Manfredonia
Tappa del #notriv a Manfredonia

Manfredonia, NoTriv e NoEnergas: “Giù le mani dal nostro mare”

L’evento proseguirà in piazza del Popolo alle 18.00 con un sit-in dove si continuerà l’opera di dialogo e sensibilizzazione

Di:

Manfredonia – AL grido di “Giù le mani dal nostro mare” si è tenuta oggi, presso la spiaggia Castello di Manfredonia, la manifestazione condotta dal movimento NoTriv per sensibilizzare la città sull’argomento trivellazioni.

Partito settimane fa, il coordinamento ha fatto tappa anche a Manfredonia dove ha potuto incrociare gli animi accesi dei movimenti cittadini contrari alla possibile installazione di un deposito di GPL.

Dopo alcune incomprensioni da parte delle varie organizzazioni presenti sul posto, placati gli animi, insieme hanno creato una catena umana che si è estesa lungo l’intera spiaggia invitando i bagnanti a farne parte. Esponenti del coordinamento hanno avuto modo di confrontarsi con la popolazione, dialogando con i singoli cittadini. Presenti anche i giovanissimi ragazzi del coordinamento per la Tutela e lo Sviluppo del Territorio e Collettivo Inapnea che si sono uniti alla comune causa, dando il loro supporto.

L’evento proseguirà in piazza del Popolo alle 18.00 con un sit-in dove si continuerà l’opera di dialogo e sensibilizzazione.

A cura di Raffaele Salvemini – raffaele.salvemini@live.it

Fotogallery ©Raffaele Salvemini



Vota questo articolo:
20

Commenti

  • E qualche manifestazione per il lavoro in questa città… Quando?
    Ah scusate Manfredonii c mangi c bev a tavol 48.


  • Energas: vade retro!


  • Vero emigrato per lavoro

    PECCATO CHE NON HO POTUTO FIRMARE LA PETIZIONE!


  • myriam

    La città dei…..no!


  • Luca

    Il trasfertista mi ha preceduto mi ha tolto le parole di bocca, è ammirevole come questa gente si spende per questa causa cosa che non avviene per pretendere o cercarsi un lavoro, si lotta solo per le casse integrazioni, disoccupazione, sostegno a reddito ecc. Tra questi ragazzi ne ho visti parecchi senza lavoro mi chiedo oltre a far quello cercano di risolvere i loro problemi, questo è un periodo buono ci sono i pomodori, l’ uva io quando ero ragazzo e non avevo un lavoro fisso ci andavo.

  • A manfredonia come tutto il sud la gente basta che parla fanno i duri giudicano tutti e tutto ma alla fine non capiscono un ca..o di come devono agire… ( sn anche io meridionale ma nn condivido alcune cose)… uscite fuori dall’Italia apritevi di mente caprari…

  • Poi nn lamentatevi. Lottate per i diritti(lavoro) tanto se energas vuole ne mette 120 milioni di litri ….ricordatevi l enichem nessuno la voleva e poi facevano la fila per lavorarci… Vedi termovalorizzatore… O no bello viene ora!!!!!


  • Luca

    Sono ignorante, qualcuno mi può dire quali sono i rischi di questo deposito, e se concretamente oltre a dire può succedere quello o quell’altro, mi dice degli ultimi incidenti successi il numero di deceduti i danni riportati dalla zona, perché io ho cercato su internet , non ho trovato nulla forse non sono bravo con il computer o non si sono mai vericati incidenti rilevanti .


  • capitan fede

    Non troverai nulla..ma qui comunque non si vuole nulla no triv. No gas. Non pale eoliche.diciamo tutti insieme noi non vogliamo il lavoro ma solo puro divertimento


  • Io vi conosco tutti.

    Chissà che cosa vi hanno promesso..


  • TOGLIETE TUTTE LE MONTAGNE DI TONNELLATE DI MATERIALE GIACENTE ALL'INGRESSO DEL MOLO DI PONENTE

    C’è tanto di quel lavoro!! Ad esempio togliere la montagna di materiale che giace all’ingresso del molo di Ponente di Manfredonia! E’ uno schifo sta li da tanto tempo! Ma c’è un assessorato all’ambiente al Comune di Manfredonia???


  • antonella

    Trasformista, luca,liberta, fede, voi potete fare sarcasmo da qui all’infinito, la cittadinanza ha detto NO! Capite l’italiano o NO! Rassegnatevi, comq. Fate bene a parlare di lavoro,quindi non perdete tempo, andate a trovarvene uno.


  • Lorenzo

    Andate a lavorareeeee!!!!!!!!!!!
    La maggior parte di questi ragazzi vive la notte ..


  • giuseppe

    Complimenti al sindaco , mentre manfredonia manifestava lui se ne è andato alle tremiti


  • Luca

    Antonella io fortunatamente lavoro, o solo chiesto le ragioni del no e quali sono i rischi reali e quali gli incidenti già successi in passato. Dire no solo per aggregare un po di gente che vuole passare la giornata magari stare insieme e divertirsi, e questo il vostro scopo.


  • antonella

    Luca perché ti diverti a denigrare chi vuole fare una scelta di vita che sia in linea con il rispetto del territorio, che tenga conto delle peculiarita di manfredonia, della sua inclinazione turistica, a due passi dal sito dove si vuole insediare il deposito esiste un ecosistema chiamato oasi lago salso che costituisce un vero e proprio paradiso naturalistico di rara forgia, anche se è stato sminuito e depauperato da qualche amministratore inetto, ti riesce di capire che manfredonia ha gia dato all’industriA, alla chimica, ottenendo solo contaminazione,inquinamento, disocupazione,solitudine, tu lavori, mi fa piacereper te, acciamo una bella cosa, lascia il tuo lavoro per qualche mese, vai a livorno e prendi casa subito vicino lo stabilimento energas di li, poi torna e facci sapere.


  • Luca

    Io non mi diverto a fatto cara Antonella ma voglio capire le ragioni di una città che dice sempre no e la mia paura è che qui c’ è troppo tempo da dedicare a queste cose, in altre città del nord te le ritrovi a fianco casa e manco te ne sei accorto perché vai a lavorare. Poi io già per lavorare ho abitato 800km lontano per 25 anni e a fianco avevo una raffineria, ora tocca a te o devo pensare che sei la solita figlia di papà con la strada spianata che non dovrà ma allontansi o sudare per campare a cui quindi viene facile sposare queste campagne ambientaliste, quando ero ragazzo ne ho conosciuti tanti così che protestavano per tutto, ora li vedo con il macchinone giacca e cravatta grazie a papà, quando si hanno altri pensieri per la testa e il futuro fa paura non credo che si trovi molto tempo per queste proteste.


  • Lorenzo

    Il sindaco è andato alle tremiti per il no triv… ……..


  • antonella

    Luca vuoi capire le ragioni del nostro no, però devi farlo fino in fondo. Se. Ti propongo un tour informativo,devi venirmi dietro fino alla fine. Inizieremo con i reparti di oncologia di sangiovanni rotondo,poi parleremo con molte famiglie manfredoniane che hanno visto parenti e amici morire per tumore, poi consulteremo i dati sanitari sui morti per patologia dal 1980 in poi, in fine concluderemo con un bel giro al cimitero, andando a trovare uno a uno tutti i morti per (quel motivo), detto così tra parentesi perche’a manfredonia non si dice mai la parola tumore,nessuno la nomina mai per paura. Che ne pensi ?


  • Marco c.

    X Antonella.

    I tumori con l’energas c’entrano come i cavoli a merenda.

    Si vede che ti fa comodo fare di tutta l’erba un fascio.

    Luca ha chiesto più volte le ragioni del no all’energas, ci arrivi da sola oppure hai bisogno di un disegnino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi