Capitanata

Foggia, “accolto ricorso per amministrazione straordinaria AMICA”


Di:

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli (ST)

Foggia – LA Corte d’Appello di Bari ha accolto il ricorso del Comune di Foggia per l’ammissione all’amministrazione straordinaria della municipalizzata Amica Spa. La notizia giunta da un consigliere di maggioranza del Comune foggiano. Come si ricorderà ( Focus non ammissione all’AS di Amica da parte del Tribunale di Foggia ), il Tribunale di Foggia, con provvedimento depositato il 9 settembre, aveva deciso di non ammettere Amica all’amministrazione straordinaria, di fatto vanificando tutti gli sforzi del sindaco foggiano Mongelli nella ricomposizione del debito della partecipata della spazzatura. Il Collegio dauno, infatti, aveva ritenuto non ammissibile l’azienda “in quanto società interamente pubblica” e ciò nonostante il parere favorevole espresso dal Ministero dello Sviluppo Economico.

La decisione aveva suscitato i timori dell’intera politica della città. La Giunta Comunale, appena saputa la notizia, si era infatti riunita in assemblea straordinaria, per lo spettro del dissesto e commissariamento. Tuttavia, subito dopo la sentenza del Tribunale di Foggia la maggioranza – piddì e socialisti – si erano detti certi che la Corte avrebbe ribaltato la sentenza in Appello.

“”E’ grave – disse Bruno Longo, consigliere di minoranza – che il sindaco Mongelli abbia indotto l’allora presidente del Cda di Amica Aimola a non consegnare i libri contabili dell’azienda in Tribunale già due anni fa. Il tentativo di salvare l’azienda affidandone le sorti ad un Amministratore unico si è rivelata alla fine una decisione sbagliata. Si sono persi due anni di tempo: allora, e non oggi, bisognava tentarne il salvataggio chiedendone l’amministrazione straordinaria. Il sindaco Mongelli sarà il responsabile del fallimento di Amica, perchè si è ostinato a tenerla in vita per altri due anni”.

Dopo la sentenza del Tribunale di Foggia, di non accoglimento al ricorso, il sindaco Mongelli aveva subito promesso come la sentenza sarebbe stata oggetto di “un approfondito esame da parte degli organi societari e dell’Amministrazione comunale”. Un esame, avviato nell’immediatezza della notifica del provvedimento e certamente non esaurito in questo brevissimo lasso di tempo, “non è stato oggetto di alcuna riunione straordinaria della Giunta comunale o di altro organismo amministrativo – precisò in ogni modo il sindaco”.


Il rinvio della decisione lo scorso 18 ottobre.
Da ricordare che il giudice della Corte d’Appello di Bari, nell’udienza del 18 ottobre 2011, aveva già preso atto di quanto scritto e detto dalle parti, ma riservandosi di pronunciarsi con una “ordinanza a parte”. Una decisione che aveva evidenziato la complessità del caso inerente l’accoglimento del ricorso per l’amministrazione straordinaria di Amica. Contro la decisione del tribunale di Foggia che non ha ammesso Amica spa alla procedura di amministrazione straordinaria aveva fatto ricorso anche il Ministero dello Sviluppo economico, che si era espresso favorevolmente all´ammissione alla procedura.

“Futuro più sereno”. Soddisfazione è stata espressa a Stato da un consigliere di maggioranza: l’accoglimento del ricorso per l’amministrazione straordinaria della municipalizzata AMICA Spa fa infatti “ben sperare per il futuro dell’Ente, per la gestione delle risorse di bilancio”.


Redazione Stato, p.f.@riproduzione riservata

Foggia, “accolto ricorso per amministrazione straordinaria AMICA” ultima modifica: 2011-10-28T13:42:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This