Manfredonia
Come stabilito con recenti atti del VI Settore Urbanistico e SUE – Servizio Vigilanza e Abusivismo Edilizio

Manfredonia, abusi edili a Siponto: niente sanatoria per 6 privati. Aumentano i dinieghi

In precedenza (aggiornamento al 28.07.2017) erano stati 15 i dinieghi al rilascio del titolo abilitativo in sanatoria relativo a istanze di condono edilizio presentate da altrettanti privati

Di:

Manfredonia, 28 agosto 2017. CON recenti atti del VI Settore Urbanistico e SUE – Servizio Vigilanza e Abusivismo Edilizio – del Comune di Manfredonia, non è stato concesso il titolo abilitativo in sanatoria relativo a istanze di condono edilizio presentate da 6 privati, per altrettanti casi di abusivismo edile.

Da qui, il Comune di Manfredonia ha diffidato alla demolizione di opere abusive emergenti da controlli, tra l’altro, della Polizia municipale, presenti a Siponto (in zone gravate tra l’altro da usi civici e soggette a vincolo archeologico).

L’inottemperanza all’ordine demolitorio, nel termine di 90 (novanta) giorni, comporterà anche l’applicazione della sanzione pecuniaria, nella misura massima di € 20.000, di cui al comma 4 bis dell’art. 31 del D.P.R. 380/2001 e ss.mm.ii. e del Regolamento comunale per l’applicazione delle sanzioni pecuniarie agli autori degli abusi edilizi approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 28 del 02-08-2016”.

In precedenza (aggiornamento al 28.07.2017) erano stati 15 i dinieghi al rilascio del titolo abilitativo in sanatoria relativo a istanze di condono edilizio presentate da altrettanti privati.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Manfredonia, abusi edili a Siponto: niente sanatoria per 6 privati. Aumentano i dinieghi ultima modifica: 2017-08-28T17:51:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Gennaro

    In che zona di siponto si trovano tutte queste case abusive?


  • cittadino

    I cambi di destinazione d’uso da box pertinenziale all’intero edificio ad ampliamento di un’abitazione sita nello stesso edificio, attuando di atto l’eliminazione di pertinenze.
    Tali abusi sono stati fatti rientrare nel condono da parte del comune in quanto il condono rilasciato prevede la clausola “fatti salvi i diritti di terzi”.. Certamente clausola molto “amichevole”…


  • Trotta G

    Molti pensavano di fare i furbi e farsi la bella villa a Siponto con pochi soldi rispetto a tutti gli altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi