossimo,e vedrà,cosa è un festa patronale,. Tradizione( Religiosità popolare)non sdradicata,dal “per noi , compianto Arcivescovo Vailati;Turismo(e non siamo in Agosto,ma a maggio!);Fuochi(che non si fanno sparare difronte alla propria attività commerciale;Giostre e cantanti.Quest’anno poi,da quanto sbandierato dal Presidente De Meo,via blo e manifesti,ci si aspettava,sembrava,un ritorno alla Tradizione.Ma quale ritorno,Sig. De Meo?Per chi collezione gli opuscoli della festa,il programma è sempre lo stesso:un copi incolla!Unica diferenza:alcuni nomi del Comitato;dislocazione diversa delle giostre(per chi ci và!);fuochi e via discorrendo.Cambiano i messaggi dell’Arcivescovo e del Sindaco;qualche articolo e i colori della rivista.Il resto?Immutato e mi dimostri il contrario!In quale partito poi,potrebbe candidarsi,mi sembra molto ovvio!Le scelte dei Presidenti,a rotazione,(sarebbero,ndr) scelti dagli amministratori Comunali,tra — amici-sostenitori e non per la loro passione!I fatti lo dimostrano.Saluto e in ogni caso,buona festa a tutti


  • Schizzato

    Ma De Meo (MODERAZIONE,DENIGRATORIO,NDR)
    Lui di turismo (non ha competenze,ndr) (POI E’ SOLO DIFFAMAZIONE NON DIRITTO DI CRITICA, TAGLIATO,ndr)


  • giovangiuseppe

    Il difetto di molti manfredoniani è quello di ritenersi sempre i migliori!Un minimo di umiltà,non farebbe male a nessuno.Bisogna guardare gli altri e ,nel limite del possibile,imitarli e modificare.Relativamente alle “Feste Patronali”di altre città della provincia,anch’io invito il Sig.Lino Troiano alla prossima festa di san Severo.Un’eccezzione?Assolutamente no!Sono tantissime le Feste Patronali che hanno programmi,aggiornati,ma sempre ed esclusivamente sempre,nel solco delle loro centenarie tradizioni.A Manfredonia ,abbiamo avuto la capacità di distruggere tutto,a livello di tradizioni e senza evolverci in meglio.Si veda i vari filmati ,postati sia da Stato Quotidiano che da Youtube,per rendersi conto della “grande partecipazione,spirituale”dei fedeli.Ognuno,ognuno,pensa ai propri fatti !Per il resto,come affermato da qualche altro intervento,non vedo nulla di nuovo,almeno in questi ultimi e passa quaranta anni!Si faccia raccontare dai suoi o da qualche anziano,nonda quelli che scrivono libri senza alcun ricordo,di cosa era e come si svolgeva la “Festa Patronale”.Uniche novità,forse per compiacere qualche tipografo,:Manifesti sfavillanti;libretti e libricino con articoli e programmi della festa…poi,il resto?La solita minestra!


  • michele

    Egr Sig Troiano,lei ha fatto una confusione madornale,ha detto tutto e niente di nuovo tra l’altro l’ha detto in modo confuso e scoordinato,ha dato anche dei consigli su cosa fare e non fare,ma prima di parlare,mi verrebbe da dire ha collegato la stampante al p.c.?,penso che prima di parlare lei “deve” assolutamente guardare i dati statistici di questo paese,sia sulle presenze e sia sull’occupazione e poi dopo che li ha “capiti”cercare di dire la sua che comunque non e’ lei il custode della saggezza e dell’imprenditoria,in quanto i fatti ed il curriculum della sua carriera imprenditoriale non li dimostra.Per concludere direbbe il noto ed indimenticabile TOTO…..ma mi faccia il piacere!!!!


  • Redazione

    Ok moderazione, Red.Stato


  • La spada nel cuore

    X donia non lo votare non a bisogno , tu vota i renziani . Sono stato a San severo solo i fuochi sono superiori a tutti


  • mazza e panella

    x michele che brutta cosa invidia e gelosia ti mangia fino a dire scemenze


  • Schizzato

    Allora redazione lo dico in parole più lecite.
    Il sig. De Meo non è in grado di poter gestire una cosa che è più grande di lui (diritto di critica,ndr) anche perché non (sarebbe,ndr) stato mai imprenditore (dato non confermabile, non correlabile, in parte denigratorio, ndr) non può e — quali sono le problematiche che un imprenditore e una pseudonima città turistica va incontro ogni giorno (d.critica, ma oggettivamente personale come diatriba; ndr)

    Fare l’imprenditore a Manfredonia non è come (NO, OFFENSIVO,NDR)

    Provi un attimo (maggiori investimenti imprenditoria privata rispetto ad utilizzo somme pubbliche,ndr)
    — e poi ne riparleremo.

    (OK, L’INVITO è sempre quello di una moderazione dei vocaboli nei vostri interventi, nel rispetto di tutte le parti interessate, grazie,ndr)


  • u meggie cumpagn

    Nessuno dice (e dimostra con fatture e ricevute) come sono stati spesi i restanti 160.000 euro. Nelle tasche di chi sono finiti?


  • Barbie

    Per schizzato: mi Sa che qualcosa ti rode!!! Quanto fai brutto!!!!!!


  • massimo rinaldi

    Ho letto attentamente quello che Lino ha detto e mi sento di condividere pubblicamente il suo pensiero,
    a quelli come Michele dico solo una cosa o non conosci Lino Troiano oppure l’invidia ti logora il fegato.
    A Marcus dico, si è vero a Manfredonia alcuni ristoratori a fine mese dimenticano i dipendenti ma c’è da dire anche che un po di colpa è nostra, anch’io sono fuori per la stagione e non ti nascondo che a parte le soddisfazioni economiche trovo sopratutto quelle personali e professionali cosa che nella nostra città ti vengono un po meno ma come recita un detto san Lorenzo amate dei forestieri ed io aggiungo nessuno è profeta in patria.
    Lino Troiano ti dico solo che sei di esempio per tanti tuoi concittadini seri un po meno per gli invidiosi.
    Con stima sincera Massimo


  • Giovanni Facciorusso

    Il commento del sig. “u meggie cumpagn” è tipico di chi è in malafede oltre che essere cosciente di mentire.
    Come lei ben saprà tutti i Comitati Festa Patronale hanno rendicontato al Comune tutte le spese effettuate, persino le fotocopie. Questo è un atto non solo di buon senso, ma un obbligo imposto in sede di nomina del Presidente e del Comitato dall’ apposita delibera di giunta. Il resto è superfluo dirlo visto che sarà già ampiamente informato.
    Quanto al giudizio sulla persona confermo quanto detto dalla maggioranza dei commentatori: una persona di grande qualità sul piano professionale e sopratutto sul piano personale e ciò non è poco di questi tempi.
    Saluti.


  • Giuseppe de Filippo

    Mi permetto di esprimere un giudizio sul piano umano: un’ottima persona, semplice e soprattutto educata, un valore purtroppo dimenticato; la ringrazio per l’intervista; buona serata; Giuseppe de Filippo


  • alicetta

    Come mai ,solo a Manfredonia,i vari Comitati Feste Patronali,che hanno soldi anche da privati e quindi non solo dal Comune,non rendono pubblici i BILANCI dele Feste?Sarebbe una cosa giusta e soprattutto trasparenza ,per tutto quello che si pensa e si dice!


  • Angelo mah

    il bilancio deve essere comunicato a i cittadini e noi commercianti che paghiamo paghiamo paghiamo (sponsor, riviste, inserzioni ) la festa. Noi mettiamo i soldi di tasca nostra e a noi si deve dar conto, non al comune


  • Nibbio

    sono d’accordo con alicetta e Angelo…..c’è bisogno di piu CHIAREZZA riguardo le spese e nn solo per la festa patronale ma x tutto ciò che interessa la collettività pubblica…e nn usare frivole segretezze…anche perchè la chiarezza farebbe diminuire il MALUMORE che c’è tra la gente e se qualcuno dice che nn è dato sapere….io dico che sono TUTTE BALLE perchè la gente ha il diritto di sapere e le istituzione hanno l’obbligo di informare piaccia o no.


  • peppe

    Visti i risultati ottenuti dal signor troiano negli anni passati , la mia proposta è di candidarlo come sindaco alle prossime elezioni. Per il partito ormai da anni che voto alla persona e non al simbolo.


  • indignatoVERO

    alla fine vincono sempre gli stessi…anche se il sig. Troiano si candidasse ci sarebbe poco spazio per la gente come lui…un vero peccato..pieno rispetto per Lino.


  • paolo

    Ma x favore ma che c’entra la politica con la festa io se fossi un commerciante non darei neanche un euro x la festa non basta tutti i soldi che ———– pure i soldi della festa


  • Lino troiano

    Volevo intervenire x dire il bilancioè depositato in Comune. Invece a Michele dico che il curriculum non l’ho mai avuto, però dico che in 45 anni di lavoro qualche errore è normale, invece forse a lei – il curriculum – è servito per portarlo a qualche assesore , se vuoi un confronto fatti vedere ci prendiamo un caffè e ne parliamo insieme, di positivo la tua critica ha un vantaggio: che sei informato su di me.


  • Lino troiano

    Volevo ringraziare tutti coloro che mi rispettano e principalmente lei direttore de Filippo


  • IL BALOCCO SIPONTINO

    X lino Troiano: sei un grande!
    sei uno dei pochi che ama davvero Manfredonia con il cuore!


  • mazza e panella

    lino candidati hanno paura di te sti persongg! sei lunica persona seria onesta educata


  • i vip dall piazz c n'anna je

    lino è persona seria… nn c’entrano i titoli di studio x essere un egregio organizzatore di eventi…la sua parola vale piu di cento di altri personaggi…l’unico difetto ke ha??è juventino….


  • Bi Lancia

    Ragazzi, abbiamo capito che Lino Troiano vi piace e che lo ritenete troppo bravo e che ha molto amore per Manfredonia, ma non bisogna generalizzare su altri presidenti. Ci sono stati altri anche bravi e ne avremo in futuro. E poi siamo in campagna elettorale oppure alle primarie? Atteniamoci al tema altrimenti chiederò a Lino se mi vuole sposare.


  • paolo

    Ma che c’entra il Sig t con la festa di questo anno si sentiva messo da parte


  • Mufulus

    Per paolo. C’entra anche il tuo commento. E’ stato interpellato perchè è stato un esempio di trasparenza. Quelli di oggi sono troppo professionali e non si capisce bene le cose come vanno.


  • SpiritoCritico

    Tanto di cappello, complimenti signor Troiano!


  • antono

    si sta facendo un gran parlare…io conosco lino troiano da una vita..e una persona seria per tutto quello che ha fatto..per Manfredonia..bisogna ringraziarlo sempre.. lui se dice le cose …non e in malafede.. e una persona schietta..ha contribuito anche alle feste patronali con impegno passione…voglio dire noi siamo bravi solo a criticare..ma chi e quella persona che ci rimette soldi ..per la Comunita di MANFREDONIA.. COME LUI..IL RESTO SONO CHIACCHERE DI QUESTA NOSTRA CITTA DEFINITA DAI VISITATORI..CITTA DEI BALOCCHI..SEMPRE IN FESTA..MA COSTRUIAMO INSIEME QUALKOSA PER IL FUTURO..LAVORO….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi