Foggia
Il proprietario del terreno è stato quindi deferito in stato di libertà per maltrattamento di animali

Canile abusivo, denunciato proprietario nel Foggiano (FT)

Allo stesso, poi, è stata contestata tutta una serie di sanzioni amministrative legate alla conduzione di un canile senza alcun prescritto titolo autorizzativo

Di:

Foggia. Durante i servizi di perlustrazione del territorio la curiosità ha spinto i militari della Stazione di San Ferdinando di Puglia a controllare un terreno dal quale si sentivano provenire i disperati latrati di molti cani. La scena che si sono trovati davanti è stata agghiacciante: decine di cani da caccia si trovavano rinchiusi in piccolissimi spazi, malnutriti, e alcuni addirittura con evidenti ferite su varie parti del corpo.

Immediatamente è stato richiesto l’intervento di personale veterinario dell’A.S.L., che ha accertato come i poveri animali vivessero in stato di totale degrado. L’intera struttura è stata posta sotto sequestro e gli animali sono stati temporaneamente affidati ad altra struttura, di certo più consona, almeno fino a quando non verrà trovata una sistemazione definitiva per … i migliori amici dei loro stessi peggiori nemici.

Il proprietario del terreno è stato quindi deferito in stato di libertà per maltrattamento di animali. Allo stesso, poi, è stata contestata tutta una serie di sanzioni amministrative legate alla conduzione di un canile senza alcun prescritto titolo autorizzativo.

Fotogallery enzo maizzi

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi