Manfredonia
A cura di Benedetto Monaco

Manfredonia: “Chi vuol esser lieto sia, aspettando il treno della fantasia”


Di:

Manfredonia. Si sa l’emozione del carnevale tanti pensieri fa fugare, eppure uno significativo ve lo voglio ricordare. Diversi anni fa chi scrive ebbe un insolito pensiero, che probabilmente appartiene a quegli uomini che servendosi della fantasia si fanno via. La via in questione è quella ferrata della stazione dove può sorgere un luogo armonico ispirato dal gonfalone della nostra città. Ebbene, volendo sintetizzare, l’iniziativa consiste nel rendere reale lo stemma della città di Manfredonia mediante la realizzazione di alcune opere architettoniche ed alcune trovate storiche. Sostanzialmente può essere possibile rifare e completare il ponte ubicato nei pressi di via ponte lungo come l’effige del comune sipontino. Infatti, come più volte sostenuto, non è difficile immaginare, che il ponte emblematico unisca Manfredonia a Siponto, almeno pedonalmente da via di Vittorio al lungomare del Sole e viceversa, di modo che i cittadini non debbano attraversare i binari, utilizzando un ponte ben adornato ed architettato. Come si può notare dalla foto unita a questa pubblicazione, che contempla un treno drago il cui significato è argomentato anche in un’auto-pubblicazione più info su iltempoinunquaderno.com, solo per far stuzzicare l’immaginazione agli storici e costruttori della nostra città ricordo che l’iniziativa è più che costruttiva. Immaginate l’area del consorzio agrario e parte della stazione ferroviaria divenire un complesso turistico commerciale e ricettivo.

Come? Ispirati sempre dal nostro emblema, la sua corona turrita può diventare, nel luogo prima menzionato, un fortino turrito le cui mura contengano alla base spazi per le attività commerciali ed al piano superiore delle mura un albergo diffuso. Probabilmente diffondere questa progettualità con un video tridimensionale potrà aiutare chi ha poca immaginazione ad intendere la proposta. L’amministrazione comunale pare voglia lasciare nell’indifferenza una proposta che implica diverse prospettive non solo occupazionali, per questo si sta sollecitando la stessa a dare risposte a richieste protocollate da tempo e che a tutt’oggi son rimaste inevase ( più info sull’iniziativa vedesi il seguente link http://www.statoquotidiano.it/28/10/2013/unopera-emblematica-che-riconduce-allunita-della-citta/169468/ ). Mentre per chi immagina il treno condotto dal compianto Lucio Dalla può aprire questa proposta anche’essa datata e caduta nel dimenticatoio? Più info su http://www.statoquotidiano.it/16/08/2013/un-treno-musicale-di-mare-che-ci-fa-viaggiare-ed-immaginare/158109/ ; Memori che il serbatoio della fantasia è inesauribile, ci si auspica che alla fine prevalga il buon senso, che può nascere dall’ascolto e dal confronto che ad oggi è mancato, anzi a mancare ora sembrerebbero essere alcune richieste protocollate e datate …

“Può essere che a Palazzo San Domenico siano stati dei buchi neri a far sparire le carte in questione comprese quelle valori dei contribuenti?” E’ notorio il dissesto finanziario del nostro comune, anche per questo le proposte con le quali si cerca di interagire possono prevedere nuove entrate da trasformare in servizi effettivi per la cittadinanza, in questi giorni distratta dal colore e rumore del carnevale, quello si che vale! Allora chi vuol esser lieto sia, aspettando il treno della fantasia …

( diritto d’informazione e di satira )

A cura di Benedetto Monaco

Manfredonia: “Chi vuol esser lieto sia, aspettando il treno della fantasia” ultima modifica: 2017-02-28T13:09:39+00:00 da Benedetto Monaco



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi