Manfredonia
Nota sulla vicenda della sponsorizzazione dell'EnerGas del Manfredonia Calcio

Giovanni Caratù “Sindaco o Monarca assoluto”

"Mica Moratti e Tronchetti Provera, quando hanno venduto l'Inter e la Pirelli ai Cinesi, si sono chiesti da dove provenisse quel danaro"

Di:

Manfredonia. Premetto, a scanso di equivoci, che sia personalmente che come movimento politico siamo contrari all’insediamento dell’EnerGas a Manfredonia. Nutriamo forti dubbi sull’impatto che questo impianto potrebbe avere sulla sicurezza della città, ma soprattutto siamo convinti che la sua costruzione non sia economicamente sostenibile perché basata su una tecnologia obsoleta, e i prodotti che si andrebbero a commercializzare non avrebbero nessuna prospettiva di sviluppo (a meno che, sin da oggi, si pensi già ad una riconversione di questi enormi serbatoi).
Inoltre, è ben nota la posizione mia e del movimento sul contratto che lega il Comune al Manfredonia Calcio per la gestione del campo sportivo Miramare: da sempre consideriamo il canone che il Comune paga per la gestione dell’impianto come un contributo SIC ET SIMPLICITER alla società sportiva.

La vicenda della sponsorizzazione dell’EnerGas del Manfredonia Calcio – e la scomposta reazione del sindaco e della giunta circa l’interruzione del contributo che il Comune versa alla squadra di calcio cittadina – pone seri interrogativi su come questa amministrazione, ed il sindaco in particolare, considerino il Manfredonia Calcio. Ovvero come un’appendice del Comune stesso, o addirittura come una sua partecipata, influendo pesantemente sulla sua gestione.

Comprendo il valore affettivo che il Manfredonia Calcio ha per Angelo Riccardi (è stato il motore della sua ascesa politica e sotto la sua guida ha raggiunto i massimi risultati mai ottenuti), tuttavia ritengo inopportuno, forviante confondere la sponsorizzazione con il “Problema ENERGAS”. La società EnerGas col suo denaro privato può fare ciò che vuole: aprire ospedali, asili nido, finanziare la ricerca universitaria (o regalare i panettoni a Natale), ed anche sponsorizzare il carnevale o il Manfredonia Calcio. Questo non ci farà cambiare opinione sulla realizzazione dell’impianto prospettato.

Dunque, dal sindaco aspettiamo atti concreti per impedire che detto impianto non sorga nelle vicinanze della città, non queste ripicche che non fanno altro che confondere la gente sul vero motivo del contendere. Mica Moratti e Tronchetti Provera, quando hanno venduto l’Inter e la Pirelli ai Cinesi, si sono chiesti da dove provenisse quel danaro, se frutto di sfruttamento degli operai o se in Cina i diritti umani venissero rispettati. Lasciamo gli affari alle imprese, la politica ai politici senza nessuna commistione. L’economia di questa città è permeata pesantemente dalle attività economiche e dalle scelte dirette o indirette del Comune. Fin quando questo preponderante peso non diminuirà, Manfredonia non darà mai una spinta al cambiamento.

Ad Angelo Riccardi chiediamo che difenda la salute dei cittadini, diritto costituzionalmente protetto nonché compito principale di un sindaco. La sponsorizzazione della squadra di calcio non credo sia la priorità, tantomeno un problema che debba riguardare la sfera della politica.

(A cura di Giovanni Caratù, Manfredonia 28.07.2016)



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • Franco

    Dopo aver visto il video del sindaco ed aver letto le delibere sul campo sportivo mi è diventata improvvisamente simpatica Energas…


  • Vincenzo

    Monarca assoluto!
    Manfredonia è tutta “partecipata “.


  • Renata

    Sei piccolo di …. Povero …. Non hai capito un c…… Rivediti il video …..


  • pino

    Caratù? Ma non dovevamo verderci più? Sii silente….che il Sindaco vi…mangia!


  • Uno di Voi

    Questa di Caratù è una riflessione timida, democristiana, non originale e quindi non pienamente sentita, comunque più che condivisibile!

    Mi aspetterei riflessioni su Energas non da un “neutro”, ma da chi conta politicamente, come i massimi politici locali, dai consiglieri comunali, dagli assessori, dai vari Presidenti

    Costoro, per il ruolo pubblico che ricoprono, dovrebbero avvertire quotidianamente la popolazione con TONI ALLARMISTICI sull’impatto di tale impianto sull’intero territorio di Manfredonia.

    Sembra, invece, che il caso “Energas” non gli tange, sembrano che vivano o vivranno in un’altra città, oppure, molto probabilmente, non hanno capito che tipo di insediamento è il deposito di GPL, il significato di “rischio incidente rilevante” che non riguarda solo gli operai, non solo coloro che vivono lì vicino, ma riguarda tutta la popolazione di Manfredonia.

    Ma questa della pericolosità dell’impianto è solo uno dei tantissimi impatti che ha il deposito sul territorio, tra l’altro il meno impattante!

    Il problema, quindi, non è il ruolo da monarca del Sindaco, che è previsto tale dalle Leggi italiane, il problema è la mancanza nelle sue parole e nei suoi fatti e non-fatti di buon senso e di efficacia nel raggiungere l’obiettivo pubblico n.1 in questo momento storico per Manfredonia.

    Un grosso problema politico favorito dai 24 signorsì dei consiglieri comunali e dai 7 signorsì degli assessori e dai signorsì dei deputati e senatori vecchi e nuovi della Repubblica, dei consiglieri regionali vecchi e nuovi.

    UNA UNANIMITA’ IMPRESSIONANTE!

    Non è possibile che tutti costoro ai silenzi opportuni, alle affermazioni e ai fatti pro Energas di Riccardi tacciano!

    Se tacciono ne sono evidentemente complici.

    Mai come in questo “caso Energas” si è avuta la possibilità di vedere on-line i documenti, le autorizzazioni e chi è interessato ha potuto dare un suo giudizio personale su questo progetto e farsi un’idea personale della sua pericolosità, in quanto impatta su almeno 15 “valori pubblici” che il Sindaco, il Consiglio Comunale, la Giunta, il mondo rappresentativo, quello politico, quello associazionistico culturale ambientale e sociale ed economico, nonchè il singolo cittadino, sono CON FORZA E RAGIONE CHIAMATI A TUTELARE E A DIFENDERE CON I DENTI.

    SE TUTTO IL CONSIGLIO COMUNALE ED IL SINDACO SONO CONTRARI ALL’INSTALLAZIONE DI ENERGAS BISOGNA ESSERE SEMPLICEMENTE CONSEGUENZIALI.

    L’OBIETTIVO PUBBLICO E’ DI NON FARE INSTALLARE ENERGAS, QUINDI IN CONFERENZA DEI SERVIZI DEVE ENTRARE DIRETTAMENTE LA VOLONTA’ GENERALE DELLA POPOLAZIONE, ALLORA SI CHE SI FA UN’ AZIONE EFFICACE PER IMPEDIRE TALE DANNO AL TERRITORIO E NON SOLO.

    ECCO CHE SE L’OBIETTIVO E’ CHIARO VIENE SPONTANEO INFORMARE LA POPOLAZIONE PRIMA DELL’IMPATTO, POI DELL’ITER BUROCRATICO E POI DELLE AZIONI DA INTRAPRENDERE IN MODO COLLETTIVO

    Invece si assiste, da un anno, a NON AZIONI, al silenzio, ad iniziative politiche dilatorie che tendono a favorire nei fatti ENERGAS:

    1. Voto del Consiglio Comunale
    2. cambio di destinazione d’uso a tempo scaduto;
    3. modifica dello Statuto per il referendum a tempo scaduto;
    4. regolamento attuativo del referendum a tempo scaduto
    5. consultazione della popolazione solo perchè previsto dalla Legge, ma l’anno prossimo, cioè ancora a tempo scaduto.

    Ora si assistono alle assurdità, cioè a ragionamenti che invece di arrivare all’obiettivo, lo scansa!

    Un esempio?

    Il Sindaco è convinto che il parere negativo del Comune di Manfredonia e della Regione Puglia in conferenza dei servizi possa valere qualcosa su un impianto di “strategico e di preminente interesse nazionale” !!!!

    Un’altro?

    Rifiutare di rilasciare il Permesso di Costruire!

    Ad una strategia fallimentare come questa, ecco, mi aspetterei dai consiglieri o dai dirigenti di settore una loro nota di buon senso, invece niente!

    Su una manifestazione popolare in piazza, manco a parlarne.

    Ecco che il sodalizio tra Sdanga ed Energas diventa l’alibi giusto, il motivo per troneggiare e farne una inutile polemica viscida e subdola.

    Il Monarca primeggia perchè vogliono e farlo primeggiare

    …sia per portare in porto il progetto Energas, perchè Riccardi è l’unico che può acquietare la cittadinanza….

    ….. o male che vada, da sciacalli, aspettano che cada, addossandogli la colpa quando saranno iniziati i lavori

    COLPA che, come visto, non ce l’ha solo il Monarca ma tutta LA COORTE CELESTE!!!!

    MANO NELLA MANO, LA COORTE CELESTE, IL SINDACO ED ENERGAS SONO LEGATI TRA DI LORO !!!!

    E NOI A GUARDARE LE STELLE!

    #SindacoscendiinPiazza#


  • Raffaele Vairo

    Premesso che non voglio occuparmi di dietrologia politica, voglio solo esprimere il mio pensiero sull’articolo di Giovanni Caratù. Secondo me Caratù ha ragione quando, tra l ‘altro, dice: “La società EnerGas col suo denaro privato può fare ciò che vuole….”. E ancora quando invita il Sindaco: “a difendere la salute dei cittadini, nonché a compiere atti concreti per impedire che l’impianto Energas sorga nelle vicinanze della città”. Tuttavia, ha torto quando sostiene: “di ritenere inopportuno e forviante confondere la sponsorizzazione con il Problema ENERGAS”.
    E’ vero, infine, che la sponsorizzazione della squadra di calcio non rappresenta la priorità in questo momento, ma non è vero che il problema non debba riguardare la sfera politica, certo non negli aspetti diciamo “contrattualistici e affaristici”, ma negli effetti “politici” in senso ampio per la città. Ciò premesso, va detto che la società EnerGas non ha sicuramente sponsorizzato il Manfredonia Calcio perché tifa… per i nostri colori. Caratù, poi da un lato, invita il Sindaco a tutelare la salute dei concittadini, e dall’altro lo esorta a non occuparsi della vicenda della sponsorizzazione dell’EnerGas del Manfredonia Calcio. Io credo che la sponsorizzazione in argomento abbia anche una “valenza politica” e credo, altresì, che il Sindaco abbia il dovere morale, istituzionale e politico di occuparsi della questione. Non considero, quindi, “scomposta” la reazione del sindaco e della giunta circa l’interruzione del contributo che il Comune versa alla squadra di calcio cittadina, in quanto trattasi di una scelta amministrativa che rientra nella normale dialettica politica. Concludo con due domande dirette a Caratù.
    1. che tipo di “responsabilità sociale e ambientale” un’impresa (come l’Energas) ha verso il territorio dove intende operare?
    2. non crede che questa responsabilità coinvolga, non solo i cittadini, ma anche le Istituzioni locali comprese quelle politiche?
    Cordialità
    PS: sono un tifoso del Manfredonia!

    Le ragioni sono presto dette.


  • W Manfredonia

    Giovanni se lo bacchetti perché lo vai a trovare in ufficio alle 8? —


  • IL GRANDISSIMO INCUBO DI UN CICLOPICO DEPOSITO DI GPL A MANFREDONIA IN ZONA SISMICA

    vedremo..vedremo…


  • La (p)olitica sipontina

    L’histoire Energas segnerà la fine di tutta la classe politica dirigente sipontina, dal sindaco, deputati, consiglieri regionali e quant’altri. O saranno i loro superiori da Roma a purgarli oppure lo farà popolo che ha capito il loro spessore umano e politico. Fatto il pasticcio non sanno come uscirne.


  • agguerrito

    Finalmente ci siete arrivati!!!!!
    Il calcio e i panettoni non hanno nulla a che vedere sull’insediamento dell’energas.
    Caproni….non sarà di certo il Manfredonia calcio a decidere se l’impianto si fará o meno.
    Il monarca continua a prendervi in giro!!!!!
    Ricordatevi che il pastore riconosce sempre il suo gregge.


  • Maria Guerra

    Giovanni, ho sempre sostenuto che sei persona preparata ma questa “uscita” potevi riepaemiarcela. Mi sembra di leggere cose scontate e sul comportamento del sindaco aggiunngerei che sta facendo la sua parte contro l’energas con moderazione e da “primo cittadino” e non da sindacalista


  • ex elettore Magno pentito

    Caro Caratu’ , voglio ricordarti, vista la tua memoria corta, che Riccardi quando partecipò alle provinciali e non ancora impegnato nel MANFREDONIA calcio, ottenne un risultato incredibile a livello nazionale con il 46% di preferenze. Per cui UNO dei motivi per cui la gente non vi premia è perché oltre a non proporre qualcosa di concreto, sapete solo guardare e sparlare di uno chiamato Riccardi e che per vostro malgrado è la STORIA DI MANFREDONIA.Sappiamo che è difficile digerire per voi e in particolar modo per il professore di MANFREDONIA VECCHIA TUTTO QUESTO.


  • antonella

    La cosa peggiore dell’essere una città di asserviti è l’essere popolo mentalmente soggiogato dalla prostrazione mentale oltre che morale, smettete di parlare di “re” perché quella è una nota del pentagramma, smettete di parlare di “monarca”, qui al massimo si può citare l’arroganza mista alla prepotenza scaturite dal logorio della megalomania,
    Effetto visibile in persone mentalmente impreparate nel gestire compiti e ruolo che scaturiscono dalla responsabilità istituzionionale ed amministrativa, chi non ha la capacità e lo spessore politico giusto, confonde la figura politico istituzionale, conformata al rispetto delle regole e del percorrere il supremo ed unico interesse collettivo nel rispetto di tutte le parti, con una gestione piu famigliaristica ed approssimata del capovaccaro. Smettiamo questo qualunquismo, rendiamoci liberi da qualunque soggezione, il mondo ne ha visti di “veri” dittatori, nessuno di loro si è goduto la pensione.


  • Giuseppe

    E’ la sensazione di tanti signor Caratù, ma la convenienza dei più!


  • Ciro

    Un altro sotto paga…


  • Ipocrisia sipontina

    Il tuo partito movimento ha fornito i voti al sindaco ora che cosa vuoi? Siete/siamo tutti uguali a Manfredonia! Prima li portiamo al potere e poi ci lamentiamo? O sbaglio?


  • Michele

    L’ENERGAS può gestire i suoi soldi privati come vuole,però deve esserci sempre un suo tornaconto. Vuole prendere due piccioni con una fava . Primo :sponsorizzando il manfredonia calcio e poi con l’installazione (futura e incerta) del GPL. Menale ha capito che PANEM ET CIRCENSES è la terapia giusta per un paese affamato di lavoro e sull’orlo di un precipizio. La storia si ripete sempre: nell’antica Roma ,2000 anni fa, si pensava a fare i giochi al Colosseo per divertire la gente e tenerla sottomessa all’imperatore. Oggi si persevera in questo sbaglio . Si continua a sbeffeggiare l’uomo,con false promesse di lavoro. X ex elettore Magno pentito: il tuo caro Riccardi, può rimanere nella storia solo con un secco no all’ energas e alla testa di una enorme manifestazione popolare. SI che lo ricorderemo per sempre. Farà un figurone!


  • Maria Guerra

    menale menale, solo ai politici porta male
    mentre al calcio di sdanga porta il gas
    non ossigeno puro ma prodotto energas
    ma dopo chiederanno l’intervento dei nas


  • ex elettore Magno pentito

    Continuo a non capire un tubo di quello che scrive -Antonella. Per favore qualcuno di MANFREDONIA VECCHIA vuole tradurre? Grazie.


  • antonella

    Complimenti ex elettore, tra il commento lasciato e la faccia che ti ritrovi ti sei classificato degnamente non —


  • in quell ufficio del comun

    Ma li avete visti, a fare certi commenti, insulti, attacchi alla persona sono sempre gli stessi chiusi in quell ufficio, ore e ore, sempre la stessa farsa. insultare chiunque abbia il coraggio di scrivere la verità e mettere la faccia si nascondono dietro pseudo nomi ————————


  • I politici sipontini sono tutti a favore dell'Energas.

    Non credete a niente di quello che dicono è una una farsa schifosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati