Politica
"Mio figlio è nato di 5kg e oltre, l'ostretrica mi diceva: sta venendo fuori un cavallo"

PD, la mamma di Emiliano “Renzi lo ha mortificato”

Di:

Foggia. Dalla nascita all’adolescenza fino alla carriera politica, alle primarie del Pd e agli scontri con Matteo Renzi: Franca Lattarulo, mamma di Michele Emiliano, oggi si è raccontata a Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio1 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Signora, come sta in questo momento? “Starei meglio senza avere un figlio così così incombente, nel senso che Michele mi dà preoccupazione: è sempre in giro e la gamba non se la sta curando per niente. Dovrebbe riposare di più”. Lei glielo suggerisce? “Certo, tutti i giorni. Ma non ascolta. Le primarie in questo momento sono passate in secondo piano per me. Come mamma, è più importante la gamba”. Peraltro, prima dell’incidente al tendine, suo figlio aveva anche la bronchite.

Non è mai stato male come questo periodo. Probabilmente ha somatizzato lo stress”. Cosa ricorda della nascita di suo figlio? “E’ nato in tre ore e pesava 5kg e oltre, ho partorito in casa. Se avessi partorito in ospedale – ha detto la signora Lattarulo a Rai Radio1 – forse lo avrei confuso con un bambino di tre mesi visto il peso. L’ostetrica mi diceva: sta venendo fuori un cavallo!”. Quando era piccolo Emiliano era così goloso che doveva nascondergli le cose da mangiare? “No, anzi lui fino all’università faceva molto sport: basket, pallanuoto e non solo. Poi quando ha smesso di mangiare in modo regolare, ha cominciato a fare il magistrato, ad esser chiuso in caserma da solo a Brindisi, l’unica cosa che poteva fare era…mangiarsi un chilo di pasta”. Era più
preoccupata per lui quando faceva il magistrato oppure ora che sta correndo per le primarie? “Non c’è dubbio: quando faceva il magistrato. E’ sfuggito a tre attentanti”. Lei lo voterà? “Si, ma non mi illudo che vinca. La campagna elettorale è andata com’è andata, l’ha fatta per metà. Però…”

Cosa vorrebbe? “Che prendesse quel tanto di voti che lo faccia contare quando va a Roma a fare delle richieste. In modo che non vada col cappello in mano ma con la schiena dritta”. Quando vorrebbe che prendesse? “Non mi interessa, ma vorrei un riconoscimento, perché lui non lavora per se stesso ma per gli altri”. Le dispiace quando suo figlio litiga con Renzi? “No, la lite non mi è mai piaciuta. Ma Michele ha provato in tutti i modi a farsi ascoltare da Renzi – ha spiegato a Un Giorno da Pecora – purtroppo non ci è riuscito”. A lei Renzi piaceva? “Mi piaceva ma mi ha illuso molto. Ha cominciato la campagna elettorale da Bari, dove Michele gli organizzò una sala strapiena di gente, tanto credeva in lui. Poi, da quel momento, è stata tutta una delusione”. Suo figlio ci è rimasto male? “Si. Lui è stato mortificato in tante cose da Renzi, non lo ha mai ascoltato sulle decisioni, una cosa inconcepibile per Michele che invece ascolta tutti”. Ci è rimasta male anche lei, insomma…”Molto”. Cosa direbbe a Renzi? “Che ha sbagliato a sottovalutare tanto Michele”, ha concluso la mamma di Emiliano a Rai Radio1.

PD, la mamma di Emiliano “Renzi lo ha mortificato” ultima modifica: 2017-04-28T18:19:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi