Stato prima
Sono 63.712 i posti disponibili su tre bandi

Scuola: al via concorsone, oltre 165 mila precari per 63.712 cattedre

La prova prevede 8 domande che riguardano la materia di insegnamento di cui 2 in lingua straniera

Di:

Roma. Al via domani le prove scritte del nuovo concorso per insegnanti previsto dalla legge Buona Scuola. Sono 63.712 i posti disponibili su tre bandi: infanzia e primaria (24.232), secondaria di I e II grado (33.379), sostegno (6.101). Le domande di partecipazione al concorso si sono chiuse lo scorso 30 marzo: sono 165.578 le istanze pervenute. L’85,2% delle domande è stato inoltrato da donne. Il 63,1% delle domande proviene da candidati che hanno meno di 40 anni. L’età media generale è 38,6 anni. Le prove scritte andranno avanti fino al 31 maggio prossimo. Imponente la macchina organizzativa. Sono infatti oltre 2.500 le sedi d’esame, 139 le classi di concorso coinvolte a fronte delle 31 della selezione del 2012. Per gli scritti sono state elaborate 93 tipologie di prova.

La prova prevede 8 domande che riguardano la materia di insegnamento di cui 2 in lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo, obbligatoriamente l’inglese per la primaria). I quesiti saranno: 6 a risposta aperta (di carattere metodologico/didattico e non nozionistico) e 2 (quelle in lingua) a risposta chiusa. Lo scritto avrà una durata di 150 minuti. Mentre sono previsti 45 minuti per l’orale: 35 per una lezione simulata e 10 di interlocuzione fra candidato e commissione. Nella valutazione dei titoli si valorizzeranno, fra l’altro, i titoli abilitanti, il servizio pregresso, il dottorato di ricerca, le certificazioni linguistiche.

Per consentire ai candidati di familiarizzare con la procedura d’esame nella giornata di oggi il Miur ha messo a disposizione un video tutorial sul proprio canale YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=W6UXEDbqt_0).

SCUOLA: MIUR, CONCORSO PARTITO REGOLARMENTE, NO CAOS. Il Ministero dell’istruzione assicura che il concorso per i docenti è partito regolarmente, ma il Codacons invita tutti i candidati a rivolgersi all’associazione per segnalare anomalie durante la prova. “Mentre il Ministro Giannini esclude problemi in occasione della partenza del concorso, dai social arrivano notizie di segno diametralmente opposto e sembrano emergere le prima irregolarità – spiega il presidente Carlo Rienzi – Per questo invitiamo tutti i candidati che hanno partecipato alla prova scritta di oggi a rivolgersi al Codacons per segnalare qualsiasi tipo di anomalia o problema riscontrato durante l’esame. Se emergeranno irregolarità, siamo pronti a chiedere la ripetizione della prova scritta tenutasi oggi” – conclude Rienzi.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This