Foggia

Sosta tariffata, a Foggia è lotta contro i “furbetti del pass”

Di:

Sosta tariffata, il Consiglio comunale approva un pacchetto di regole che difendono il diritto alla mobilità dei cittadini diversamente abili e combattono i “furbetti del pass”

Dichiarazione del sindaco di Foggia, Franco Landella. «Con il voto di oggi il Consiglio comunale ha provveduto a migliorare l’impianto del regolamento relativo alla disciplina della cosiddetta “sosta tariffata”, inserendovi particolari forme di riguardo e di tutela per i diversamente abili. Un passaggio compiuto nel solco della volontà di coniugare le indicazioni di ordine economico fornite da Ataf SpA – che aveva in più occasioni certificato l’insostenibilità del “piano parcheggi” in assenza di correzioni anche su questo fronte – con un più severo contrasto al fenomeno dei “furbetti del pass”, ossia coloro i quali utilizzano in modo fraudolento le agevolazioni riservate ai diversamente abili al fine di sottrarsi al pagamento della sosta.

Passaggi chiave di un percorso che la maggioranza ha voluto costruire nella convinzione che le distorsioni legate alla fruizione del pass riservato ai diversamente abili rappresentino una vergogna ed una inciviltà che, insieme, dobbiamo arginare ed estirpare. In quest’ottica l’Amministrazione comunale ha innanzitutto considerevolmente aumentato il numero degli stalli dedicati ai diversamente abili, portati a circa 400 su un totale di 5000 stalli complessivi, superando di gran lunga il rapporto “1 a 50” – ossia 100 – che la legge individua come parametro minimo. Inoltre, si è lavorato ad una redistribuzione degli stalli “dedicati”, posizionandoli ed aumentandone il numero, laddove già presenti, nei pressi di uffici pubblici, scuole, farmacie, parrocchie, solo per fare qualche esempio. Alla moltiplicazione del numero dei parcheggi riservati ai cittadini diversamente abili è stata poi affiancata un’azione capillare di verifica e controllo in ordine alla circolazione e all’utilizzo di pass contraffatti o scaduti, che sarà ulteriormente intensificata e potenziata. Al momento sono già stati sequestrati dagli agenti del Corpo di Polizia Municipale più di 200 pass tra contraffatti o fotocopiati, cui vanno aggiunti quelli già ritirati dalla società Ataf SpA. Contestualmente sono partite lettere a tutti i possessori dei cosiddetti “pass arancioni” con le quali è stato comunicato che dal 15 settembre 2015 questi non hanno più alcuna validità, invitando i possessori a recarsi presso gli uffici del Servizio Integrato Attività Economiche per la relativa consegna e sostituzione.

Questi gli interventi immaginati e già realizzati a favore del diritto alla mobilità dei diversamente abili e del contrasto ai “furbetti del pass”. Interventi ai quali, oggi, il Consiglio comunale ha aggiunto due emendamenti, presentati dai consiglieri di maggioranza ed approvati dall’Assemblea consiliare, con i quali è stato disposto che i diversamente abili possessori di automobile “speciale” e di patente “dedicata” possano godere della possibilità, laddove gli stalli gialli dovessero essere occupati, di parcheggiare sulle “strisce blu” ed esibire la necessaria autorizzazione comunale senza pagare la sosta; ed è stato concesso ai cittadini diversamente abili di parcheggiare gratuitamente sulle “strisce” blu – sempre nel caso in cui gli stalli gialli dovessero risultare occupati – per un periodo di tempo di 15 minuti, conteggiato attraverso l’esibizione del “disco orario”.

Nel primo caso, l’agevolazione concessa muove dalla considerazione che l’utilizzo della cosiddetta “automobile speciale” renda impossibile una fruizione fraudolenta del parcheggio “dedicato”. Nel secondo caso, invece, vengono favoriti gli spostamenti rapidi, consentendo il posteggio gratuito utile all’accompagnamento del diversamente abile, nel rispetto delle norme in materia che prevedono la sua presenza effettiva a bordo dell’automobile per poter usufruire dell’agevolazione.

Mi sono infine impegnato personalmente a valutare, in collaborazione con una Commissione consiliare paritetica, eventuali proposte finalizzate al miglioramento del servizio.

Penso di poter dire che abbiamo varato un pacchetto di regole che difendono il diritto alla mobilità dei diversamente abili e combattono gli odiosi ed incivili fenomeni che calpestano la loro dignità, contro i quali, nel passato, non si è fatto evidentemente abbastanza se è vero come è vero che abbiamo ereditato una intollerabile sproporzione tra pass concessi e stalli “dedicati” disponibili».

Ufficio Comunicazione – Staff del Sindaco



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati