Cronaca
La donna aveva denunciato l’ex compagno per “stalking”

“Diabolico persecutore dell’ex”: deferito imprenditore ad Ariano Irpino

L’imprenditore infatti aveva subdolamente acquisito copie di documenti d’identità di clienti della sua azienda e, con un abile stratagemma, era riuscito a farsi attivare, a nome di questi ignari clienti, ben 6 nuove schede telefoniche

Di:

Avellino. Personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Ariano Irpino, a seguito di un’attività d’indagine ha deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento un cinquantenne del posto, noto imprenditore, per violazione della privacy, ricettazione e attività di stalking nei confronti di una quarantenne.

Lo riporta il sito della Polizia di Stato.

“L’uomo aveva avuto una relazione con una donna separata e non accettava la fine della loro storia”. Da qui aveva cominciato a “perseguitare lei e le sue figlie, pedinandole, molestandole telefonicamente e perfino danneggiando le autovetture a loro in uso”.

La donna aveva denunciato l’ex compagno per “stalking” , “ottenendo nei confronti del suo molestatore l’applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa e il divieto di comunicazione attraverso qualsiasi mezzo”. “Ma il cinquantenne, incurante della sottoposizione alla misura cautelare perché evidentemente in preda a folle gelosia e a una vera e propria ossessione verso la donna, decideva di vendicarsi e cominciava a minacciarla su facebook attraverso dei falsi profili femminili, da lui illecitamente creati”.

“L’attività persecutoria continuava fino a raggiungere il culmine in una serata presso un noto locale di Ariano Irpino, allorquando il cinquantenne si presentava al tavolo dove la sua ex stava cenando in compagnia di amiche e la bloccava fisicamente per pretendere chiarimenti. Il piano diabolico tuttavia non si arrestava, tant’è che il cinquantenne si impossessava dell’identità di alcuni clienti della sua Azienda per continuare a molestare la sua ex compagna. L’imprenditore infatti aveva subdolamente acquisito copie di documenti d’identità di clienti della sua azienda e, con un abile stratagemma, era riuscito a farsi attivare, a nome di questi ignari clienti, ben 6 nuove schede telefoniche presso alcuni punti vendita di Telefonia Mobile di Ariano Irpino, con le quali continuava ripetutamente a telefonare alla sua ex compagna , in particolare nelle ore serali e notturne”.

FONTE http://questure.poliziadistato.it/Avellino/articolo/896595381c922c28697695665



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi