ManfredoniaStato primaVieste
A cura dei Carabinieri della Tenenza di Vieste

Vieste, arrestato allevatore sorpreso con 7 fucili di provenienza illecita (FOTO)

Pasquale Colangelo, dopo le formalità di rito, è stato associato nel carcere di Foggia

Di:

Vico del Gargano, 28 agosto 2017. I Carabinieri della Tenenza di Vieste, con l’ausilio dei militari dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Calabria”, hanno tratto in arresto l’allevatore 63enne Pasquale Colangelo, con l’accusa di detenzione illegale di armi clandestine e munizionamento, alterazioni di armi e ricettazione.

La perquisizione è stata effettuata nella masseria dell’allevatore, in località “Costella”.

L’operazione di p.g., estesa anche ad un terreno di pertinenza della masseria, ha consentito ai Carabinieri di trovare, nascosti all’interno di un muro a secco, tre tubi di plastica, uno zainetto e una scatola di cartone contenenti un vero e proprio arsenale.

L’attività si è conclusa con il sequestro di 7 fucili, di cui uno a canne mozze con matricola abrasa, tutti perfettamente funzionanti e ben manutenuti.

Oltre all’armamento, i militari dell’Arma hanno recuperato e sequestrato una canna per fucile priva di matricola, 4 kit per la pulizia delle armi, un passamontagna, 2 paia di guanti, e quasi 500 cartucce di varie tipologie e calibri: nello specifico 177 cartucce calibro 12, 2 cartucce calibro 16, una cartuccia calibro 6,2, 106 cartucce calibro 7,5, 11 cartucce calibro 9×21, 25 cartucce calibro 7,65, 21 cartucce calibro 38 special, 98 cartucce calibro 22 LR e 33 cartucce calibro 7,62 per kalashnikov.

Sono in corso ulteriori indagini per risalire alla provenienza delle armi e del munizionamento. Tutto il materiale sequestrato sarà comunque inviato al RIS per essere analizzato e sottoposto agli opportuni accertamenti biologici, dattiloscopici e balistici.

Pasquale Colangelo, dopo le formalità di rito, è stato associato nel carcere di Foggia.

FOTOGALLERY ENZO MAIZZI

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Vieste, arrestato allevatore sorpreso con 7 fucili di provenienza illecita (FOTO) ultima modifica: 2017-08-28T10:40:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • lettore attento

    Siamo circondati da tanta brava gente


  • PASQUALE

    BRAVI AI CARABINIERI!


  • svolta

    Faceva la collezione….. dirà qualche avvocato…..


  • Lettore

    Sarebbe interessante che la G.d.F espletasse cin li stesso impegno i controlli finanziari. Le armi possono portare al braccio armato della mafia, i soldi possono portare direttamente ai grandi burattinai della mafia. Era anche la teoria vincente del grandissimo Giudice Falcone.


  • Sipontino indignato

    Sono d’accordo con svolta!!


  • Giuseppe

    Complimenti e GRAZIE ai Carabinieri! Adesso i giudici devono fare la loro parte per assicurare la giusta pena!


  • Un cittadino

    Mi piacerebbe vedere la GdF concentrarsi sulle diverse e numerose attività commerciali intestate a “prestanomi” ma, di fatto, di proprietà delle organizzazioni malavitose che investono i loro ingenti “capitali” in attività d’impresa legali.
    Quasi sempre i lavoratori dipendenti di queste imprese (eccetto il prestanome titolare) non sono a conoscenza dei veri proprietari.
    Ma, come si suol dire, il denaro non ha odore…


  • Matteo

    Se lo stato garantirebbe condanne vere x i delinquenti lavoro sicoro x la gente (tutta) ci sarebbero più onesti in giro piu denunce più legalità …. però come ben vediamo i delinquenti sono sempre in giro e pieni di soldi (sporchi) mentre gli onesti stanno stiamo diventando poveracci tartassati solo di tasse anche se disoccupati pensate da chi? DALLO STATO. I nostri bravi carabinieri e forze dell’ordinein genere stanno facendo(purtroppo) solo un lavoroinutile…. Tra un pòsarannotutti fuori a godersi i loro guadagni


  • Matteo

    E comunque sia comunqu evada ragazzi arrestatene più che potete… almeno regalano un pò di soldi agli avvocati… Buon lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi