CinemaSpettacoli
A cura di Nino Sangerardi

Gli ammessi a finanziamento di Apulia film commission

La cifra stanziata dalla Regione Puglia è pari a 3 milioni di euro

Di:

Bari. La cifra stanziata dalla Regione Puglia è pari a 3 milioni di euro. Gestita da Apulia film commission per l’iniziativa “Apulia film fund 2016”. Appunto film : il cinema è tutt’altra storia. Sostegno monetario elargito,tramite pubblico avviso, a società e cooperative che hanno prodotto fiction,lungometraggi,cortometraggi,short,documentari. Sedici le domande ammesse dalla Commissione tecnica di valutazione, altri quattro non finanziabili. Ecco : titolo opera,regista e produttore.

La vita in comune Edoardo Winspeare(regista) Saietta film srl euro 250 mila
Dei Cosimo Terlizzi Buena Onda srl 250 mila
Acquario Lorenzo Puntoni Mediterraneo Cinematografica 20 mila
Polvere Rossa Marco Amenta Eurofilm srl 249.982,50
Non c’è più religion Luca Maniero Catteleya 250 mila
Chi mi ha visto Alessandro Pondi Rodeo Drive srl 250 mila
Big Boy Mauro Russo Passo Uno Cooperativa 7.300,60
Marito & Marito Vito Palmieri Altre storie srl 250 mila
They Sell Andrea Purgatori Draka Production 20 mila
Il compleanno di Alic Maria Grazia Cucinotta Seven Dream Production 20 mila
La cena di Natale Marco Ponti Italian International Film 250 mila
L’ora di porto Dario Di Visto Prem1ere srl 19.764,00
Sembra mio figlio Costanza Quatriglio Ascent film srl 102 mila
Yoy’ll never walk Jorder Store Pharos film 18 mila
La vita ti arriva addosso Paolo Sasanelli Mood film 115 mila
Cobra Bianco Mauro Russo Giallo Limone film 189 mila

I progetti ammessi e non finanziabili sono : L’unione falla forse,Sarà bello,Cose da fare domani,Un Natale al Sud inviati rispettivamente dalle società TPE srl, Baby film,Blucinematv srl e Mari film srl.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati