Foggia
17 treni coinvolti

Furti di rame, forti rallentamenti sulla Bari – Foggia

La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza

Di:

Foggia. Sta progressivamente tornando alla normalità la circolazione ferroviaria sulla linea Bari-Foggia fortemente rallentata nelle prime ore di stamattina. Dalle 6.30, per la caduta di un cavo del gestore della rete elettrica (dovuta a un furto) sulla linea di alimentazione dei treni tra Foggia e Incoronata, i treni hanno viaggiato su un solo binario per oltre un’ora. Dalle 8.30 per un furto di rame tra Barletta e Trinitapoli. La circolazione è ripresa alle 9.00, dopo l’intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana che hanno riparato il guasto e ripristinato le normali condizioni di circolazione. Pesanti le ripercussioni sulla circolazione: un treno regionale è stato cancellato da Barletta a Bari, quattro treni regionali Foggia-Bari hanno viaggiato con ritardi medi di 45 minuti mentre cinque regionali Bari-Foggia hanno registrato ritardi tra 10 e 50 minuti. Ritardi medi di 20 minuti per sette treni a lunga percorrenza. Ricordiamo che l’asportazione di rame non comporta – nel modo più assoluto – problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni.

Furti di rame, forti rallentamenti sulla Bari – Foggia ultima modifica: 2016-04-28T15:59:47+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi