Manfredonia
"Io non ce l’ho con lui. Lui fa ciò che può"

Presidenza ASI, Magno durissimo “PD ha approvato un papocchio”

Secondo Magno "Il nuovo presidente dell’Asi di Foggia ha accumulato negli ultimi vent’anni, in diverse collocazioni amministrative, una montagna di fallimenti su base economica e gestionale"


Di:

Manfredonia. ”Come fa il sindaco di una città, in un momento come questo, mentre il suo Comune rischia il dissesto finanziario ed avrebbe bisogno di tenere al proprio capezzale un medico ben dotato che lo assistesse 24 ore al giorno, a dedicarsi alle grandi manovre e sotterranee minacce per accaparrarsi un’altra carica molto impegnativa? Chi ha preso l’Ufficio di Presidente dell’ASI era perfettamente consapevole di non poter accettare, non solo per una probabile violazione di legge, ma soprattutto perché c’è una inopportunità evidente che, nella stessa persona, vengano sommate le cariche di Amministratore Unico del Contratto d’Area, di Sindaco, di consigliere provinciale e di Presidente dell’ASI.

La questione è così evidente, che lo stesso Riccardi, il 16 settembre scorso, dichiarava: ”Con riferimento alle indiscrezioni riportate da un quotidiano locale, e alle successive voci circolate su altri mezzi d’informazione, riguardanti una mia presunta ricollocazione in altri incarichi, preciso quanto segue. Come ho più volte ribadito, con senso di responsabilità voglio portare a termine l’incarico per cui sono stato eletto per il semplice motivo che non intendo tradire il rapporto di rappresentanza che si fonda sulla fiducia degli elettori”.

Ma c’è di più. Il nuovo presidente dell’Asi di Foggia ha accumulato negli ultimi vent’anni, in diverse collocazioni amministrative, una montagna di fallimenti (su base economica o di progettazione, secondo Magno,ndr), difficili da riscontrare in altre realtà.

Dopo aver abbandonato in prefallimento il Manfredonia Calcio, sotto la sua gestione sono falliti, o hanno rappresentato un fallimento (gestionale, secondo il diritto di critica espresso dal consigliere Magno,ndr): il Contatto d’Area territoriale; la Gema; la gestione del Mercato Ittico; la gestione ASE del Mercato Ittico; la gestione del piano stradale, dell’acqua e della fogna; la stazione Ovest; il verde pubblico; la gestione della villa comunale e del parco giochi annesso; il piano di recupero del Centro Storico; l’uso programmato delle biciclette comunali; il progetto “INSIEME PER IL VERDE”; il piano per il turismo; il Porto turistico; la gestione della costa; la realizzazione delle barriere frangiflutti; i comparti; la bonifica ambientale e, per ultimo, ma non per importanza, il rischio di dissesto finanziario del Comune di Manfredonia.

Con tutto questo peso (..) si permette di accaparrarsi altre cariche? E non dimentichiamo che il nostro sindaco deve ancora fare i conti con un gravoso processo in corso (…) (con alcuni degli indagati,ndr) già condannati in primo grado (…). Perché, se la giustizia fosse meno lenta e, soprattutto, meno sensibile a certe richieste che puntano (..) ad allungare i tempi del processo, quelle cariche il nostro sindaco, in base alla legge Severino, le avrebbe già dovute lasciare tutte insieme, con la semplice condanna di primo grado.

Io però non ce l’ho con lui. Lui fa ciò che può, con i soli mezzi che ha, quelli non molto edificanti della politica politicata. Ma il PD, questo partito ormai votato ad un ignobile suicidio, infischiandosi dell’interesse pubblico, ha approvato il papocchio a livello locale, provinciale e regionale. Ed i due o tre del Pd locale (il riferimento è principalmente a Bordo e a Campo,ndr) ormai senza seguito ma con ancora tanta fame, per quanto tempo pensano di poter continuare con questo (…) gioco delle spartizioni, per mantenersi sempre in piedi, senza rispetto del popolo (…).

Ma quando Manfredonia deciderà davvero di liberarsi da (personalità indicate generalmente dal Consigliere,ndr), vecchie nell’anima e ubriache di potere, che impongono ancora la loro presenza (..)?”

(A cura del Prof. Italo Magno – Consigliere comunale di Manfredonia Nuova)

Presidenza ASI, Magno durissimo “PD ha approvato un papocchio” ultima modifica: 2017-09-28T21:30:19+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • PSICANALISTA SOCIALE DI STRADA

    SIG. MAGNO, OGNI POPOLO SI MERITA IL SUO SINDACO E I SUOI POLITICI PERCHE’ SONO ELETTI DEMOCRATICAMENTE, OGNI POPOLO E’ ARTEFICE DEL SUO DESTINO QUANDO SI RECA NEL SEGRETO DELL’URNA. ANCHE SE LEI MI PARE SIA UN DOTTO LETTERATO NON HA CAPITO NIENTE O QUASI DELLA PSICHE DELLA SIPONTINA E SIPONTINO MEDIO, NON HA CAPITO CHE VELLEITA’ FRULLANO NEI MEANDRI CEREBRALI E NELL’HUMUS DEL SOTTOBOSCO DELLA LORO MENTE!
    COVA UN FORMA ESTREMA E PURA DI MASOCHISMO E ESIBIZIONISMO PSICOSOCIALSESSUALE.


  • Matteo

    MA SI RENDE CONTO SIG MAGNO! LEI SI PERMETTE IL LUSSO DI DIRE QUESTO!?!?!
    MA LEI COSA HA FATTO APPARTE I CORSI DI CUCITO E QUALCHE LIBRO DA DUE SOLDI SCRITTO E PREPARATO DA ALTRI????????????????
    LEI NON È E NON SARÀ MAI IN GRADO DI GESTIRE NEANCHE UN CONDOMINIO DI 3 APPARTAMENTI…
    SCENDA DAL PIEDISTALLO E VEDA DI ESSERE UN PÒ PIÙ UMILE E CORRETTO PERCHÉ È UNA PERSONA CATTIVA PRIVA DI IDEE E ANCHE VECCHIA!
    SI VERGOGNI!!!


  • Trotta gino

    Ma secondo te doveva stare a guardare a :
    Bordo 18000 euro al mese
    Campo 15000 euro al mese
    Adesso Riccardi :
    Sindaco 4000 euro al mese
    Pres Asi 6000 euro al mese
    Resp contr area ?? Euro al mese
    Arriva più o meno a quelle cifre ???
    E poi
    Riccardi ha nominato ROTICE
    ROTICE ha votato per Riccardi
    Alcuni dicono che ci sono interessi così importanti ( euro da spendere ) che vanno oltre possibili incompatibilità formali o sostanziali
    Se ci fosse una vera magistratura con la finanza che farebbe vere indagini patrimoniali su tutti i politici e nominati dalla politica
    Sarebbe un mondo migliore


  • I trombati all' Asi

    Concordo al 100℅. Speriamo sia l ultimo capitolo di questo PD e i loro omini piccoli piccoli. Il fondo sembra ormai toccato. Soprattutto di Riccardi re Mida al contrario. Tutto quel che tocca diventa -…Ops fallimento


  • Nicola

    Caro Magno, professore dei miei stivali , pensi piuttosto ai suoi fallimenti di uomo. Dopo due anni di opposizione e’ riuscito a proporre alla citta’ ” le famosissime piazze d’acqua, qualche corso di cucito e tanto sciacallare nei confronti di fatti personali del SINDACO.


  • Che peccato


  • SIPONTINO ONESTO

    E’ arrivato baffone e ora sono cavoli vostri! Vai avanti professore la gente onesta è con te!


  • Dunia

    Caro magna magna l’unico papocchio lo ha fatto ….
    Sei sempre stato un fallimento totale è questo tuo fallimento lo sfoghi ogni giorno contro altre persone…
    Continua così lo zappone te lo stai buttando sui piedi da solo


  • Giggino

    Si SIPONTINO ONESTO, LA GENTE ONESTA È CON O PROFESSOR, quindi una decina di onesti il resto della città disonesti. Ma vai a -.


  • antonella

    Avrà capito l’antifona ora?
    Professore Magno come sempre, la diagnosi sul moribondo é stata precisa e realistica.


  • Uditore discreto

    Magno libera questa città dai balocchi dalle catene mentali! Addirittura due persone sconosciute dicevano che il prossimo sindaco è stato deciso da Roma da un pezzo grosso del centro destra!! Siamo alla frutta loro decidono per noi??? Siamo dei pupazzi nelle loro mani?


  • Elettore PD indignato e schifato

    Giggino, Giorgio, Gustavo….


  • Manfredonia agnellino sacrificale degli emirati/napoletani

    Stanno manovrando con il porto industriale per agevolare il mostrogas?? Vigilate..


  • Nicola

    Antonellona parlaci della storia di alcuni terreni ricadenti nella c/a . Di come si è divenuti… Dicci dicci.


  • Faccia tosta

    Raccontaci invece caro Magno, della montagna di debiti che suo padre da sindaco accumulò per la gestione dell’Oasi Lago Salso. I giovani non ricordano, ma lei dovrebbe (ammesso che si sia mai occupato davvero del bene comune prima di andare in pensione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This