Capitanata

Futuro Bio Ecoagrim, i lavoratori: “Regione si pronunci su odori di produzione”


Di:

Impianto Bio Ecoagrim (ST)

Lucera – “SOLO con una normativa specifica si potrà finalmente dimostrare a tutte le Istituzioni e ai cittadini che gli odori di produzione prodotti dalla Bio Ecoagrim srl non solo non sono tossici ma sono anche nei parametri di legge (da farsi purtroppo ancora oggi a cura della “Regione Puglia”), perché,noi lavoratori, dobbiamo essere penalizzati per questo ritardo dei Governanti Regionali”. Nota stampa dell’associazione “Lucera Sviluppo Lavoro Onlus”, Zona Industriale C.da Ripatetta Lucera, promotori di un prossimo sciopero a difesa dell’occupazione.

“E’ ora di dire basta con determinazione a questo eco di polemiche e di calunnie senza precedenti che qualche mezzo di informazione e alcune Istituzioni rivolgono all’azienda che da ben quattro anni ci da un lavoro e la possibilità di vivere un’esistenza dignitosa, anche se di fatica e di sacrificio. Noi lavoratori dell’azienda Bio Ecoagrim Viviamo con l’incubo che da un momento all’altro il tram su cui siamo possa deragliare. In coro, dunque, deploriamo chiunque minaccia di boicottare quello che con fatica oggi siamo riusciti a costruire : la nostra famiglia, le nostre case, e perché non dirlo, anche la possibilità di mirare al futuro con ambizione”.

“E’ ora di rimuovere questi macigni e invertire la rotta. Dobbiamo passare ai fatti. Vogliamo smontare la paura del futuro con azioni concrete che diano respiro e tregua a tutte le persone che lavorano nell’azienda e per l’azienda Bio Ecoagrim srl, e che continuano ad immaginare un futuro sereno”. Il Consiglio Direttivo del Comitato “LUCERA SVILUPPO LAVORO” in una seduta straordinaria tenutasi in data 08/11/2011 ha indetto l’iniziativa di scrivere al Prefetto affinché reclami per la Regione Puglia le Linee Guida per la valutazione delle concentrazioni delle emissioni odorifere, “in quanto la Puglia è l’unica Regione d’Italia che ancora oggi non ha una normativa specifica per la valutazione degli odori”; “questa gravissima ferita del sistema normativo della Regione favorisce i sedicenti a tenere larghe le maglie per la soppressione dell’azienda Bio Ecoagrim; azienda che ha in programma di consacrare altre 120 posti di lavoro, entro giugno 2012 visto che anche il TAR si è espresso a favore dell’azienda in merito all’ampliamento annunciato e poi rigettato senza motivo dalle Istituzioni locali”.

“Solo con una normativa specifica si potrà finalmente dimostrare a tutte le Istituzioni e ai cittadini che gli odori di produzione prodotti dalla Bio Ecoagrim srl non solo non sono tossici ma sono anche nei parametri di legge (da farsi purtroppo ancora oggi a cura della “Regione Puglia”), perché,noi lavoratori, dobbiamo essere penalizzati per questo ritardo dei Governanti Regionali”. “Se la Regione e le altre Istituzioni preposte non si pronunceranno in merito entro febbraio 2012, invitiamo tutti i cittadini che ci sostengono, gli agricoltori, gli studenti le associazioni di agricoltori, le cooperative di autotrasportatori tutte, a manifestare tutti insieme, con tutti i mezzi, in tanti, in tantissimi con la consapevolezza che si sta facendo la cosa giusta, e reclamare quello che è nel nostro diritto: lavorare e trasferire ricchezza al nostro territorio. In caso di non accoglienza da parte della Regione Puglia delle Linee Guida delimitanti le concentrazioni delle emissioni odorifere e metterci in linea con tutte le altre Regioni d’Italia che possiedono da sempre ben definito il limite massimo di sopportabilità degli odori di produzione: il 13 febbraio 2012 partirà una manifestazione di insediamento all’ingresso dell’uscita autostradale A/14 di Foggia , che si prolungherà anche nei giorni 14 e 15 febbraio 2012. Il corteo della manifestazione il giorno 15 febbraio 2012 si muoverà anche con mezzi pesanti ( tir, pale, macchine agricole etc) per raggiungere il Prefetto, percorrendo un percorso che ci verrà segnalato dalla Polizia di Stato. Noi ci saremo in nome del dogma della libertà,del progresso del nostro Sud e della dignità al lavoro”, conclude Giovanni Petrella, presidente de Comitato “LUCERA SVILUPPO LAVORO” Onlus.


Redazione Stato

Futuro Bio Ecoagrim, i lavoratori: “Regione si pronunci su odori di produzione” ultima modifica: 2011-11-28T12:27:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi