Manfredonia

Firmato il Protocollo Operativo tra l’Ambito Territoriale ed i sindacati


Di:

L'assessore alle politiche sociali del Comune di Manfredonia Paolo Cascavilla (ST)

Manfredonia – E’ avvenuta in questi giorni la firma del Protocollo Operativo, tra l’Ambito Territoriale comprendente i comuni di Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Mattinata e Zapponeta, e le organizzazioni sindacali confederali provinciali e comunali, CGIL, CISL, UIL ed i sindacati dei pensionati, SPI CGIL, FNP CISL, UILP UIL. Un importante passo avanti nel processo di partecipazione dei cittadini, singoli ed associati, alle diverse fasi di costruzione della rete locale dei servizi.

Sulla base della relazione predisposta dal dirigente del V Settore, dott.ssa Maria Sipontina Ciuffreda, l’Assessore alla “Solidarietà, cultura e politiche giovanili” Paolo Cascavilla, ha proposto, nel corso della Giunta Comunale del 5 luglio 2011, il Protocollo in questione che asseconda il Piano Regionale delle Politiche Sociali nel fornire obiettivi ed indirizzi per una governance responsabile con riferimento ai processi di innovazione degli assetti istituzionali, organizzativi e gestionali.

Già in data 2 febbraio l’Assessore Cascavilla ha incontrato gli esponenti delle organizzazioni sindacali summenzionate e gli stessi hanno sottolineato la necessità di sviluppare in modo più organico le relazioni ed i rapporti. Il professor Paolo Cascavilla ha accolto di buon grado le istanze sindacali e ha predisposto una bozza di protocollo operativo che stabilisce quali siano gli impegni reciproci da assumere e mantenere. Questo stesso documento è stato sottoposto all’attenzione dei sindacati che hanno fatto pervenire, successivamente, alcune osservazioni che sono confluite in quello che è il documento finale. Il Protocollo sottoscritto da tutti i sindacati confederali provinciali e comunali, indicati sopra, è estremamente particolareggiato e riconosce come fondamentale la concertazione nonché il ruolo dei sindacati e del terzo settore. Nello stesso si auspica la costituzione di una cabina di regia tra Ambito e sindacati per la valutazione dei servizi, la verifica delle risorse, lo stato di attuazione della programmazione, oltre che la progettazione di nuovi interventi. Si ribadisce la necessità di investire sulla formazione continua dei dipendenti dei Servizi Sociali e sugli operatori della rete del terzo settore, in modo che i primi affrontino con consapevolezza le dinamiche della programmazione e la progettazione dei servizi ed i secondi, invece, divengano parte fondamentale nei processi di programmazione dell’offerta, di gestione delle risorse e di erogazioni delle prestazioni.

Riveste la giusta importanza anche le scelte di sostenere l’assistenza domiciliare attraverso un pacchetto personalizzato di interventi ed opportunità e quella di potenziare l’integrazione sociosanitaria attraverso il coinvolgimento dell’Asl ed in particolare dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di libera scelta. Nel protocollo si riconosce la bontà del contributo delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale ai fini della costruzione di un programma di azioni a contrasto della solitudine e dell’isolamento, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti che sono attivi nel territorio, fermo restando che è preferibile attivare azioni che non obbediscano a logiche assistenziali, ma si fondino sulla base di diritti.

Notevoli gli obblighi dell’Ambito che si impegna a realizzare una mappatura delle realtà associative operanti nel territorio, indagando sulle reti di sostegno formali e informali alle varie forme di fragilità sociale. Un’indagine necessaria per sviluppare azioni e programmi di comunità condivise, coinvolgendo sindacati, leghe dei pensionati, patronati. Sarà l’Ambito stesso a creare un sistema informatizzato di tutti i servizi, strumento di lavoro per gli operatori e servizio, oggi essenziale, di informazione e di trasparenza, oltre ad una “Carta dei Servizi” per far conoscere tutte le opportunità che offre il territorio, per regolare le norme di accesso, i tempi di attesa. Si è ravvisata, infine, la necessità che i Comuni dell’Ambito prestino maggiore attenzione al tema dell’evasione fiscale e tariffaria per perseguire una maggiore equità, in considerazione delle minori risorse che affluiscono nelle casse comunali per i tagli del Governo ai trasferimenti agli Enti Locali. Per la stessa ragione si riafferma la necessità di salvaguardare il più possibile il potere di acquisto delle pensioni e dei salari, valutando l’ipotesi di prevedere tariffe agevolate e differenziate in rapporto alle possibilità economiche degli anziani e dei cittadini tutti con l’applicazione generalizzata del sistema di valutazione ISEE e definendo un minimo vitale sotto il quale i cittadini-utenti sono esentati.

Si può affermare, in definitiva, che il Protocollo si muove nell’ottica di una governance responsabile e in linea con il sistema regionale di welfare che, a detta dell’Assessore Cascavilla “si configura come un sistema a responsabilità condivise, che necessita dell’intervento coordinato dei diversi attori istituzionali e sociali presenti sul territorio per esprimere in modo efficace le capacità di risposta alla domanda di servizi dei cittadini. Ognuno di questi attori ha responsabilità precise e deve esercitare in modo leale e collaborativo la propria funzione, con l’obiettivo comune di contribuire allo sviluppo e al corretto funzionamento del sistema locale di servizi sociali e sociosanitari”.

Redazione Stato

Firmato il Protocollo Operativo tra l’Ambito Territoriale ed i sindacati ultima modifica: 2011-10-27T08:31:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    Offerta variegata di attività volte ad assecondare la voglia di fare dei nostri
    Oggetto: Le attività novembrine del “Centro Anziani ed Inabili”

    Il “Centro Anziani ed Inabili”, di via Porta Pugliese 4, si conferma uno degli spazi di aggregazione più prolifici della città e prosegue nel confronto e nell’ascolto delle molteplici richieste che provengono dal territorio. In tale direzione si muove, con energia, il Comitato di Gestione del Centro che ha preparato nuove attività in cui ci si potrà cimentare. Attività volte ad assecondare quella che il Sindaco, Angelo Riccardi, ha definito “la voglia di fare dei nostri anziani” ed iniziative che hanno finanche lo scopo di contrastare la solitudine di quelle fasce della popolazione che, apparentemente, sembrano non concorrere più allo sviluppo sociale e culturale della Città. Qui di seguito l’elenco delle attività previste durante il mese di novembre 2011.

    1. Assistenza nella compilazione del questionario del Censimento (fino al 19 novembre) e dei modelli di contributi casa (fino al 4 novembre): dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle ore 11 e dalle ore 17 alle ore 18.

    2. “Ginnastica dolce”. Le adesioni andranno manifestate entro sabato 19 novembre.

    3. Corso gratuito “Internet per tutti”, in collaborazione con l’A.V.I. (Amici del Volontariato). Si terrà ogni martedì e venerdì, di mattina dalle ore 10 alle ore 11.

    4. “Sagra delle castagne”, in collaborazione con l’ANTEAS (Associazione Nazionale Terza Età Attiva per la Solidarietà), sabato 12 novembre 2011 nei pressi della Villa comunale.

    5. Conferenza sul tema “Dieta nell’anziano”, tenuta dal nutrizionista dott. Carmine Mione, martedì 15 novembre 2011 alle ore 18.

    6. Visita di una giornata al Santuario di San Gerardo ed a Pietralcina. Si raccolgono le prenotazioni sino al 20 novembre 2011.

    Si ricorda che la Consulta degli Anziani ed Inabili offrirà un servizio di consulenza ed aiuto agli anziani ed ai disabili presso la sede dei Servizi Sociali, a partire dal 7 novembre prossimo. Tale servizio si effettuerà tutti i lunedì feriali dalle ore 10.30 alle ore 12.

    Tutti gli aventi titolo possono partecipare, gratuitamente, alle attività del “Centro Sociale Anziani ed Inabili” di Via Porta Pugliese 4, a Manfredonia, previa iscrizione, anch’essa gratuita, al Centro stesso perché, come dice il Sindaco Riccardi “Gli anziani sono una risorsa di grande pregio, non surrogabile in alcuna altra forma, e non possiamo permetterci di lasciarli abbandonati a sè stessi, inutilizzati dalla società di oggi che ha invece gran bisogno della loro presenza ed ancor più della loro esperienza”.


  • Redazione

    Loghi della Consulta e del Centro Sociale Anziani

    La Consulta Anziani, consapevole che l’invecchiamento rappresenta una delle più importanti conquiste dell’umanità e che la vita in età anziana sia una vita ancora ricca di possibilità e di relazioni umane, si è posta, in sintonia con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Manfredonia, l’obiettivo di promuovere e dare nuovo slancio a tutte le iniziative miranti all’integrazione sociale, alla partecipazione attiva e al coinvolgimento degli anziani nelle diverse attività.

    A tal fine, Consulta e Comitato di gestione del Centro Sociale Anziani, stanno realizzando con la collaborazione di alcune associazioni, già da qualche mese, incontri ed azioni dirette ad accrescere la sensibilità culturale ed istituzionale della comunità locale sulle condizioni di vita degli anziani e per consentire agli stessi anche ore di divertimento, serenità, socialità .

    Nel contempo la Consulta rivolge l’invito a cittadini, associazioni ed Enti a contribuire alla realizzazione di due loghi distinti (simbolo e frase), uno per la Consulta ed uno per il Centro Sociale Anziani, coerenti con le loro finalità che possono essere comprese visitando l’area dedicata del sito ufficiale del Comune di Manfredonia (http://www.comune.manfredonia.fg.it/consultanziani/index.htm) e prendendo visione dei rispettivi regolamenti.

    I lavori possono essere inviati al seguente indirizzo e-mail: consultanziani@comune.manfredonia.fg.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This