Manfredonia

Monitoraggio alimenti (vongole e latte) prodotti nel SIN di Manfredonia

Di:

Monitoraggio alimenti (latte e vongole) prodotti nel SIN di Manfredonia, approvato progetto con delibera di Giunta regionale (gregge pecore in area Syndial, statoquotidiano2@12)

Bari/Manfredonia – “MONITORAGGIO degli alimenti di origine animale prodotti nei SIN (Siti di interesse nazionale,ndr) di Manfredonia e Brindisi“: è un progetto approvato, con recente delibera della Giunta regionale pugliese, dopo il recepimento dell’intesa Stato-Regioni sancita il 22 novembre 2012 sulla proposta di deliberazione CIPE per l’approvazione del progetto interregionale “Piano di monitoraggio per la ricerca delle diossine negli alimenti di origine animale” per l’anno 2011, unitamente ai criteri di ripartizione della somma pari a 2 milioni di euro, a valere sulla quota delle risorse vincolate per la realizzazione degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale per l’anno 2011 e alle relative modalità di
accesso alle risorse.


4 i SIN IN PUGLIA: Taranto, Bari ex Fibronit, Manfredonia e Brindisi.
Come evidenziato nella proposta di Delibera del CIPE sul monitoraggio dei contaminanti ambientali, 4 i siti di interesse nazionale in Puglia: SIN Taranto, comprendente la zona ILVA, oggetto di operazioni di monitoraggio e controllo continuo da parte di numerosi attori ( Procura, Ministero Ambiente, Ministero Salute, Regione per mezzo ARPA, ASL, ecc), il sito di Bari, area ex Fibronit, “escluso poiché non di interesse per la sicurezza alimentare e quindi non in linea con gli obiettivi del Piano di monitoraggio dei contaminanti ambientali nei prodotti di origine animale, in quanto la principale criticità è rappresentata da inquinamento da amianto per la presenza di manufatti, rifiuti, coperture ed impianti contenenti lo stesso”; gli altri due siti, per i quali è stata approvata l’attività di monitoraggio sono il SIN Brindisi ed il SIN Manfredonia – Area ex Enichem – (FG).

FOCUS S.I.N. PUGLIA: PIANO REGIONALE AMIANTO e Indagini epidemiologiche 17 SIN, bibliografia e dati Manfredonia (V) e “Sentieri” su SIN Manfredonia: rischio occupazionale per tumore al polmone


IL SIN DI MANFREDONIA.
Il SIN Manfredonia, comprende un’area a terra di circa 201 ha ed un’area a mare di circa 8.6 km2. “All’interno del perimetro si segnalava la presenza di in impianto petrolchimico (ENICHEM) ora chiuso, dove attualmente sono presenti ulteriori insediamenti industriali (la maggior parte chiusi, attiva su tutti la Manfredonia Vetro del Gruppo Sangalli,ndr) oltre a discariche non controllate di rifiuti urbani ed industriali e discariche pubbliche, alcune delle quali, però, risulterebbero già bonificate (in verità i ritardi per tante aree sono consistenti, recente una nota del sindaco di Manfredonia per un aggiornamento sui lavori, senza dimenticare il recente rilevamento di rifiuti nei pressi della cd piscina Marchese e nell’area della dismessa Inside/Bolici,ndr).

Come riportato nella deibera della Giunta regionale, “i contaminanti presenti nei suoli sono costituiti prevalentemente da benzene, toluene, IPA, arsenico, mercurio piombo e zinco mentre nelle acque di falda sono presenti anche IPA, alluminio, nichel nonché azoto ammoniacale. Nell’area marina prospiciente il polo industriale, secondo quanto riferito dalla ASL FG, non sono presenti banchi naturali di vongole. Al di fuori del SIN, nel restante golfo di Manfredonia, invece, sussistono 3 allevamenti, di cui uno di eurialine e due di molluschi bivalve (cozze ed ostriche) oltre a banchi naturali di vongole distribuiti a macchia di leopardo”.


GLI OBIETTIVI DELL’ATTIVITA’ DI MONITORAGGIO.
Il programma regionale si propone di effettuare un’attività di monitoraggio degli alimenti di origine animale prodotti nelle aree a maggior impatto ambientale, già individuati come siti di interesse nazionale e/o aree potenzialmente inquinate nonché di concorrere all’attuazione del programma di monitoraggio delle specie ittiche che rappresentano la maggior parte del pescato nazionale. “Scopo del monitoraggio è fornire i dati necessari per la valutazione dei livelli dei principali contaminanti negli alimenti di origine animale.”

La durata del Piano è 01 Febbraio 2013 – 30 Novembre 2013 (il tempo massimo per la rendicontazione al Ministero della Salute ai fini dell’erogazione del saldo è il 31 dicembre 2013). Costi e indicatori: Il costo dell’attività è di euro 170.084,00, comprensivo delle analisi dei campioni previsti che saranno successivamente ripartiti alle AASSLL di Brindisi e Foggia.

La Regione individua nel 40% al 30 Giugno 2013, la percentuale dell’attività di campionamento e il relativo trasferimento dei dati dei controlli effettuati nel Portale del sistema Informativo Veterinario del Ministero della Salute quale indicatori dello stato di avanzamento del Piano.

Monitoraggio nel SIN di MANFREDONIA (FG):
Il programma tiene conto di quanto concordato con il Gruppo Tecnico di coordinamento, istituito dal Ministero della Salute, nel corso dell’incontro svoltosi in data 29 novembre 2012, come da verbale
trasmesso con nota ministeriale prot. n DGISAN 43136-P del 24/12/2012.
Durata del monitoraggio: dal 01 Febbraio 2013 al 30 Novembre 2013;
Tipologia di campionamento: monitoraggio
Matrice oggetto del campionamento nei SIN:
X latte ovi-caprino X vongole da banchi naturali
Numero di campioni: X 30 per matrice
Numero di allevamenti oggetto di campionamento: [tutti gli allevamenti oggetto del Piano devono essere sottoposti a localizzazione geografica (GPS – formato decimale)]X 60 dei 130 rientranti entro il raggio di 10 Km (come stabilito con il Gruppo Tecnico di coordinamento)
Azienda/e USL responsabile/i del prelievo e della raccolta dei dati relativi singoli campioni: ASL FOGGIA ( Macroarea SUD);
Laboratorio competente per territorio: IZS PUGLIA e BASILICATA – Foggia;
Laboratori di analisi: IZS PUGLIA e BASILICATA per la ricerca di PCB e Metalli, IZS LAZIO e TOSCANA per la ricerca di Pentaclorofenolo, IZS ABRUZZO e MARCHE per la ricerca della Diossine e PCB DL, ISTITUTO SUPERIORE di SANITA’ per la ricerca del Nonilfenolo; ( come da verbale sopra citato)
Modalità di campionamento: per ogni campione di latte ovi-caprino andranno prelevate n. 4 (quattro) unità campionarie da 500 ml; per ogni campione di vongole andranno prelevate n. 4 (quattro) unità campionarie da Kg. 1, secondo le indicazioni presenti nel verbale sopra citato.

Ricerche: diossine e PCB e contaminanti ambientali
Flusso informativo: l’IZS territorialmente competente effettuerà il trasferimento dei dati dei
controlli effettuati nel Portale del sistema Informativo Veterinario del Ministero della Salute.
Monitoraggio pescato: le specie ittiche oggetto del programma di monitoraggio e il numero di campioni ad esse attribuito rispecchia le indicazioni del Ministero della Salute.
Durata del monitoraggio: dal 01 Febbraio 2013 al 30 Novembre 2013
Tipologia di campionamento: monitoraggio
Matrice oggetto del campionamento:
X□ alice (Engraulidae) X□ sardina (Clupeide)
X□ merluzzo (Merluccidi) X□ pesce spada (Xiphiidae)
94. Numero di campioni: □ n. 7 di alici □ n. 5 di sardine
□ n. 7 di merluzzi □ n. 10 di pesce spada
Verbale di prelievo (un verbale per ciascun campione)
X□ modello presente nel sistema SINVSA

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Asterio Arbildi

    Questo è quello che si doveva fare negli scorsi anni, prima, dopo e durante la produzione industriale che in ogni caso continua ad essere presente in maniera rilevante!!! Sono in ritardo!! Quella zona va BONIFICATA dagli inquinamenti passati e PRESENTI. Manfredonia è INQUINATA e questi politicanti parassiti NON sono capaci di risolvere il problema (come del resto la loro degna opposizione, socio di minoranza nel malgoverno) pur essendo al “potere” da decenni!! Cittadini APRITE GLI OCCHI!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi