CronacaManfredonia
"Il Parlamento punta ad incrementare qualità e quantità"

Mongiello/Ginefra: “Il grano italiano dovrà essere tracciato”

Di:

Foggia. “L’origine italiana del grano è un valore aggiunto produttivo e commerciale garantito dalla tracciabilità e dall’etichettatura”. Lo affermano l’on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, e l’on. Dario Ginefra, coordinatore dei deputati pugliesi del PD, dopo l’approvazione nella stessa Commissione Agricoltura della risoluzione a sostegno della cerealicoltura nazionale. “L’obiettivo perseguito è duplice: incrementare la qualità e la quantità del prodotto made in Italy, distribuendo equamente il valore aggiunto tra gli attori della filiera, e garantire i consumatori sulla salubrità e l’origine della pasta o dei taralli che decidono di acquistare e mangiare.

Maggiori garanzie a produttori e consumatori deriveranno anche dall’incremento dei controlli sanitari e doganali, per scongiurare il rischio che in Italia siano importati cereali contaminati da elementi fitopatogeni. L’aumento della produzione sarà il frutto della sinergia tra cerealicoltori, trasformatori e ricercatori, ai quali sarà chiesto di orientare l’attività scientifica verso l’incremento della qualità e della resistenza del grano. Non a caso la risoluzione prevede anche il ‘piano proteico nazionale’.

Il sostegno all’aggregazione della filiera e all’ottimizzazione della rete logistica e dei centri di stoccaggio, particolarmente al Sud dove si concentra la produzione di grano, garantiranno l’innalzamento della competitività italiana sul mercato europeo e mondiale. Il Parlamento, sollecitato dai deputati pugliesi del PD, è seriamente impegnato sul tema del rilancio della cerealicoltura italiana – concludono Mongiello e Ginefra – che sarà simbolicamente concretizzato dall’arrivo sui mercati della pasta 100% made in Italy”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati