Manfredonia
A cura di Pascalonia

U trun(e)vèréte

Di:

Timbe andiche, ce steve u trun(e)vèréte
A Seponde st’usanze ji cunzagréte.
Pure a qquà, vonn’a Cèsere e Pumbeje,
e nn’atu gguvèrne nescjune u creje.
Da sèchele e sèculorje ji sta storje,
sèmbe llore, mo c’ji pèrse a memorje.
Mo ve lli presènde, dateme rètte:
Fricaspese, Carafine e llu Lillètte.
^^^
Nasce bbèlle e curtese u Fricaspese.
parènde a Friscapavele i pelose,
sèmbe ammuccéte, d’addrete u candone,
ddica pote, accjaffe, e a méne chjene.
Carafine, bburdescjanne u vascèlle,
ce vé sbrudanne ngudde p’a… favèlle.
Lla cannele lli porte llu Lillètte:
tene frètte, vole ji sop’a Repètte.

Tempi antichi ci stava il triunvirato,/ a Siponto questa consuetudine si è consacrata./ Pure qui vogliono a Cesare e Pompeo,/ ed un altro governo nessuno lo crea./ Da secoli e secoli (dura) questa storia,/ sempre loro, se n’è persa la memoria (tanto dura)./ Ora ve li presento, datemi retta (seguitemi):/Frecaspese, Carafino e Lilletto.// Nasce bello e cortese Frecaspese,/ parente a Francescopaolo le pelose,/ sempre nascosto dietro il pontone,/ dove può, prende, a mani piene.// Carafino, bordeggiando (come) un vascello,/ se ne va sbrodolandosi addosso con le sue…parole./ Le candele porta loro Lilletto,/ ha fretta, vuole andare sopra Ripetta.

(Forum disabilitato, su richiesta)



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi