GarganoManfredonia
Nota stampa

De Leonardis: “Trivellazioni nell’Adriatico, necessario ripensamento europeo”

"Non sono e non siamo per i ‘No’ categorici sempre e comunque, ma per il confronto, alla ricerca di soluzioni e compromessi che non sacrifichino territori e risorse preziose a interessi ben più marcati e pressanti"

Di:

Bari – “Pur non potendo essere presente fisicamente, condivido pienamente nella sostanza, nella forma e nei contenuti la protesta che oggi porterà il movimento ‘No Triv’ e numerose associazioni ed istituzioni a formare una lunga catena umana intorno alle isole Tremiti, una delle oasi naturali dal valore inestimabile minacciate dal via libera del Governo nazionale alle compagnie interessate alla ricerca di petrolio sui fondali dell’Adriatico. Una ricerca che meriterebbe un’attenta e dettagliata analisi dei costi e dei benefici per la collettività, per i rischi che comporta per comparti di vitale importanza come la pesca e il turismo eco-sostenibile; e una protesta che andrebbe estesa a livello comunitario, alla luce del diverso atteggiamento assunto dalla vicina Croazia, a poche miglia marine proprio dalle Tremiti. E’ necessario quindi un ripensamento complessivo delle politiche in materia energetica e ambientale, che non possono ignorare l’impatto sulle comunità locali di decisioni prese senza alcun vero coinvolgimento e discussione. Non sono e non siamo per i ‘No’ categorici sempre e comunque, ma per il confronto, alla ricerca di soluzioni e compromessi che non sacrifichino territori e risorse preziose a interessi ben più marcati e pressanti”.

(Nota di Giannicola De Leonardis, Presidente del Gruppo Movimento Schittulli-Area Popolare in Consiglio regionale)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi