Manfredonia
"Ogni anno si è raggiunto un piccolo traguardo, dotando le aule della strumentazione necessaria per stare al passo con la tecnologia che all’esterno fa passi da gigante"

Manfredonia, “Furto computer, proiettori, vandalismi all’IC S.G.Bosco: fermate i balordi”

Al fine di assicurare la corretta destinazione d’uso dei fondi che perverranno, la causale apposita, che ne vincola l’uso, è “Contributo volontario post-furto per acquisto e/o ripristino di beni informatici per l’I.C. San Giovanni Bosco”


Di:

Manfredonia. “Ogni buon cittadino dovrebbe vivere la propria quotidianità nel rispetto del bene comune perché danneggiandolo e compiendo atti vandalici lede la dignità di ognuno di noi. Il rispetto verso le persone e le cose che ci circondano è il valore che le famiglie e la scuola si impegnano a trasmette tutti i giorni ai nostri figli e ai nostri studenti attraverso semplici messaggi, nella speranza che possano crescere e diventare ragazzi educati e consapevoli costruttori del nostro futuro e della nostra società. Con la fatica, e nonostante le restrizioni economiche di questi tempi, il Dirigente Scolastico, il corpo docente, il personale ATA e i genitori dell’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco hanno dotato la scuola delle attrezzature indispensabili per poter svolgere le attività didattiche e portare avanti quel percorso educativo che accompagnerà per i prossimi anni i bambini, futuri ragazzi, e futuri attori di questa società.

Ogni anno si è raggiunto un piccolo traguardo, dotando le aule della strumentazione necessaria per stare al passo con la tecnologia che all’esterno fa passi da gigante.
È da poco infatti che si era riusciti, aula dopo aula, a dotare le classi delle lavagne multimediali e dei relativi proiettori e PC……….Tanti sforzi vanificati in una sole notte!
L’azione vandalica e l’inciviltà di un manipolo di briganti, per non dire altro, ha annientato in un battito di ciglia gli sforzi profusi in anni di ricerche di fondi, di bandi per finanziare l’acquisto di materiale e attrezzature didattiche.

La frustrazione è tanta….. perché davanti al guadagno di poche migliaia di euro ……… è stato saccheggiato il futuro di più di 900 studenti.

Con queste poche e semplici parole il Consiglio di Istituto vuole esternare l’avvilimento, lo sdegno e l’impotenza del Dirigente, delle insegnanti e di tutti i genitori, per i fatti accaduti nella notte tra il 27 e 28 settembre 2017. Quando un gruppo di balordi ha derubato computer, attrezzature informatiche, proiettori, macchine fotografiche e danneggiato, rendendole inutilizzabili, le LIM. Ed è con questa stessa nota, che intendiamo sensibilizzare il personale docente, il personale ATA, i genitori e la comunità tutta, affinché ciascuno si adoperi con un piccolo gesto di solidarietà, a integrare e ripristinare la funzionalità delle attrezzature trafugate e/o manomesse.

Al fine di assicurare la corretta destinazione d’uso dei fondi che perverranno, la causale apposita, che ne vincola l’uso, è “Contributo volontario post-furto per acquisto e/o ripristino di beni informatici per l’I.C. San Giovanni Bosco”.

La Banca è Monte dei Paschi di Siena – Filiale di Manfredonia. 

Un ringraziamento sentito va a chiunque vorrà e potrà contribuire con un piccolo gesto di solidarietà a ricostruire il futuro del nostro istituto e dei nostri bambini.”

IL CONSIGLIO D’ISTITUTO dell’IC SGB di Manfredonia 19/10/2017

Manfredonia, “Furto computer, proiettori, vandalismi all’IC S.G.Bosco: fermate i balordi” ultima modifica: 2017-10-27T11:30:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • Giuseppe

    Magari mettere un numero di conto corrente codice iban no??


  • Cittadino

    Ultimamente leggo spesso di queste tristissime notizie, anzi orribile perchè intaccano l’istruzione dei bambini. A meno che non siano bazzecole inventate dalla stampa o notizie inventate (non credo affatto) sono degli episodi molto gravi. Eppure nelle sedi opportune (vedi consiglio comunale) non se ne discute affatto….o sbaglio? Questo è deplorevole! E come se certi fatti barbari riguardassero una scuola vietamita e non italiana, di Manfredonia. E che dire dei nostri magnifici paladini di opposizione politica che si ergono come coloro che vigila sulla città. Il nulla…precisamente come il nuovo partito di Gene Gnocchi. Sindaco, tu ci tieni ai nostri bambini, alla nostra città, prendi i dovuti provvedimenti magari in sintonia con le forze dell’ordine. Sono certo che tu non sei il nulla ma sei una persona concreta, basta con i vandalismi specialmente quelli perpetrati sulle scuole di Manfredonia.


  • AntonioPio

    Circa 7 o 8 mesi fa, lo stesso furto e’ avvenuto alla scuola elementare di via D. Alighieri, nonostante ci fosse un impianto di allarme con un custode che alloggia .


  • un alunno della San Giovanni Bosco

    Io suggerisco al genitori dell’istituto di offrire direttamente in classe una donazione volontaria perché il conto corrente in banca spaventa ed allontana i possibili donatori. ma prima di tutto bisogna mettere un minimo di sistema d’allarme nei punti strategici della scuola – magari offerto da un installatore in cambio di pubblicità –
    non credo sia un reato sollecitare donazioni ai genitori.
    poi si potrebbe chiedere un contributo al comune pronto ad elargire soldi per i bagordi del carnevale e altro!!!!!!!! che ne dite?


  • Lucy

    Alunno ritieniti bocciato senza appello!


  • Donna Assunta

    Si parla solo di immondizia per non parlare di questa e altre emergenze cittadina.


  • xavier

    Voglio fare il Custode da grande!!
    Tutto pagato .
    Evviva Manfredonia.


  • Cittadino ignorante

    Poveri bambini e ragazzi di Manfredonia….
    perchè si leggono i termini del tipo vandali, briganti, addirittura balordi e non viene espressamente citato il termine LADRO? Tanti aggettivi qualificativi senza sostanza!! Sono dei ladri oltre alle caratteristiche di cui sopra, in primis sono dei ladri!!


  • Cittadino ignorante

    Se la giustizia non riesce a catturare i responsabili, se non avete risorse per allestire telecamere e guardiania fissa e vigilanza c’è una estrema soluzione:

    insegnanti, collaboratori scolastici e insegnanti organizzatevi con delle ronde
    da espletarsi a turno e con almeno 4 componenti, dall’esterno, quindi rischio zero e possibilità di comunicare con le forze dell’ordine con i mezzi telefonici portatili.


  • Cittadino ignorante

    chiedo scusa, errata corrige al rigo 3 del corpo del messaggio di cui sopra leggasi:
    insegnanti, collaboratori scolastici e genitori..omissis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi