FoggiaGarganoManfredonia
La predetta misura è stata disposta dall'Ufficio delle Indagini Preliminari del Tribunale di Foggia

Rapine su treni regionali Ferrovie Gargano: 2 arresti (FOTO)

Al termine degli adempimenti di rito, i due cittadini italiani sono stati associati rispettivamente nelle carceri di Foggia e Reggio Calabria a disposizione della A.G. competente

Di:

Foggia. Nell’ambito di una vasta e pianificata attività di repressione di reati predatori, in particolare furti e rapine in danno di viaggiatori dei treni Regionali, disposta dal dirigente del Compartimento della Puglia Basilicata e Molise, dott. Giancarlo Conticchio, nella tarda serata del 24 febbraio 2017, Agenti della Polizia Ferroviaria di Foggia hanno eseguito la misura cautelare della custodia in carcere a carico di D.F.A. di anni 38, pregiudicato della provincia di Foggia.

La predetta misura è stata disposta dall’Ufficio delle Indagini Preliminari del Tribunale di Foggia a seguito di una serie di denunce per furti e rapine consumate a bordo di treni regionali delle Ferrovie del Gargano (anche a danno di minori) sporte presso gli Uffici della Polfer di Foggia in base alle quali sono state attivate approfondite indagini a cura del personale di questa P.G. che hanno consentito di pervenire al quadro accusatorio nei confronti di due cittadini, ritenuti responsabili dei reati di cui sopra: il predetto D.F.A ed it complice, S.A. pregiudicato di anni 39.

Il pregiudicato S.A. non è stato catturato nello stesso giorno ma, da ulteriori ed approfondite indagini esperite dalla Polfer, si è accertato che lo stesso si rifugiato, da qualche giorno, in un paese in provincia di Reggio Calabria.

Di questa ulteriore attività investigativa è stata data immediata comunicazione al Compartimento della Polizia Ferroviaria di Reggio Calabria, per una collaborazione.

Nel proseguo dell’attività d’indagine si è giunti all’individuazione della dimora dove si nascondeva S.A, che nella mattina del 27 febbraio è stato catturato, con relativa esecuzione alla misura cautelare disposta dal GIP.

Al termine degli adempimenti di rito, i due cittadini italiani sono stati associati rispettivamente nelle carceri di Foggia e Reggio Calabria a disposizione della A.G. competente.

FOTOGALLERY ENZO MAIZZI

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi