GarganoManfredonia
Nota stampa

Nunziante su mozione concorso RIPAM

Relativamente al concorso RIPAM – ha riassunto Nunziante - dei 200 posti a concorso, 13 sono stati destinati a personale in mobilità

Di:

Bari. La mozione presentata dal consigliere Alfonso Pisicchio, relativa allo scorrimento delle graduatorie concorsuali vigenti e alla stabilizzazione del personale a tempo determinato, ha dato l’opportunità all’assessore alle risorse umane Antonio Nunziante di presentare un quadro della situazione aggiornato. L’assessore Nunziante ha annunciato che nella mattinata sono state concluse le procedure per il transito nei ruoli regionali dei 221 ex dipendenti provinciali per i quali sono state assorbite le risorse nella capacità assunzionali 2015-2016.

Relativamente al concorso RIPAM – ha riassunto Nunziante – dei 200 posti a concorso, 13 sono stati destinati a personale in mobilità, 121 agli amministrativi e 66 per figure tecniche. Su questo concorso sono state reperite tutte le disponibilità della capacità assunzionale 2013-2014, pari, per il 2013, al 40% data dalla legge dello Stato. Nel 2014, la Puglia, disponendo di un coefficiente inferiore, ha usufruito di una capacità assunzionale pari al doppio, per risorse finanziarie complessive pari a 2.943.411,93 euro. Questa capacità assunzionale consentirà entro l’anno, di assumere le prime 94 unità, di cui 61 relative alle figure amministrative e 33 a quelle tecniche.

Gli idonei sono in totale 483, 337 amministrativi e 146 tecnici. “Quello che la Giunta ha intenzione di fare – ha spiegato l’assessore – è contenuto esattamente nella lettera inviata al Formez in cui si comunica che la Regione Puglia è in procinto di adottare un apposito atto con il quale, in base al vigente Regolamento regionale dei concorsi n. 17 del 16 ottobre 2006, si procederà ad approvare le graduatorie finali di merito già pubblicate da RIPAM nell’ottobre del 2015. Con l’atto di approvazione della graduatoria sarà data formale validità triennale alle stesse. Partendo non più dal 2015, ma dal 2016, quindi le scadenze si allungano ancora di un anno per arrivare a settembre del 2019. A RIPAM – ha proseguito Nunziante – è stata fornita la disponibilità della Regione Puglia a sensibilizzare altri enti pubblici ad attingere dalle graduatorie degli idonei per la copertura di eventuali posti disponibili presso le loro dotazioni organiche”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati