Politica

Lemma: “Governo bypassa Taranto, il Pd dica No insieme alla città”

Di:

Anna Rita Lemma (statoquotidiano - twitter@)

Taranto – “L’ILVA, stando al decreto emanato lunedì scorso dal Governo, potrà realizzare due discariche (per rifiuti speciali e pericolosi) evitando la procedura Aia. Fa veramente specie continuare a registrare da parte dell’esecutivo scelte di tipo verticistico, in barba a qualsiasi esigenza di incontro con il territorio”.

“Spiace doverlo ancora sottolineare ma i ministri giunti a Taranto hanno garbatamente evitato il confronto come se la città nulla avesse detto, o rappresentato, nei lunghi mesi di questa articolata e delicata vertenza ambientale ed occupazionale. Il Governo, ancora una volta, procede su Taranto a colpi di decreti d’urgenza, bypassando il territorio, le istanze della popolazione e – secondo alcuni pareri tuttora in fase di approfondimento su un presunto conflitto di poteri con la Regione – la stessa Costituzione”.

“Non si può consentire, pur di garantire all’azienda un abbattimento notevole di costi per lo smaltimento all’esterno dei propri rifiuti speciali e pericolosi, l’uso di un’area come la Mater Gratiae, già provata da decenni di produzioni inquinanti. Si tratta di un altro sacrificio che ai tarantini suona come il danno, ulteriore, che segue l’ennesima beffa. Il Pd, insieme alla Città, dica “no” e chieda al Governo di tornare sui propri passi”.

Redazione Stato

Lemma: “Governo bypassa Taranto, il Pd dica No insieme alla città” ultima modifica: 2013-08-28T15:00:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi