Foggia

“L’impegno della FIOM Cgil per lo stabilimento CNHi di Foggia”

Di:

Foggia. In data 28 luglio 2016, si è tenuto la riunione dei delegati della Fiom Cgil della CNHi di Foggia con la partecipazione della Fiom provinciale e regionale. Il dibattito si è incentrato sulle ultime situazioni sviluppatesi all’interno dello stabilimento foggiano che hanno visto la delegazione Fiom impegnata nel sostenere le richieste dei lavoratori di modificare l’impostazione unilaterale aziendale, di far ricorso al lavoro straordinario comandato al sabato,con un accordo sindacaleper realizzare le produzioni aggiuntive con un incremento dell’occupazione.

Si è ribadito come le iniziative sindacali,promosse dalla FIOM, (assemblee, volantinaggi, scioperi ecc) definite nelle assemblee con i lavoratori, hanno determinato le condizioni perché la Direzione aziendale modificasse le proprie comunicazioni (turni ad orario ridotto del sabato con conseguenti 130 nuove assunzioni, trasformazioni dei contratti di lavoro da part time a full time). E’ emersa la convinzione che bisogna continuare nella costruzione di un percorso sindacale autonomo e democratico per definire proposte contrattuali che rispondono alle esigenze dei lavoratori per garantire stabilità occupazionale e livelli produttivi richiesti attraverso investimenti utili ad aumentare la capacita produttiva e a migliorare le condizione di lavoro. In ragione di ciò, la Fiom sarà impegnata, sul territorio, a sostenere iniziative sul settore automotive per realizzare un piano di interventi per la stabilità occupazionale, investimenti, organizzazione del lavoro e sicurezza, coinvolgendo anche le istituzioni pubbliche.

(A cura di FIOM CGIL, Foggia 28.07.2017)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati