Capitanata

Spese Aeroporti di Puglia: De Leonardis interroga


Di:

Il consigliere regionale Giannicola De Leonardis (St)

Foggia – GIANNICOLA De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia (UDC), ha presentato questa mattina un’interrogazione urgente a risposta scritta al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, al presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna e all’assessore regionale ai Trasporti Guglielmo Minervini per conoscere nei dettagli “la rendicontazione delle spese sostenute negli ultimi sette anni, nel corso del mandato di questa e della precedente Amministrazione, dalla società Aeroporti di Puglia e dalla Regione Puglia, per gli scali aeroportuali civili, comprensiva di: impegni economici sostenuti direttamente dalla Regione Puglia e dalla società Aeroporti di Puglia sia nell’insieme che per ognuno degli scali pugliesi, con esatta indicazione di ogni investimento e spesa; copia dei contratti presenti e passati per i contributi diretti alle varie compagnie aeree succedutesi nel tempo per la garanzia del mantenimento delle tratte nazionali e internazionali già in essere, e la concessione di ulteriori tratte; copia dei contratti di consulenza e sponsorizzazione ritenuti necessari e indispensabili per aumentare la qualità e l’appeal dell’offerta per l’intero sistema aeroportuale e per ognuna delle infrastrutture in oggetto; copia dei contratti di sponsorizzazioni dirette e indirette, e rendicontazione degli investimenti in comunicazione e pubblicità per ognuno degli scali in oggetto; compenso dell’amministratore e dei direttori di Aeroporti di Puglia, comprensivi di eventuali premialità; visione dell’eventuale piano industriale previsto sia per il breve che medio e lungo periodo dalla società Aeroporti di Puglia o dalla Regione Puglia”.

Un’iniziativa necessaria “per cancellare qualsiasi dubbio in merito a un eventuale rischio di sperequazione tra aree appartenenti alla stessa regione, e per evitare che un uso distorto o non oculato di risorse pubbliche da parte di manager e/o amministratori possa aver pregiudicato e pregiudicare l’economia e lo sviluppo di territori che pur rivestono un ruolo fondamentale per la crescita del Prodotto Interno Lordo della regione Puglia” spiega De Leonardis. “Per capire se i problemi attuali di bilancio che non permettono un sostegno concreto all’aeroporto civile ‘Gino Lisa’ di Foggia hanno una radice lontana, e potevano essere scongiurati con politiche e strategie differenti nel recente passato. E se la società Aeroporti di Puglia, che riveste un delicatissimo ruolo al quale è affidato il futuro della nostra regione, è in grado di svolgerlo in maniera equilibrata e non condizionata da alcuna direttiva e prerogativa che non sia quella della garanzia di pari diritti e di pari dignità per ogni cittadino pugliese” continua. “La rendicontazione, alla luce del grave danno per la Capitanata determinato dall’ennesima chiusura di fatto dell’aeroporto ‘Gino Lisa’, dopo le precedenti per i fallimenti annunciati di compagnie scelte dalla società Aeroporti di Puglia nonostante problemi di bilancio e la scarsa considerazione delle stesse – per ragioni di bilancio e di scarsa sicurezza garantita – da parte dell’Enac, è da me ritenuta un atto fondamentale per una necessaria e doverosa trasparenza, per individuare eventuali responsabilità e per capire soprattutto come vengono impiegate risorse pubbliche ingenti e quali obiettivi si intendono perseguire” la conclusione di De Leonardis.


Redazione Stato

Spese Aeroporti di Puglia: De Leonardis interroga ultima modifica: 2011-10-28T13:01:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Arturo

    Certo fa senso leggere “consigliere regionale dell’UDC” e vedere la foto von il simbolo dell’UdiCap. Ci vuole na bella faccia di cu…oio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This