CulturaStato news
Ha esposto in numerose mostre personali e collettive

Ricarda Guantario espone a Trani

"Una rappresentazione della bellezza ideale e grazia canonica dei volti femminili che ricordano il tratto e la plasticità dei dipinti di Raffaello”

Di:

Trani. “Una rappresentazione della bellezza ideale e grazia canonica dei volti femminili che ricordano il tratto e la plasticità dei dipinti di Raffaello”. Così il critico e storico dell’arte, Giorgio Grasso, presenta l’artista Ricarda Guantario durante l’inaugurazione della quarta edizione di “Pennelli e Parole” svoltasi a Trani (il giorno 24 agosto), con grande affluenza di pubblico e addetti ai lavori del mondo dell’arte e della cultura. La Guantario, pittrice pugliese (Andria) di arte contemporanea ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte e ha conseguito il diploma al Conservatorio e lavora presso il settore cultura del Comune di Andria. Il suo talento si è palesato sin dall’adolescenza e ciò le ha consentito di esprimere una naturale creatività.

Ha esposto in numerose mostre personali e collettive, tra le quali al Carrousel del Louvre di Parigi, Carrer Del Salvador di Barcellona, Gallerie del Bramante e Università Pontificia del Seraphicum a Roma, Artexpò Biennale della gondola a Venezia e al Palafiori per la 64^ edizione del Festival di Sanremo e a Bruxelles; rassegne e concorsi, ottenendo consensi di pubblico e di critica, premi e riconoscimenti.

Avvicinandosi a studi di psicologia e filosofia, ha sentito l’esigenza di rappresentare sulle tele il suo vissuto, le sue emozioni ed il suo pathos. Vi è una ricorrenza di simbologia accostata alla figura, spesso femminile caratterizzata da bellezza oggettiva: la rosa rossa che simboleggia il cosmo, (termine che deriva dal greco Kosmos che significa ordine, armonia, bellezza), ed armonia è anche la sezione aurea (proporzione numerica dalla quale si ispiravano i classici), il fiore di loto e le farfalle che indicano la volontà a lasciar fluire la vita spezzando le catene del potere, affinché si possa arricchirsi nell’animo di ognuno di noi che è un tutt’uno con l’universo. Attraverso le sue morbide pennellate, l’arte di Ricarda Guantario trasmette messaggi profondi, è sincera, riservata, intimistica, ricca di motivi ispiratori e gusti creativi.

Una serata dall’elevato tono culturale che si concluderà il 31 agosto, presso lo Chalet della villa comunale di Trani.

Maria Teresa Alicino – Ufficio Stampa



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati