Manfredonia

“La relazione notarile è chiara: il permesso di costruire non si può rilasciare”


Di:

Aldo Gatta, fra i promotori del costituendo comitato cittadino, segretario cittadino USPPI di Manfredonia (ST)

Manfredonia – “LE relazioni tecniche/notarili dimostrano come la particella in questione costituisca l’area sulla quale insiste la stradina per l’accesso ai posti auto. Pertanto è di proprietà dei condomini della palazzina A”, di via Tommaso Fiore/angolo via Monte Saraceno. E’ una parte della missiva dello studio legale prof. Avv. Aldo Loiodice – Prof. Avv. Isabella Loiodice & Partners – con prof. Avv. Ignazio Lagrotta – inviata al dirigente del VII settore – Ufficio Urbanistico di Manfredonia, dott.ing. Giovanni Spagnuolo, oltre che all’architetto Ciro Salvemini e all’assessore all’urbanistica, nonché vice sindaco, prof. Matteo Palumbo. Come già pubblicato ( Focus vicenda) si fa riferimento ad un’area in zona B nel Comune di Manfredonia: via Monte Saraceno, angolo Tommaso Fiore. La richiesta di un permesso di costruire: accolta dal Comune ma senza il rilascio del titolo relativo. Un’altra richiesta per un permesso di costruire (per la recinzione), su una particella interessante l’area della richiesta in questione.

Da qui una lunga discussione sulla titolarità del suolo da una parte il signor Ciociola Matteo (con altri 6 istanti), da un’altra il sig. Aldo Gatta, in qualità di rappresentante del condominio di via Monte Saraceno 2-2/b ed attuale segretario Usppi di Manfredonia. Nel bel mezzo: palazzine su “aree adibite a verde pubblico” e su pertinenze di fabbricati realizzati negli anni ’80, causa la mancata adozione di una delibera. Piani regolatori e zone B del Comune. Pareri di un legale di Bari. Ipotesi di “imprudenti anarchie edificative”. Lettere ed esposti inviati alla Regione Puglia, denunce ai Carabinieri e alla Tenenza della Guardia di Finanza di Manfredonia. Con deleghe successive alla Procura. Della titolarità del suolo in via Monte Saraceno/angolo via T.Fiore a Manfredonia Stato ne ha parlato ampiamente in testi precedenti. Una vicenda importante tanto per le parti in questione quanto per una chiarezza sulla cessazione definitiva della capacità edificatoria di un suolo e per stabilire un precedente sulla titolarità di un’area “in comune”. La vicenda prosegue attualmente, con tanto di esposti, audizione da magistrati, denunce, osservazioni ma soprattutto affidamento a terzi per una prossima risoluzione della controversia.

La riunione. Lo scorso 13 ottobre si era svolto un incontro per una risoluzione della vicenda, nell’Aula consiliare di Palazzo San Domenico. Presenti il rappresentante dell’Usppi provinciale e consigliere regionale aggiunto, Massimiliano Di Fonso, il segretario provinciale Usppi regionale, dottor Massimo Nicastro; il segretario cittadino USPPI Aldo Gatta – rappresentante dei condomini – e la vice-segretaria del sindacato USPPI di Manfredonia dottoressa Debora Sparacìa. Per il Comune l’architetto Ciro Salvemini e il dirigente del VII settore ing. G.Spagnuolo, oltre naturalmente ad altri condomini. “Il 14 ottobre ho ripresentato la documentazione già in loro possesso oltre ad ulteriori elementi emersi durante la riunione del 13 ottobre – aveva detto a Stato il sig. Aldo Gatta – Presto (come avvenuto, ndr), grazie all’assistenza di un nostro legale, presenteremo presso il Tribunale di Foggia la documentazione utile per smentire definitivamente la parte avversa (Ciociola e i 6 istanti), e l’Amministrazione Comunale, relativamente alla titolarità del suolo in via Monte Saraceno/Ang. Tommaso Fiore. Al contempo attendiamo l’esito delle indagini delle autorità competenti, verso le quali sono stati presentati i vari esposti e dalle quali sono stato anche ascoltato in passato. Con certezza cercheremo di informare i cittadini dell’evolversi della vicenda”.

Palazzina in costruzione in zona B, via Monte Saraceno, angolo via T.Fiore (ST- archivio)

La costituzione del comitato. (La nascita del comitato). Recente la costituzione del Comitato Cittadinanza attiva del Quartiere Monticchio – presieduto dal sig. Aldo Gatta, segretario cittadino USPPI di Manfredonia, composto dai sigg.ri Gatta Michele Dario, Prencipe Antonia e Sparacìa Debora, vice segretario USPPI di Manfredonia – con scopo quello di promuovere azioni mirate a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi di sviluppo urbanistico ed edilizio nel territorio mediante il patrocinio di azioni giudiziarie e non tese alla tutela degli interessi dei cittadini”. Il Comitato, per il tramite del citato studio legale associato di Bari, “presterà assistenza stragiudiziale ai cittadini aderenti per perorare le buone pratiche amministrative ed evitare che si realizzino nel territorio interventi edilizi in spregio alle normative di riferimento”. Lo stesso studio legale è stato incaricato dal costituendo comitato di procedere alla verifica della procedura relativa alla richiesta permesso di costruire per i lavori per la realizzazione di un edificio residenziale in via T.Fiore angolo via Monte Saraceno presentata dal sig. Ciociola Matteo ed altri.


Aldo Gatta a Stato dopo la nascita del comitato.
“Continua l’impegno dei cittadini dell’area interessata ma anche del sindacato USPPI per una risoluzione della vicenda. Il costituendo comitato cercherà di affermare il lavoro del sindacato, con l’auspicio di altre adesioni da parte dei cittadini. La speranza è quella di rappresentare un monito – con questo comitato – per l’intera cittadina. Contro gli interventi edilizi abusivi si potrebbero infatti creare punti di ascolto, comitati di cittadinanza attiva uno per ogni quartiere di Manfredonia. Nel frattempo attendiamo l’esito delle indagini e delle verifiche per il nostro caso”.

La recente lettera dei legali di Bari ai rappresentanti del Comune. “Con riferimento alla documentazione relativa al permesso di costruire per i lavori per la realizzazione di un edificio residenziale in via T.Fiore/via Monte Saraceno presentata da Ciociola Matteo ed altri istanti – scrivono nella missiva i professionisti dello studio legale – in nome e per conto del costituendo ‘Comitato Cittadinanza Attiva del Quartiere Monticchio’, ai fini di ogni legale conoscenza si trasmette copia della relazione notarile avente ad oggetto: “Accertamento della proprietà della zona di terreno sita a Manfredonia alla via Monte Saraceno, riportata nel catasto terreni di detto comune al foglio 24 particella 430 e della relazione tecnica a firma del geometra Antonio Armiento“. “La suddetta relazione notarile e la relazione tecnica – scrivono i legali – dimostrano come la particella 430 del foglio 24 costituisce l’area su cui insiste la stradina dalla quale si accede ai posti auto ed è pertanto di proprietà dei condomini della palazzina A (particella 430); con la presente che ha valore di messa in mora a disparte le ulteriori motivazioni giuridiche che determinano l’impossibilità di rilasciare al signor Ciociola Matteo ed altri il permesso di costruire (come ad esempio l’avvenuto sfruttamento della relativa capacità edificatoria dell’area in questione) che saranno oggetto di successivo atto di significazione e diffida ritualmente notificato a mezzo di ufficiali giudiziari, stante l’evidente assenza di titolarità dell’area da parte del signor Matteo Ciociola ed altri si chiede il rigetto della menzionata richiesta di permesso di costruire per i lavori per la realizzazione di un edificio residenziale in via Tommaso Fiore angolo via Monte Saraceno.

VIDEO


g.defilippo@statoquotidiano.it

“La relazione notarile è chiara: il permesso di costruire non si può rilasciare” ultima modifica: 2011-11-27T20:11:57+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
11

Commenti


  • USPPI-MANFREDONIA

    IL COMUNE DI MANFREDONIA????SEMPLICEMENTE ASSURDO


  • Dario e Aldo Gatta

    L’UNICA COSA CHE POSSIAMO GARANTIRE AI MANFREDONIANI CHE I DANNI NON LI CHIEDEREMO AL COMUNE POICHè NON DOVRANNO ESSERE I POVERI CITTADINI MA CHIEDEREMO I DANNI AI RESPONSABILI DIRETTAMENTE SUI PROPRI BENI…QUESTA è UNA PROMESSA AI MANFREDONIANI ONESTI.


  • Odissea eterna

    Andate avanti senza timore perchè la giustizia è lunga ma arriva ed Arriverà sopratutto con l’arrivo del grande Seccia.Ride bene chi ride ultimo


  • Filippo

    Mi chiedo: deve continuare ancòra per molto su Stato questa “telenovela” che – diciamocelo francamente – è un fatto prettamente privato, che poco ha a che fare con i problemi della collettività?
    Data la notizia, basta!
    Si darà conto dell’esito finale quando ci saranno elementi nuovi e sorpatutto definitivi.


  • indignatos

    Egr. Filippo, da un punto di vista potrei pensare che Lei è di parte, non è il privato oggetto dell’informazione ma l’azione in se perpetrata nei confronti del Cittadino. Cosa che potrebbe succedere anche a Lei.


  • Anonimo

    Filippo mi dispiace dirti che purtroppo nel mondo succedono queste e tante altre ingiustizie per la gente come te,indipendentemente dalla questione dovresti essere indignato che dei poveri cittadini arrivino a questo punto per il rispetto dei propri diritti.Scordavo anche io penso che tu sia di parte anche perchè non capisco che fastidio ti dia un articolo nessuno ti obbliga a leggerlo puoi tranquillamente andare oltre


  • Filippo

    Caro indignatos, ormai sono mesi che si parla di questa “telenovelas” senza aggiungere niente di concreto, se non parlare ogni volta di lettere, incontri, avvocati, diffide ecc. ecc.: mi sembra solo una bella vetrina.
    Data la notizia, basta! Non dimentichiamo che rimane sempre una questione che riguarda 2 interessi privati contrastanti e che, come tale, sarà risolta nelle sedi opportune e non certamente pubblicando articoli e interventia ripetizione.
    Se ognuno di noi lettore dovesse tornare continuamente su tutti i presunti problemi che può incorrere con la P.A., staremmo freschi! Sai che noia!


  • Per Filippo da noi interessa

    per casualità o appositamente in ogni articolo c’è uno che scrive stupidagini ed io in questo caso mi rivolgo a filippo ma perchè non ti fai gli affari tuoi? ti assicuro che a tanta gente interessa questa storia tu non leggerlo e risparmiaci i tuoi commenti ridicoli


  • Dario Gatta

    Caro Filippo mi associo con i commenti sopra fatti…MA CHI TI OBBLIGA A LEGGERE I NOSTRI ARTICOLI???però intanto è lampante che stai sempre su questo articolo per continuare a risp.quando a me non interessa un argomento non ci sto sempre su a cliccarlo come fai tu con questo articolo.Forse forse non tanto ti piacciono perchè sei di parte avversa?? bhe pazienza dovrai rassegnarti perchè tra poco ne pubblicheremo un altro sempre qui su stato quotidiano, poi anche su Manfredonia news,poi ancora sulla gazzetta poi ecc ecc….CIAO FILIPPO A PRESTO


  • Filippo

    Perchè riposte tanto piccate? Avrò il diritto di esprimere liberamente le mie opinioni, senza ricevere offese gratuite!
    Ad ogni modo gli ultimi 2 interventi mi confermano che – in fondo – si tratta solo di una bella vetrina… Chi ha orecchi, intenda!


  • DARIO GATTA

    Filippo,sei libero di commentare liberamente tanto i tuoi commenti si commentano da soli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi