FoggiaSan Severo
Barone: “Siamo con i cittadini che chiedono più sicurezza”

Petizione per Via San Severo a Foggia

Con la petizione si chiede la creazione di una rotonda e l’installazione di sistemi di riduzione di velocità lungo tutto l'asse stradale, che rappresenta il primo ingresso alla città dalla statale 16 per chi proviene da Nord


Di:

Foggia. “Non possiamo aspettare che accada l’ennesima tragedia prima di effettuare gli interventi necessari per garantire la sicurezza degli automobilisti che percorrono via San Severo a Foggia, dove in questi anni sono avvenuti numerosi incidenti”. Lo dichiara la consigliera del M5S Rosa Barone, a fianco dei residenti di via Forcella e via Iarussi, che hanno dato vita a una raccolta firme per migliorare la viabilità di Via San Severo.

“Il Comune non può continuare a ignorare le richieste dei cittadini – incalza la consigliera foggiana – continuando a mettere in pericolo l’incolumità di chi risiede nelle traverse di via San Severo, come via Forcella e via Iarussi. Solo qualche giorno fa un ragazzo ha perso la vita dopo un incidente avvenuto a causa del manto stradale dissestato, dell’inesistenza della segnaletica stradale e della scarsa illuminazione”.

Con la petizione si chiede la creazione di una rotonda e l’installazione di sistemi di riduzione di velocità lungo tutto l’asse stradale, che rappresenta il primo ingresso alla città dalla statale 16 per chi proviene da Nord.

“L’amministrazione comunale – continua Barone – deve programmare gli interventi idonei per mettere in sicurezza la zona, dove negli anni è cresciuto il numero di residenti e sono sorti due grandi supermercati. Chiedo al sindaco Landella di ascoltare i cittadini che da anni si battono per questa causa, tra cui il dottor Valter D’Amelj, che ha dato vita a questa petizione, e confrontarsi con loro per trovare al più presto una soluzione”.

Redazione StatoQuotidiano.it

Petizione per Via San Severo a Foggia ultima modifica: 2017-09-27T21:28:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This