Manfredonia
Sabato 29 ottobre 2016, dalle ore 17,00 nell’Auditorium “C. Serricchio” - Palazzo Celestini Manfredonia

Deposito gpl Energas, Gianni Lannes a Manfredonia

Nel corso della manifestazione Gianni Lannes, che da giornalista investigativo ha scoperte tante trame, ci spiegherà come arrestare in forma legale ed efficace il deleterio progetto Energas/Q8

Di:

Manfredonia. Sabato 29 ottobre 2016, dalle ore 17,00 nell’Auditorium “C. Serricchio” – Palazzo Celestini Manfredonia, l’Associazione Manfredonia Nuova organizza una grande manifestazione, con musica e recital, per informare la popolazione sui gravi rischi che comporta l’insediamento del deposito Energas nel nostro territorio e far partecipare tutti, in maniera consapevole ed attiva, al voto referendario cittadino del 13 novembre prossimo.

Clou della serata Gianni Lannes

Scrittore, fotografo, documentarista, esploratore subacqueo, giornalista investigativo, ha lavorato in Italia con la RAI, LA 7 e le testate giornalistiche PANORAMA, FAMIGLIA CRISTIANA, L’ESPRESSO, LA REPUBBLICA, IL VENERDÌ DI REPUBBLICA, D-LA REPUBBLICA DELLE DONNE, IO DONNA, AVVENIMENTI, LEFT, AIRONE, IL MANIFESTO, LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DELLA SERA; LIBERAZIONE, L’UNITA’, LA NUOVA ECOLOGIA, MEDICINA DEMOCRATICA, IL GARGANO NUOVO.

italomagno-mf

Per impegno professionale e personale batte spesso le piste polverose di terre lontane. Ha subito alcuni attentati e minacce di morte. Dal 2009 fino al 2011 ha vissuto sotto scorta della Polizia. Il suo libro, “Nato, colpito e affondato”, pubblicato il 2009 ottiene la riapertura giudiziaria di una strage di Stato archiviata nel 1997. Nel 2010 riceve in Sicilia il “Premio Internazionale all’impegno sociale 2010, XVI Memoriale Rosario Livatino e Antonino Saetta”. Risolutive le sue indagini sulla strage di Ustica e la scomparsa dei colleghi Ilaria Alpi e Miran Hrovatin.

Numerose le sue pubblicazioni, tra le quali: “Il grande fratello. strategie del dominio” ; “terra muta”; “Italia usa e getta”; “La montagna profanata”; “Nè vivi nè morti”.

Nel corso della manifestazione Gianni Lannes, che da giornalista investigativo ha scoperte tante trame, ci spiegherà come arrestare in forma legale ed efficace il deleterio progetto Energas/Q8.

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Asia

    Tutto bene. Quello che stona in questo contesto è il professore.


  • Manfredolandia

    Grandissimo giornalista! Prevedo epocali sputtamenti dettagliati.


  • Manfredonia non deve subire questo ultiriore stupro inutile e volute da un gruppetto di personaggi

    il resto lo farà di Maio.


  • ALDINO

    L’HANNO FATTA TROPPO SPORCA! IL PIU’ GRANDE DEPOSITO DI GPL DEL PIANETA TERRA A MANFREDONIA! CON TUTTE LE SUE ATTRATTIVE, CRITICITA’ TERRITORIALI, BELLEZZE NATURALI E ANTICHITA’ E VOCAZIONE PER IL MARE!!


  • Michele

    In gioco ci sono 3 destini:

    1) quelli dell’ Energas che se non realizza il suo progetto su Manfredonia potrebbe fallire;

    2) fallirebbero anche i complici sipontini

    3) il futuro di Manfredonia e dei nostri figli.

    Io sono propenso per il 3).

    La battaglia contro il gigantesco deposito di Gpl forse si proterrà per anni ma di una cosa sono sicuro, questa battaglia Manfredonia la vincerà! Manfredonia sconfiggerà il mostro! Magari cadranno delle teste, usciranno i nomi dei traditori, ci potrebbero essere risvolti drammatici! Ma Manfredonia è più più che mai è vincera questa durissima battaglia!


  • Giorgio

    Quindi per la nostra antonellona (moderazione,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati