Atto in allegato

“Buoni servizio” Regione revoca finanziamento 462.907,11 euro ad Ambito Manfredonia

"PO FESR 2007-2013. Linea 3.3 Azione 3.3.2 (..) Avviso pubblico per il catalogo della domanda di buoni servizio di conciliazione per disabili e anziani non autosufficienti"

Di:

Manfredonia. CON recente atto dirigenziale della Regione Puglia, è stato determinato di “revocare integralmente il finanziamento provvisoriamente concesso all’Ambito Territoriale di Manfredonia (…) per l’importo complessivo di euro 462.907,11”, relativamente alla misura “PO FESR 2007-2013. Linea 3.3 Azione 3.3.2 (..) Avviso pubblico per il catalogo della domanda di buoni servizio di conciliazione per disabili e anziani non autosufficienti”.

E’ stato inoltre chiesto al beneficiario Ambito territoriale di Manfredonia, per il tramite del Comune Capofila di Manfredonia, la “restituzione di parte del contributo finanziario provvisoriamente concesso per un ammontare complessivo di euro 162.017,59 euro (…)”. Come indicato nell’atto “(..) l’ufficio integrazione socio – sanitaria (della Regione,ndr) (..) ha successivamente riscontrato l’insussistenza di qualunque avanzamento di spesa sul sistema Mirweb e l’inesistenza di domanda di buono servizio associate a strutture insistenti sull’ambito territoriale di che trattati entro i termini di ammissibilità della spesa, anche a causa del tardivo accreditamento di una sola unità di offerta sul catalogo telematico ex A.D. n.53/2013″.

ALLEGATO
Atto _2016_213_146_DIR

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
17

Commenti


  • Un cittadino si chiede......?

    Mettiamo da parte il politichese e il burocratese e che qualcuno di buona volontà ci spieghi che cosa vuol dire? 162.017,59 euro perchè il Comune dovrebbe restituirli? Chi ha goduto di questi anticipi? Insomma con termini semplici ci spiegasse il tutto ma in termini pratici e semplici.


  • Redazione

    “(..) l’ufficio integrazione socio – sanitaria (della Regione,ndr) (..) ha successivamente riscontrato l’insussistenza di qualunque avanzamento di spesa sul sistema Mirweb e l’inesistenza di domanda di buono servizio associate a strutture insistenti sull’ambito territoriale di che trattati entro i termini di ammissibilità della spesa“. Non ci sono state spese, da qui la revoca integrale del finanziamento, con restituzione di quanto in parte già erogato all’Ambito territoriale di Manfredonia (162mila euro). Stato Quotidiano.it


  • Manfredonia e Comune sotto ricatto dei poteri forti?

    Una resa dei Conti tra il Comune di Manfredonia e la Regione Puglia? Non lo so
    e nel caso fosse cosi, quale sarebbe la genesi di questra rappresaglia? A me sorge un dubbio…


  • Un cittadino si chiede......?

    Grazie Redazione, continuo a non capire. Queste 162 mila euro chieste a titolo di ristoro dalla Regione Puglia sono a titolo di ritardo delle pratiche di Enti pubblici/ privati o perchè non sono mai state spese? Ma in tal caso da quale ente pubblico sono state introitate? Infatti per chiedere il ritorno della cifra vuole dire che c’è stato uno stanziamento con un successivo introito di cassa e spesa o sbaglio? Oppure vuol dire che qualcuno le ha percepite indebitamente, nel senso che non avevano diritto?


  • Redazione

    C’è l’atto in allegato. In ogni modo, era stata erogata una prima tranche all’Ambito territoriale di Manfredonia (Comune capofila Manfredonia). Poi c’è stata l’istruttoria di verifica delal Regione, dunque la determinazione della revoca integrale del finanziamento. Da qui la restituzione della parte già erogata dei fondi. A presto, Stato Quotidiano.it


  • Un cittadino si chiede...?

    Grazie di nuovo redazione,
    ma qui ci vogliono le scuole fattizze e io sono solo un umile cittadino senza scuole e senza titoli, ho letto l’allegato ma è un gineprario burocratico..io mi chiedo se si possono revocare i fondi e la successiva rischiesta di fondi da parte della Regione..poichè si tratta di (risorse) pubbliche) il comune di Manfredonia non potrebbe adottare le stesse modalità per i soldi stanziati e concessi al Manfredonia calcio? Perch non chiedere la restituizione al Manfredonia calcio e con quei soldi tappare questa ulteriore falla di spesa senza che si vada ad incidere sulla spese del debito pubblico?
    Mi scuso x il disturbo.


  • Dany

    Caro Sindaco intervenga per chiarimenti, che cosa fanno in questi servizi sociali?
    Abbiamo tante assistenti sociali lí che prendono stipendi e poi questa nuova aggiunta della responsabile di Piano…
    Penso che questa città meriti dei chiarimenti su soldi pubblici revocati, perchè non si è fatto il proprio dovere, per incompetenza o per cosa?
    Forse servirebbe altro personale, che vergogna…


  • antonella

    Sono d’accordo con deny, il sindaco è gentilmente pregato di chiarire l’accaduto, si è concorso in un bando pubblico regionale, si è avuto una prima tranche di fondi, cosa è accaduto? Perché la regione ha chiesto questa restituzione? Chi erano i beneficiari di tale progetto, e di chi sono le responsabilità in essere, la questione va chiarita non solo perchè si parla di fondi pubblici ma anche perché sicuramente il progetto in essere riguardava portatori di disabilità. Una spiegazione deve essere data e chi ha sbagliato dica il perché.


  • Anto

    Ma scusate in questo comune ci sono gli assistenti sociali ? Io ho un ragazzo disabile ho abilitato fuori li erano solo in 2 per una città di 80.000 abitanti io non gli ho mai cercati, ma loro puntualmente max 6 mesi si facevano vivi, per chiedere come andava, proporre progetti, eventuali domande su cose che ti potevano spettare ecc. Qui io gli ho cercati a l’inizio per un piccolo problema dove mi hanno detto che non potevano fare nulla, mi sono fatto una certa idea e non gli ho più cercati, lo stesso hanno fatto loro.


  • Nonnemi

    È la politica che deve dare spiegazioni in questi casi. Una cosa è chiara, il Comune non solo dovrà restituire parte del contributo già erogatogli, ma non è stato neppure in grado di beneficiare degli altri soldi che la Regione gli aveva messo a disposizione. E poi i lamentiamo che non si fa niente perché i soldi non ci sono. Qui, a non esserci, è solo la volontà di agire nell’interesse della cittadinanza. Dov’è l’assessore Varrecchia? Che starà mai facendo? Chiarisca l’accaduto e quali sono le responsabilità dei propri uffici in merito.


  • luca

    C’è gente che nella vita vive elemosinando, poi c’è chi pur avendo problemi seri di disabilità punta tutto sulle proprie forze e non chiede niente a nessuno, dovrebbero essere loro dei servizi sociali a cercarti perché non è giusto che chi si da più da fare e ha orgoglio non debba ricevere ma nulla a maggior ragione che ci sono Fondi che avanzano.


  • Dany

    Ma no, daranno la solita colpa alla Regione, per la non chiarezza…
    Chiedo alla gentile redazione di insistere e riproporre questo articolo, se no, c’è da pensare solo due cose: Menefreghismo ed Incapacitá, ma non solo in questi progetti; basta che si chiudono nella loro fortezza in via S.Lorenzo e trattano la gente, che chiede un aiuto o soldi, tutte allo stesso modo, come morti di fame e con irritante arroganza!


  • l'anticristo si è fermato a Manfredonia

    Aiutiamo i fratelli disabili, gli anziani malati. Aiutamoli!


  • Annina la pazza

    L’articolo purtroppo non risulta chiaro soprattutto per chi non comprende certi funzionamenti.. Per essere più chiari: i soldi sono tornati indietro perché quando messi a disposizione dell’Ambito non esistevano strutture candidate (tranne una) pertanto nessuna struttura ha fatto richiesta di fondi!!! Ora continuate a scrivere cavolate quanto volete ma la verità è questa.. Ne avranno anche di colpe ma questa volta l’Amministrazione non c’entra proprio niente. Ho scritto meno politichese possibile chi vuol capire capisca chi vuole invece nascondersi dietro nick o altro pur di dire la sua quanto meno facesse meno demagogia che già i problemi sono tanti..


  • Nonnetta

    Ci spieghi qualcosa l’ex assessore Cascavilla ???scriva di questo sul suo blog ?adesso non parla??? Era lui l’assessore quando si perdevano questi soldi


  • Franco

    I servizi sociali sono assediati dai questuanti, purtroppo.


  • Redazione

    Sfumano 500mila euro del Piano Sociale di Zona 2014-2016 e tutto tace

    di Nico Baratta
    Foggia, mercoledì 06 luglio 2016

    Sarò breve e conciso. Perché questa scelta? Semplice, il tema trattato meriterebbe una lunga riflessione e un’articolata discussione che, però, con la stampa diverrebbe il solito processo mediatico, e ciò non gioverebbe al fine preposto. Meglio dir le cose come stanno e attendere risposte dai diretti interessati.
    La notizia che non è rimbalzata alle cronache è la revoca dei finanziamenti previsti per l’Ambito Sociale di Manfredonia, cui fa parte anche Monte Sant’Angelo. Si parla di ben 500mila euro ritornati nelle casse della Regione Puglia. Danari del Piano Sociale di Zona 2014÷2016 per i comuni di Manfredonia, Monte Sant’Angelo, Mattinata e Zapponeta.
    Ora, a chi attribuire le colpe? Al Coordinamento Istituzionale che non si riunisce più? Ai Sindaci e Commissari Prefettizi dei comuni del Piano in oggetto? Questo non posso asserirlo giacché nessuno ne parla e nessuno parla. Ma di una cosa son certo che da quando il comune di Monte è stato commissariato nessuno si è posto il problema e men che meno i Commissari Prefettizi Straordinari che avrebbero potuto utilizzare quei soldi per la collettività. Lo stesso dicasi per gli altri comuni, o meglio per i sindaci di quei comuni.
    A me sorge un dubbio, che chi doveva indirizzare l’utilizzo dei 500mila euro o non ne è stato capace o non ha avuto volontà a farlo. Forse, anche, non ha avuto i mezzi per farlo? È un dubbio, lecito, ma che in tutta onestà vorrebbe una risposta, senza sollevare polveroni, solo giustifiche che responsabilizzino chi di dovere, chi era preposto a finalizzare tal finanziamenti.
    La revoca, come è noto per la carica ricoperta, è stata attuata dall’assessore al Bilancio della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, montanaro DOC e astro lucente del PD. Ma come, un montanaro DOC che revoca soldi al suo paese e al suo territorio? La legge non ammette ignoranza, forse deroghe ma che dovevano essere giustificate da altrettante richieste, mai giunte a Piemontese, sia chiaro. E qui entra in ballo chi ha avuto la nomina a rappresentare Monte al tavolo dei Piano Sociale di Zona e chi degli altri comuni.
    Insomma, la Regione Puglia stanzia fondi succulenti per riqualificare il territorio e nessuno di chi oggi amministra i quattro comuni del Piano Sociale di Zona 2014÷2016 ha avuto la capacità di farlo. Con tutta sincerità io avrei sbattuto i pugni sul tavolo del Piano affinché chi rappresento, politicamente con voti dati e/o con nomine straordinarie ma fiduciarie dello Stato, poteva godere di servizi migliori pagati con fondi pubblici forniti dalla Regione Puglia e non dalle sempre e annose tasse comunali che svuotano le nostre tasche prima che altri enti lo facciano. Scelte…discutibili…

    Ad Maiora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati