ManfredoniaStato news
"Guidare sempre a 60/70 km orari, anche 100, magari in pieno giorno e su strade molto trafficate e con bambini"

“Decalogo del buon automobilista manfredoniano”

"Questo strano e divertente decalogo, chiara provocazione ridanciana, è purtroppo, molto simile alla realtà"

Di:

Manfredonia. LE 10 REGOLE DA SEGUIRE PER ESSERE UN VERO “PILOTA” DEGNO DELLA NOSTRA MANFREDONIA.

1. Guidare sempre a 60/70 km orari, anche 100, magari in pieno giorno e su strade molto trafficate e con bambini.
2. Durante la notte gareggiare con le auto nelle principali arterie cittadine.
3. Parcheggiare sempre in doppia fila, meglio se terza.
4. Sostare sempre su zone riservate ai disabili e davanti ai Passi Carrabili.
5. Non utilizzare quasi mai le “frecce” e, se proprio costretti, “mettere la freccia” a destra e svoltare a sinistra, e viceversa.
6. Non usare mai le cinture, si potrebbe dare l’impressione di essere insicuri alla guida.
7. Suonare sempre il clacson, con forza, soprattutto quando non serve e potrebbe dare fastidio.
8. Passare spesso col rosso, dà l’idea di essere bravi alla guida.
9. Partendo sempre “sgommando”, aiuta l’economia grazie ad una super vendita di pneumatici, pasticche freni e carburante.
10. Abbandonare l’auto in qualunque posto se costretti a fare compere o salutare amici: la città è di tutti, e va sempre vissuta.

Solo chi riuscirà a seguire queste semplici regole potrà dire, a giusto titolo, di far parte della schiera di automobilisti manfredoniani.

Questo strano e divertente decalogo, chiara provocazione ridanciana, è purtroppo, molto simile alla realtà, ed avrà di sicuro fatto ridere molti di voi, così come avrà fatto pensare a tanti di essersi imbattuti, almeno una volta al giorno, in persone che guidano e si comportano seguendo almeno due delle sopra citate “regole”.

Tale decalogo ha due semplici funzioni:
1. far riflettere tutti noi su quanto siamo maleducati e poco ligi al Codice stradale nella nostra città, limitando la libertà degli altri con la nostra “libertinaggine”;
2. far sorridere sui nostri difetti, nella speranza che, da domani, almeno una di queste regole siano disattese da ognuno di noi. Ne avremmo giovamento tutti, questo è certo!

(A cura di Antonio Beverelli, Manfredonia 28.04.2016)



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • oskatttamuorto

    (si tratta di un’immagine d’archivio,ndr)


  • antonio

    girate con un bastone in auto,è più sicuro a manfredonia


  • luca

    concordo con tutto, tranne le prime 2, non avete visto altre città del nord Italia dove si sfreccia senza esagerare persino a 150-200 km/h e quasi ogni giorno ci rimane qualcuno secco sulle strisce, io anzi direi il problema contrario che vanno sin troppo piano perchè non hanno nulla da fare.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Concordo su tutto. Che smm indien ca ama iusè i frecc?? E le corse su via Barletta, vogliamo dimenticarle.
    Aggiungerei:
    Guidare con una mano sola e col telefonino o smartfon nell’altra;
    Possibilmente non accendere le luci ….ci cuunzm a current;
    Se propio devo fermarmi ai semafori, ritardare la partenza con il verde, così da ridere di chi deve accellerare per non beccare il rosso.;
    Guidare con un neonato inzino;
    Parcheggiare rigorosamente solo su strisce pedonali;
    Ferrmarsi al centro della strada per parlare con un amico;
    Lanciare al volo immondizia per centrare cassonetto;
    Attaccare alla targa posteriore ogni tipo di autoadesivo;
    Eccetera, eccetera.
    Non sanno guidare i carrelli al supermercato, devono guidare le macchine.


  • toto67

    altra attitudine del guidatore manfredoniano è il parcheggio alle fermate degli autobus .naturalmente essendo lo spazio della fermata occupato si ferma a centro strada rallentando di molto il traffico cittadino .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!