PoliticaStato prima
"Non ravvisati gli estremi per lo scioglimento per infiltrazione mafiosa"

Mafia Capitale, ‘tutor’ Prefetto per Marino. Sciolto Comune Ostia

Roma, Silvia Scozzese alla gestione commissariale del debito

Di:

Roma – IL Ministro dell’interno Angelino Alfano ha svolto, in sede del Consiglio dei Ministri, un’ampia relazione sulla complessa vicenda di Roma Capitale. “Non ravvisando gli estremi per lo scioglimento per infiltrazione mafiosa, in base all’articolo 143 del Testo unico degli Enti locali, il ministro Alfano ha reso partecipe il Consiglio della intenzione di incaricare il prefetto di Roma, nel quadro della leale collaborazione istituzionale tra Stato ed Enti locali, di assicurare proposte e indicazioni, al fine di pianificare con il sindaco di Roma gli interventi di risanamento dei settori risultati più compromessi dagli accertamenti ispettivi. Il ministro ha proposto, inoltre, lo scioglimento del decimo municipio di Ostia. Il CdM ha approvato la relazione”.

GIUBILEO. Il Consiglio dei ministri, alla luce del piano organico di interventi in materia di accoglienza e mobilità presentato dal Comune di Roma, ha approvato una delibera che, ferme restando le procedure ad evidenza pubblica previste dalla legge, consente di tagliare i tempi di realizzazione delle gare per l’esecuzione dei lavori pubblici necessari ad un ottimale svolgimento dell’Anno Santo della Misericordia. Nel provvedimento è prevista inoltre l’applicazione del dispositivo già stabilito per Expo 2015 riguardante il compito di verifica preventiva da parte di ANAC della legittimità degli atti relativi ad affidamento ed esecuzione delle gare e i relativi poteri ispettivi. Il Presidente del Consiglio ha poi informato i Ministri di aver adottato un DPCM con il quale viene affidato al Prefetto di Roma Franco Gabrielli il compito- in analogia con quello che svolge il Prefetto di Milano in occasione di Expo 2015- di realizzare il necessario “raccordo operativo” tra le varie Istituzioni interessate.

Roma, Silvia Scozzese alla gestione commissariale del debito. Il Presidente del Consiglio ha inoltre riferito ai Ministri di aver adottato, nell’ambito di un migliore assetto amministrativo di Roma Capitale, un DPCM con il quale la dottoressa Silvia Scozzese viene nominata Commissario alla gestione commissariale del debito. Tale nomina si è resa necessaria alla luce del fatto che la norma sulla base della quale era stato nominato, nel gennaio 2011, il Commissario uscente, è stata dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi