CapitanataSan Severo
"Qui sarà utile nell'immediato, spiega Marino, che le progettualità vadano rispolverate e aggiornate"

Marino: “Progettualità vanno aggiornate, altrimenti perderemo i fondi”

Il consigliere comunale Pd su Patto per la Puglia e ammodernamento della Statale 16

Di:

Foggia. “Non c’è da attaccarsi medaglie al petto, solo da rimboccarsi le maniche e lavorare”. Queste le considerazioni che il consigliere comunale Pd, Dino Marino, sviluppa in merito ai 130 milioni per l’ammodernamento della Statale 16 (versante San Severo- Termoli) e sui fondi complessivi di 700 milioni previsti per la Capitanata nel “Patto per la Puglia”.

“Motivo per il quale va ringraziata la Regione per aver ripreso queste progettualità e, innanzitutto il governo Renzi. Settecento milioni messi a disposizione per la Capitanata sono frutto di una programmazione sviluppata negli anni 2005-2007 dagli enti locali, la provincia – giunta Stallone- e dalla Regione a guida Vendola, dalle parti sociali e datoriali e culminata nella costituzione della Cabina di Regia di Capitanata 2020. È evidente che quella classe politica dimostrò lungimiranza e capacità progettuale. Ma qui non si tratta di raccogliere complimenti, per il passato, per il presente o per il futuro. Qui sarà utile nell’immediato, spiega Marino, che le progettualità vadano rispolverate e aggiornate. Vanno, cioè, adeguate alle nuove normative e alle dinamiche del territorio. Non siamo più nel 2007. Bisogna rimboccarsi le maniche ed essere rapidi. Se non portiamo questi progetti nella fase operativa rischiamo di perdere i fondi. Di questo si devono preoccupare Miglio e gli attori locali e istituzionali del territorio”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati