Economia

Marino: “I politici della Capitanata a raccolta contro i tagli di Trenitalia”. Cera: “Nord privilegiato”


Di:

Eurostar, tagli in Puglia (immagine d'archivio)

Foggia – “DOBBIAMO far sentire il nostro dissenso contro le aziende pubbliche che penalizzano la crescita del territorio”. Sono le parole con cui il consigliere regionale del Pd, Dino Marino, promuove l’incontro bipartisan di domani, 28 ottobre (ore 12, aula del Consiglio Comunale del Comune di Foggia), in cui politici, istituzioni, sindacati e categorie produttive del foggiano si confronteranno sulla decisione di Trenitalia di smantellare il servizio di due Eurostar che collegano la Puglia a Roma.

L’incontro, in collaborazione con le associazioni Gargano Libero e Quarta Via, prevede la presenza di diversi esponenti politici: il deputato Pd Michele Bordo, la senatrice Pd Colomba Mongiello, il presidente della Provincia Antonio Pepe, il sindaco di Foggia Gianni Mongiello, il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, i consiglieri regionali Giannicola De Leonardis, Francesco Ognissanti, Leo Di Gioia. “L’Unione Europea – spiega Dino Marino – ha confermato il suo sostegno al potenziamento dei collegamenti ferroviari, definendo per la prima volta ‘prioritario’ il progetto Alta capacità della linea Napoli-Bari, opera che dovrebbe collegare la Puglia alla rete ferroviaria dell’Alta velocità, via Napoli-Roma”.
Il consigliere Marino afferma che l’inserimento di questo progetto tra le priorità comunitarie rappresenta un passaggio fondamentale per la possibilità che lo stesso venga finanziato e aggiunge che “sarà utile definire con il ministero alle Infrastrutture e con Rfi (Rete ferroviaria italiana) gli interventi necessari per rilanciare la centralità delle rete Adriatica, come infrastruttura per il trasporto sia delle persone sia delle merci”. Secondo il consigliere regionale del Pd il progetto, che consentirebbe di aumentare la velocità dei treni percorrendo la tratta Milano-Foggia in poco meno di cinque ore, è in netta contrapposizione con la decisione di Trenitalia di smantellare il servizio dei due Eurostar.

“Preso atto di queste notizie – conclude Dino Marino – diventa ancora più necessaria un’azione coordinata di tutte le istituzioni locali. I sindaci, il presidente della Provincia, l’Anci e l’Upi, i consiglieri regionali e i parlamentari pugliesi dovrebbero chiedere un incontro al Ministro Matteoli affinché si intervenga per ricordare a Trenitalia la sua funzione di azienda pubblica nazionale”.

CERA (UDC): Il Sud in carovana, il Nord con Trenitalia . Roma – “IL Sud in carovana, il nord con Trenitalia” non è il titolo di un film, ma l’interrogazione presentata dall’On. Angelo Cera parlamentare dell’Unione di Centro di Casini, insieme ai colleghi Ria e Ruggeri, rivolta al Ministro dei trasporti affinché solleciti, per quanto di competenza, Trenitalia a chiarire i motivi delle soppressioni dei treni che collegano il mezzogiorno d’Italia alla Capitale e procedere con sollecitudine alla loro riattivazione. “Mentre il Governo e la maggioranza proprio in queste ore propagandano riforme strutturali del paese che non avverranno mai, magari facendo immaginare un Sud migliore, giornalmente vediamo allargarsi il divario tra il mezzogiorno e il nord – afferma l’On. Cera – è grave che Trenitalia riesca con una facilità unica a privare un territorio, già povero di infrastrutture e di servizi, degli unici mezzi che tengono unite le due parti dell’Italia”.


“E’ vergognoso il trattamento riservato da Trenitalia e dal suo Amministratore Delegato Moretti a questo SUD che paga un servizio inefficiente il 10% in più rispetto allo scorso anno“ lo riferisce l’On. Cera (UDC) sul proprio profilo Facebook. “Mi trovo nel treno 9355 delle 14.45 diretto in Puglia e le carrozze sono stracolme di gente. L’Amministratore Delegato di Trenitalia, il supermanager Moretti, dovrebbe alzarsi dalla sua sedia e venire a vedere in che stato ci troviamo. Il Sud non merita questo“ aggiunge l’onorevole centrista. Intanto il popolo di facebook si sta unendo allo sfogo dell’On. Cera e contro la scelta di Trenitalia di sopprimere alcuni treni che collegavano il mezzogiorno d’Italia alla Capitale.

Redazione Stato@riproduzione riservata<

Marino: “I politici della Capitanata a raccolta contro i tagli di Trenitalia”. Cera: “Nord privilegiato” ultima modifica: 2011-10-27T13:28:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This