Foggia
Il programma della 24^giornata del girone C di Lega Pro mette i Satanelli a confronto con il fanalino di coda

Foggia, è il momento di reagire

Il tecnico rossonero, messo in discussione negli ultimi giorni, potrebbe trovarsi di fronte ad una clamorosa ed inattesa ultima spiaggia

Di:

Foggia. Missione non impossibile per il Foggia: tornare a vincere. Il programma della 24^giornata del girone C di Lega Pro mette i Satanelli a confronto con il fanalino di coda del raggruppamento, la Lupa Castelli Romani, compagine alla ricerca di punti pesanti che la possano rilanciare nella difficile lotta alla salvezza.

QUI FOGGIA . Di sicuro per mister De Zerbi è il momento più difficile in un anno e mezzo di permanenza sulla panchina rossonera, le pesanti sconfitte di Lecce (3-1) e Siena (5-2), quest’ultima in Coppa Italia Lega Pro, hanno scosso l’ambiente: “C’è poco da parlare, per il momento, per quello che si è creato e quello che hanno scaturito le partite di Lecce e Siena, c’è poco da parlare, bisogna giocare. Il momento della squadra? Uno di quelli che succede spesso nel calcio, quando hai creato attese e fatto bene, quando fai qualche partita non giusta arrivano queste situazioni; un allenatore, calciatore o dirigente deve saper convivere con queste pressioni, fanno parte del gioco. Ho sempre blindato la squadra, all’interno dello spogliatoio ho il mio modo di agire e comportarmi, di sicuro non vado a sventolare in giro ciò che dico e faccio, anche a costo di passare per ciò che non sono, troppo buono o dal pugno debole. Ho un mio pensiero sulle sconfitte, ma lo tengo per me”. Il pensiero poi va alla gara contro la Lupa Castelli: “Dai miei mi aspetto una risposta sotto tutti i punti di vista, fisico, mentale, di carattere, di rivalsa, senza perdere la testa o la realtà del momento, siamo a quattro punti, mancano undici partite, si può ribaltare tutto. Quella di domani è una partita che non va preparata sull’avversario, ovviamente dal punto di vista della motivazione, ma su noi stessi; chiaramente, la Lupa Castelli è ultima, ma non possiamo prendere sottogamba niente”.

Il tecnico rossonero, messo in discussione negli ultimi giorni, potrebbe trovarsi di fronte ad una clamorosa ed inattesa ultima spiaggia in vista di questo match, ma ha dalla sua una classifica corta (segnali positivi arrivano dal pari del Matera a Benevento, che riapre nuovamente il tutto) e la possibilità di giocarsi una gara importante contro un avversario tutt’altro che irresistibile. Quanto all’undici iniziale, si potrebbe tornare al 4-3-3, con Narciso tra i pali e pacchetto arretrato standard, Loiacono e Gigliotti centrali, Angelo e Di Chiara sulle fasce; Agnelli, Vacca e Gerbo dovrebbero comporre il trio in mediana, i maggiori dubbi arrivano dall’attacco, dove Iemmello e Sarno sembrano candidati ad una maglia da titolare, mentre la terza casella verrà occupata da uno tra Sainz-Maza, Floriano e Chiricò.

QUI LUPA CASTELLI ROMANI . I laziali, guidati da mister Palazzi, quarto allenatore di questa travagliata stagione, arrivano allo scontro dello “Zaccheria” con il non invidiabile score di un successo e sei pari conquistati in ventitré gare; ancor meno impressionante quanto fatto in trasferta, dove la Lupa Castelli è riuscita a racimolare un solo punticino in tutto il campionato (solo il Martina ha fatto peggio, perdendole tutte). Alla vigilia della sfida contro i rossoneri è il classe ’96 Rossetti a dire la sua sul momento della propria squadra: “Il Foggia è sicuramente una delle squadre più forti del girone, probabilmente quella che gioca il calcio migliore.  Noi però ce la metteremo tutta, dobbiamo giocarci le nostre carte per cercare di fare punti. Per noi ogni gara deve essere una battaglia, da interpretare come una vera finale: con il mister stiamo lavorando tanto a livello tattico e mentale per disputare nel migliore dei modi questo finale di stagione. Crederci è un nostro dovere, perché il campionato è ancora lungo e possiamo dire la nostra fino alla fine”.
Quanto alla formazione che dovrebbe scendere in campo dal 1’, mister Palazzi potrebbe utilizzare un 4-3-3, con Gobbo Secco in porta, Proietti, Anderson, il neo-arrivato Di Bella e De Gol (non ci sarà Rosato, squalificato) in difesa, mentre a centrocampo dovrebbero esserci Maiorano, Scicchitano e Prutsch; tridente composto da Morbidelli e Ricamato a sostegno del centravanti Gurma.
PROBABILI FORMAZIONI
FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli, Vacca, Gerbo; Sarno, Sainz-Maza, Iemmello. All.: De Zerbi.
LUPA CASTELLI ROMANI: (4-3-3) Gobbo Secco; De Gol, Anderson, Di Bella, Proietti; Maiorano, Prutsch, Scicchitano; Morbidelli, Ricamato, Gurma. All.: Palazzi.
Arbitro: sig. Capone di Palermo.

(A cura di Salvatore Fratello, Redazione Stato Quotidiano.it)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This