GarganoManfredonia
Difficoltà cui dovrebbe provvedere a presto un’apposita commissione consiliare. Ad aprire la seduta è stato Angelo Ianzano in veste di consigliere anziano (il più suffragato)

Per vie delle difficoltà procedurali, riunione fiume per il Consiglio di San Marco in Lamis

Circa la scelta dei rappresentanti comunali in seno agli Enti ed Aziende esterne, ribaditi gli indirizzi precedenti

Di:

San Marco in Lamis. È andato per le lunghe la seduta di insediamento di ieri sera per il nuovo Consiglio Comunale di San Marco in Lamis. E questo per via di una serie di difficoltà procedurali connesse alla nuova condizione di paese inferiore ai 15 mila abitanti ed altro. Difficoltà cui dovrebbe provvedere a presto un’apposita commissione consiliare. Ad aprire la seduta è stato Angelo Ianzano in veste di consigliere anziano (il più suffragato). Lo ha fatto in modo pacato con un discorso esaustivo sulla democrazia. Ciò nonostante all’introduzione del primo punto (esame degli eletti alla carica di vice – Sindaco e di Consigliere e delle condizioni di eleggibilità di ciascuno di essi), all’improvviso e per scelta di strategia politica autonoma i quattro componenti della lista “San Marco nel cuore”), capeggiati da Pasquale Spagnoli, si sono allontanati dall’aula. Quindi, l’argomento dopo una breve discussione, è passato con voto unanime, compreso il rappresentante “Cinque Stelle”, Leonardo Coco. Rientrati i fuorusciti, il nuovo Sindaco Michele Merla ha pronunciato, visibilmente commosso, la rituale formula del giuramento. Le sue parole sono state accolte con applauso unanime. Dopo un vivace confronto tra maggioranza (quelli della lista di “Per San Marco”) opposizione (“San Marco nel cuore” più l’esponente di “Cinque Stelle”) circa l’ipotesi di rinvio o meno dell’argomento, si è proceduto alla votazione del presidente dell’assemblea, alla cui carica, come proposto dalla vigilia, è stato eletto con 11 voti a favore, Emanuele Leggieri, navigato uomo politico ed amministratore comunale più volte, che ha assunto da subito l’incarico. Quindi, dopo una breve sospensione dei lavori, si è proceduto con votazione similare alla scelta del vice presidente dell’assemblea. Cosicché con 10 voti è stata designata, Antonietta Sicigliano, avvocato, della succitata minoranza “San Marco nel cuore”. Illustrato il corposo programma comunale dal primo cittadino e sottoposto al voto, lo stesso è stato condiviso dalla sola maggioranza. Lo Spagnoli, con toni ironici ha sostenuto che l’anzidetto documento sarebbe formato da proposte simili a quelle contenute nel loro programma di lista. Dello stesso avviso, il suo compagno di cordata Nicolò Potenza.

Circa la scelta dei rappresentanti comunali in seno agli Enti ed Aziende esterne, ribaditi gli indirizzi precedenti. Designati pure, ognuno per il suo conto, i nuovi componenti la Commissione elettorale. Per la maggioranza, gli effettivi sono Loredana Leggieri e Mossuto Grazia, i supplenti Luigi De Nisi e lo stesso Presidente dell’assemblea Leggieri ; per l’opposizione (in questo caso unita): il succitato Potenza effettivo e Leonardo Coco supplente. Infine, condiviso a maggioranza il regolamento sulle procedure delle istituzioni di mediazione tributaria.

(A cura di Antonio Del Vecchio, Rignano Garganico 28.06.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati