Cronaca
Cosa succede se entrando in autostrada vi accorgete di aver sbagliato direzione?

Sicurezza stradale: Tir di 18 metri fa inversione in autostrada

Il tir dovrà restare fermo per 3 mesi

Di:

Cosa succede se entrando in autostrada vi accorgete di aver sbagliato direzione? Ai guidatori “normali” viene in mente di uscire al primo casello; non così ad un autista di un tir di 18 metri che, sull’autostrada della Cisa, vicino a Pontremoli in provincia di Massa Carrara, ha deciso di fare un’inversione ad U sfruttando una piccola apertura lungo il guard rail che divide i due sensi di marcia. Più precisamente: prima si è fermato in corsia di emergenza, poi, avendo fretta di risolvere il suo problema, si è buttato a sinistra, riuscendo a infilarsi con il tir in un piccolo spazio vuoto, all’altezza del divisorio tra le due carreggiate. La manovra è durata diversi minuti nei quali gli automobilisti in transito hanno schivato il mezzo ed hanno avvisato la Polizia stradale.

Pochi minuti dopo aver effettuato la manovra, fortunatamente senza nessuna conseguenza per la sicurezza degli altri automobilisti, l’uomo è stato fermato e denunciato dagli agenti per attentato alla sicurezza dei trasporti. E’ stato riconosciuto dai poliziotti dalle immagini registrate da una telecamera orientata proprio su quel punto dell’A/15; anche dall’esame della scatola nera del tir, si è avuta la conferma che il mezzo, nell’orario in cui è stata commessa la grave infrazione, si trovava proprio in quel posto.

L’autista è stato inoltre sanzionato per 8 mila euro e nei suoi confronti è stata avviata la procedura per la revoca della patente.

Il tir dovrà restare fermo per 3 mesi.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati