EconomiaManfredonia
E' questa la richiesta contenuta nella lettera che il presidente dell’Associazione dei Comuni italiani, Piero Fassino, ha inviato ai Ministri Padoan e Alfano

Fassino: ridurre tempi di emanazione Dpcm Fondo di solidarietà comunale

"Attualmente – conclude il Presidente dell’Anci - lo schema di Dpcm, elaborato su proposta del ministero dell’Interno, risulta alla firma del ministro dell’Economia"


Di:

Roma – “Ridurre, per quanto possibile, i tempi di emanazione del Dpcm che determina formalmente l’ammontare e il riparto del Fondo di solidarietà comunale 2015”. E’ questa la richiesta contenuta nella lettera che il presidente dell’Associazione dei Comuni italiani, Piero Fassino, ha inviato ai Ministri Padoan e Alfano e al sottosegretario De Vincenti. Dopo aver sottolineato che “considerati i tempi di adozione del decreto legge Enti locali, non è stato dato corso, comprensibilmente, alla norma concordata per l’erogazione di un acconto sul Fondo di solidarietaà comunale 2015, inizialmente prevista nel corso del primo semestre” Fassino segnala che tale acconto è necessario per “assicurare un più ordinato flusso di liquidità ai Comuni, le cui principali risorse sono scandite dai pagamenti dei tributi immobiliari (giugno e dicembre di ciascun anno). Il decreto reca invece, opportunamente, una soluzione a regime del problema, in base alla quale – evidenzia – dal 2016, si prevede l’erogazione di un acconto iniziale entro il 31 marzo”.

“La regolazione delle erogazioni del Fondo sulla base del Dpcm che ne determina formalmente l’ammontare e il riparto permetterà altresì – aggiunge – di assicurare scadenze di pagamento coerenti con le esigenze di liquidità degli enti anche per la seconda parte di ciascun anno, nell’intervallo temporale che va da giugno a dicembre, senza dover ricorrere a strumenti legislativi”. ‘’A tal fine, già per il corrente anno, è indispensabile poter disporre del Dpcm relativo al Fondo 2015, evitando i ritardi che ne hanno caratterizzato l’emanazione negli scorsi anni. Attualmente – conclude il Presidente dell’Anci – lo schema di Dpcm, elaborato su proposta del ministero dell’Interno, risulta alla firma del ministro dell’Economia, dovendo poi essere sottoposto al presidente del Consiglio e verificato dalle tre sezioni della Corte dei Conti competenti per i tre organismi centrali coinvolti”.

Redazione Stato

Fassino: ridurre tempi di emanazione Dpcm Fondo di solidarietà comunale ultima modifica: 2015-07-28T20:47:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This