Manfredonia

Il civico concerto e i maestri di banda di Manfredonia (II)

Di:

Manfredonia – IL concerto musicale di Manfredonia, già funzionante prima dell’Unità d’Italia, era composto da giovani musicanti “banda a servizio interno” che suonava solo in paese (non ancora costituito a livello comunale), ed era diretto dal M° Pietro Sparagano di Palermo. Questi, che si era trasferito da Palermo a Manfredonia, diede linfa al corpo musicale cittadino portandolo negli anni successivi ad un buon livello artistico. Per la cronaca, il M° Sparagano che si era stabilito a Manfredonia con la moglie Vincenza Bacoli, rimase vedovo nel 1862 e nel 1864 sposò Eleonora Capparelli di anni 19, figlia di possidenti di Manfredonia. Fu uno dei maestri di musica del grande compositore e pianista sipontino Michele Bellucci.

Nel 1863 la banda cittadina fu istituita ufficialmente dal Consiglio comunale, con il sindaco Felice Imperato, che diede l’incarico di direttore del concerto al M° Stefano Mirenghi. Allo stesso maestro della Banda, il Comune per contratto oltre allo stipendio gli mise a disposizione un alloggio. Gli stessi musicanti, componenti del concerto erano stipendiati dal Comune. Va altresì ricordato che la Banda di Manfredonia è stata nel tempo diretta da maestri direttori di grande spessore artistico, che hanno dato prestigio al corpo musicale cittadino, tra i quali vale la pena ricordare: il Prof. Errico Lupo, Nicola de Domenico già maestro direttore del concerto musicale di Napoli; Luigi Preite, Mariano Bonelli, Francesco Ruocco (direttori della Banda nell’800); Agli inizi del ‘900 il giovane brillante M° prof. Giacchino Baldini di Torre Annunziata che darà grande popolarità al complesso bandistico comunale di Manfredonia, con esibizioni non solo in Puglia ma anche in altre regioni con concerti tenuti persino al famoso “Gambrinus” di Napoli in piazza Plebiscito; Francesco Mazzocca ; il prof. Vito Berardi che diresse per anni il complesso cittadino, e che grazie agli allievi della scuola di musica della banda, riuscì a tenere in piedi la banda (una delle poche in Italia) durante il 1° conflitto mondiale; il prof. Cherubino Salvatore Murgo di Manfredonia; il M° Zopito Farias che nel 1926, mentre dirigeva il “Gugliemo Tell” di Rossini venne colpito da infarto, e morirà dopo tre giorni di agonia, proprio nel corso della Festa Patronale in onore di Maria SS. di Siponto; il M° Raffaele Caravaglios che sostituirà il maestro Farias e il M° Pietro Cirillo (1927-1933); dopo il M° Cirillo la Banda cittadina fu nuovamente affidata al grande maestro Giacchino Baldini che la dirigerà dal 1933 al 1939. Nel dopo guerra il capobanda Pasquale De Salvia riorganizzò il complesso bandistico cittadino, e poi lasciò per motivi di salute l’incarico di capobanda al talentuoso clarinettista Gennaro De Salvia. Agli inizi degli ’50 il concerto musicale viene affidato al M° Felice Costantini e successivamente al prof. Cherubino Salvatore Murgo.

Nel 1955 il Sindaco Giuseppe Brigida nomina maestro direttore del complesso bandistico di Manfredonia il M° Lorenzo Leporace, che terrà tale incarico fino a pochi anni della sua morte, avvenuta nell’agosto 2005, alla veneranda età di 94 anni. Questi come tutti i maestri predecessori del concerto musicale cittadino, oltre alla direzione della banda, per lunghi anni, ha insegnato musica ad una notevole schiera di allievi, nella scuola musicale della banda, oggi molti dei quali musicisti professionisti nel panorama musicale nazionale. Nel 1998, la Banda cittadina è stata diretta dal compianto maestro prof. Nino Totaro.

Dal 1999 dirige il glorioso complesso bandistico “Città di Manfredonia” il maestro prof. Giovanni Esposto, che continua la sua antica tradizione musicale, con un ottimo repertorio: classico, sinfonie, musiche da film, melodie napoletane, fantasie, marce, arricchito dalla partecipazione di un soprano e un tenore. La Banda si esibisce in feste patronali e concerti vari non solo in Puglia ma anche fuori regione.

Va evidenziato, che i componenti dell’attuale complesso musicale cittadino, sono per la maggior parte musicisti diplomati presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia. Il 18 aprile di quest’anno, in occasione della solenne Processione dei Misteri del Venerdì Santo a Bari, il complesso Bandistico “Città di Manfredonia”, ha avuto tra le bande musicali partecipanti al tradizionale sacro rito che ha avuto luogo nel capoluogo pugliese, il privilegio e la priorità di suonare dietro l’Addolorata.

Va, altresì sottolineato che la Città di Manfredonia, oltre ai maestri Salvatore Murgo e Lorenzo Leporace, ha espresso altresì, altri maestri direttori di valore e compositori di musiche per banda che hanno diretto vari concerti civici e militari in Italia: il M° Raffaele Valente (maestro direttore e autore di numerose marcette e canzoni); il M° Nicola Capurso (maestro direttore di numerosi concerti bandistici d’Italia); il prestigioso M° Antonio Triventi allievo dei grandi maestri e compositori Pietro Mascagni e Michele Bellucci. Questi che ebbe grande popolarità non solo in Italia ma anche all’estero, tenne con la Banda dell’Urbe turnèe artistiche in Europa (Germania, Russia, Ungheria etc), e poi con il complesso bandistico “P. Mascagni” di Monterotondo (Roma) concerti negli Stati Uniti e Canada. Il grande maestro direttore di banda sipontino, nel 1939 venne nominato Ispettore Centrale dei Complessi Bandistici d’Italia; ed infine il M° Lorenzo Valente, maestro direttore di diverse bande militari in Italia.

Va sicuramente riconosciuto, che tuttora, la passione per le Bande da Giro, è più sentita nella terra di Bari e in provincia di Lecce, dove operano le migliori bande musicali da giro pugliesi, e dove ancora oggi in molte feste patronali la Bande costituiscono l’attrazione principale delle iniziative civili delle Feste, con esibizioni ancora tenute sulle fastose e tradizionali casse armoniche di legno. Tra le Bande da giro delle Province di Bari, Lecce, Brindisi e Taranto c’è ancora grande rivalità nell’accaparrarsi i migliori maestri e solisti di Banda, per le stagioni concertistiche. E’ personale convinzione, che fino a quando le tradizionali feste patronali, i riti religiosi della Pasqua e le manifestazioni civili continueranno ad esistere in ogni paese, i complessi bandistici avranno sempre un ruolo importante e di richiamo nell’attività musicale delle Feste.

** Dedico questo articolo alla memoria del maestro Lorenzo Leporace, che tanto ha dato a livello musicale alla banda cittadina e ai suoi numerosi allievi della scuola di musica e al prof. Michele Castigliego, solista di clarinetto del complesso bandistico Città di Manfredonia, già 1° clarinetto nella banda della Polizia Giudiziaria di Portici e in altre bande musicali, deceduto nel marzo 2014. Questi, va ricordato, che è stato figlio d’arte (suo padre Matteo Castigliego ha ricoperto il ruolo di solista di clarinetto in famose bande da giro pugliesi). Il musicista sipontino Michele Castigliego, è stato nel corso della sua esistenza un impareggiabile maestro di vita e un brillante clarinettista e maestro di musica.

(A cura di Franco Rinaldi, cultore di storia e tradizioni popolari di Manfredonia)

FOTOGALLERY A CURA DI FRANCO RINALDI – TUTTI I DIRITTI RISERVATILe foto relative alla Processione dei Misteri a Bari, 2014, sono di Antonio Troiano



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi