Manfredonia
"Scriteriato e convulso 'iperattivismo' a sotegno della riforma"

Cosimo Titta “Michele Bordo non ti riconosco….”

"Agli elettori dirò semplicemente di votare secondo coscienza, perché penso che sulla Costituzione sia sbagliatissimo spaccare il paese"

Di:

Manfredonia. MICHELE BORDO NON TI RICONOSCO… AVRESTI POTUTO, ANCHE TU, LASCIARE LIBERTÀ DI COSCIENZA AGLI ELETTORI DI MANFREDONIA.

”In questi giorni, osservo l’ on. Bordo comportarsi in maniera sconclusionata e affaccendarsi a raccontare, anche sulla riforma costituzionale, cose che non corrispondono del tutto alla realtà dei fatti. Ma, ahimè, non è il solo. Conosco Michele da sempre, da quanto avevamo 16-17 anni, e devo evidenziare che sto facendo fatica a riconoscerlo in questo suo scriteriato e convulso “iperattivismo” a sostegno di una riforma che, se approvata, potrebbe ridurre, se non annullare, ogni possibilità per la nostra Città di continuare a poter partecipare e incidere (democraticamente) sul procedimento amministrativo autorizzatorio dell’installazione dell’impianto Energas. Avrei preferito che Michele avesse tenuto posizioni più simili a quelle di altri parlamentari del PD, come, ad esempio, da ultima, quella del Presidente della Commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia (dalla Gazzetta del Mezzogiorno di oggi, pag. 4, dichiarazione dell’on. Boccia: “Voto Si’, ma non è la mia riforma né la riforma che avrei desiderato.

Agli elettori dirò semplicemente di votare secondo coscienza, perché penso che sulla Costituzione sia sbagliatissimo spaccare il paese. Alla fine di questa campagna elettorale avremo dei vincitori o con il SI o con il NO, ma non voglio che ci siano degli sconfitti sulla Costituzione”). E questo lo dico perché Michele sappia che alla fine, che vinca il SI o il NO, avrei preferito che lui, mettendo da parte le ragioni di partito, si fosse maggiormente preoccupato di scongiurare, quanto più possibile, l’ipotesi che tra “gli sconfitti sulla Costituzione”, domani, si possano ritrovare anche i cittadini di Manfredonia. Non so come possa star sfuggendo all’on. Bordo il fatto che, se dovesse accadere una cosa del genere, e in particolare se Renzi non dovesse mantenere fede agli impegni assunti, chi vedrà pregiudicato irrimediabilmente il proprio rapporto di fiducia con i cittadini di Manfredonia, non sarà Renzi, ma in primis l’on. Bordo e poi tutti quanti quelli che lo stanno seguendo su questa pericolosa strada (come il sindaco Riccardi e il vice sindaco Zingariello, giusto per citarne alcuni). Fossi stato in loro, sarei stato molto più cauto e non avrei, pur di “racimolare” qualche “SI” in più a favore della riforma costituzionale, sventolato, alla piazza manfredoniana, il “presunto” impegno assunto da Renzi a sostenere le ragioni della nostra Città contro l’installazione dell’impianto Energas. Soprattutto considerato lo scarso valore della promessa fatta, in quanto proveniente da uno che sta dimostrando, ogni giorno di più, di essere addirittura insofferente al dialogo con le regioni, figuriamoci se, forte di un nuovo riparto di competenza, sbilanciato a proprio favore, potrà mai accettare di buon grado di mettersi a discutere con più piccole entità, come i comuni, che vorranno dire la loro in ordine a scelte che riguarderanno la futura realizzazione di opere di rilevanza strategica nazionale”.

(A cura dell’avvocato Cosimo Titta, Manfredonia 28.11.2016)



Vota questo articolo:
29

Commenti


  • Uditore discreto

    Tu non lo riconosci ma i sipontini si.


  • Manfredoniano

    Tu lo conosci Paolo? Cosi recita una pubblicità elettorale risalente a molti anni fa e che ora sbiadita giace appiccicata attorno ad un lampione grigio. No, naturalmente NO!


  • Manfredoniano

    Pardon trattasi di Bordo….. tanto è la stessa cosa. NO naturalmente e chi lo conosce? NO naturalmente nel segreto della cabina elettorale.


  • Sara

    Ultima legislatura! C’e’ ne sbarazziamo.


  • Il deciso

    Vorrei sapere come si fa a “essere contro l’Energas” e sostenere contemporaneamente il sì al prossimo referendum. Mi rendo conto che parlare di onestà intellettuale è superfluo se non addirittura inopportuno, specialmente quando si parla di politici di casa nostra, ma questa è una presa in giro chiarissima. Ma quale partito ha la paternità del l’iter amministrativo dell’energas? Che almeno abbiamo il buon senso e la decenza di tacere su certi argomenti.


  • Vincenzo

    Si è scavata la fossa da solo !


  • Samantha

    Unico pacchetto. BCR. Il trio PD al tramonto. Io voto NO.


  • PD

    Comunque se io dovrei scegliere tra Campo Bordo Riccardi ,o un Zingariello D’ambrosio Ognissanti,io scelgo cento volte Campo Bordo e Riccardi.


  • Antonello Scarlatella

    Carissimo Cosimo,

    Conosci perfettamente le motivazioni per le quali una parte della politica Sipontina è favorevole al referendum.
    E’ ovvio che hanno ricevuto un diktat dall’alto.
    Questo referendum è più complicato di quanto noi possiamo immaginare.
    Il Governo si gioca quel poco di reputazione che gli è rimasta in ambito internazionale.
    Ma non solo il Governo.
    Questo Referendum non è frutto di analisi da parte della politica e dei sostenitori referendari ma è una sorta di obbligazione da parte dello star system internazionale, da parte di quelle lobbie che continuano a trattare l’Italia come una colonia.
    Io personalmente voto NO. Ma ti dico è un NO che mi fa molta paura.
    Sono stanco però di stare sotto il ricatto di chi vuole che l’Italia continui a galleggiare nella merda. Preferisco onestamente sbattere vicino ad un muro e ricominciare da capo.
    Le conseguenze della vittoria di un No possono essere molto disastrose. Le conseguenze di un Si saranno che continueranno a trattarci come un popolo di serie C abboccandoci un po’ di pane giorno per giorno.

    Oscar Wilde diceva, ” A volte è meglio essere protagonisti della propria tragedia che spettatori della propria vita”

    Quindi conscio che la vittoria del NO, metterà l’Italia in una sorta di isolamento da parte dell’ establishment internazionale preferisco essere protagonista della mia tragedia e non spettatore della mia vita.

    Per far questo però devi essere un uomo libero oltre ad essere allenato in una sorta training autogeno che non tutti possiedono.

    Io non giudico Bordo, tantomeno Riccardi e tutti coloro i quali stanno portando avanti la campagna del SI.
    Ovvio che Bordo fa questa campagna referendaria spinto da un forte sentimento di vittoria. Immagina se dal suo collegio non porta un risultato politico a Renzi. Secondo te la cosa passa inosservata?
    Perderebbe la sua immagine di leader territoriale e magari anche di più.

    Cosimo, sei un ragazzo intelligente, un amico e sono certissimo che questa analisi l’hai fatta prima di me.
    Quindi perdonami ma quest’articolo serve solo a dare una immagine di scarsa unità sul territorio, specie da parte di chi come te ha perorato la causa elettorale di Riccardi e di Bordo.
    Noi a livello territoriale abbiamo esigenza, bisogno, di dare una immagine di unità, indipendentemente da cosa voteremo al referendum.
    Ti faccio un esempio. Da venti giorni in Italia si parla di Trump, di Renzi, io invece parlo di Manfredonia.
    E’ da qui che voglio ripartire.
    Domani a livello centrale chiunque vada al Governo, anche se andasse Salvini, deve sapere che Manfredonia è unita anche nelle diversità di ispirazioni e vedute politiche.
    A me di Trump non me ne frega un accidente. Gli americani lo hanno votato? Cazzi loro. Chi ha scritto quell’articolo sul pericolo delle esportazioni pugliesi negli Usa non sa ne quello che scrive e ne quello che dice. L’america ha bisogno dei nostri prodotti specie nei segmenti del luxury brand e nell’agroalimentare.
    I cinesi stanno investendo intelligentemente in Etiopia, creando strade, ponti, città industriali, Bene lo faremo anche noi. Era il progetto di Enrico Mattei che tanto fece incazzare gli Stati Uniti tanto da farlo ammazzare.
    Al sottoscritto la grande mela, lo zio Sam unitamente a JP MORGAN, Morgan Stanley hanno rotto i cosiddetti.
    Fallirà il Monte Paschi? questo avrà un effetto domino su altre banche? Vedremo se la Merkel e l’unione europea si potranno permettere questo.
    Gli abbiamo venduto talmente tanta monnezza al mondo che ormai sono loro in ostaggio, non siamo noi ostaggi nelle loro mani.
    Non dimentichiamoci che siamo quelli che si sono venduti la Fontana di Trevi del Bernini.

    Il principe De’ Curtis con quella scena non voleva farci fare solo una risata ma mettere in evidenza che noi siamo un popolo di grandi “figli di puttana” .

    L’Italia non è la Grecia. La Grecia produce Yogurt, noi siamo la seconda nazione in Europa per il manifatturiero dopo la Germania la prima come estro creativo nel mondo ed abbiamo un patrimonio artistico e culturale che “forse” qualsiasi nazione del mondo a partire da Putin ci verrebbe in soccorso se la smettiamo di fare gli zerbini agli americani alla Merkel ecc ecc.
    Non dimentichiamoci che quando noi costruivamo già le fognature, in america ed in mezzo mondo si tingevano ancora la faccia di blu.

    Concludendo. Bordo, Riccardi, promuovono il SI? Fanno il loro lavoro. Sta a noi uomini liberi votare facendo analisi e non perchè qualcuno viene a chiedercelo.

    Io voto NO…anche se forse dovrò soffrire.

    NON ABBIATE PAURA DI AVERE CORAGGIO, disse Karol Wojtyla……..
    e quest’uomo ebbe il coraggio di aiutare Lech Wałęsa……ed il resto è storia ormai.

    Antonello Scarlatella


  • Antonio

    Li conosciamo… Li conosciamo…!!!


  • luigi dorotino

    io voto SI !,perhe’ sono ignorante in materia (riferito ai quesiti referendari)come il 70%degli elettori italiani.Percio’ conoscendo l’unico punto quello cioe dei senatori da mandare a casa,non mi resta altro che votare SI!


  • Zuzzurellone Sipontino

    Ricordatevi a chi volesse votare si ed agli indecisi:
    nel segreto della cabina elettorale Renzi, BCR e company NON VI VEDONO………………….


  • verità vera

    SOLO DEI FORBICION FALSI ..GELOSI DI CHI OGNI GIORNO CI METTE LA PROPRIA FACCIA…


  • ManfredoniaNO

    Un NO sperando di liberarci per sempre dei 3 mi dispiace solo che abbiano maturato pensioni e vitalizi!


  • Ris

    No, perché siamo stanchi!!!
    No, perché la costituzione ala deve cambiare un governo eletto dal popolo!!
    NO, perché se falliscono 8 banche non mi frega niente!!!
    No, perché Renzi ci si scocciato con le tue falsità!!
    No, perché i nostri politicini dovevano lasciare libertà al popolo spiegando i contenuti senza entrare nel merito!!! Ma i nostri BCR conoscono solo l’interesse politico, fatto di farse e interessi di partito che ne garantiscano la carriera politica!!!
    Bhè questa volta schieratevi bene perché tra un po’ si vota e il popolo quando si incazza la matita ✏️ la sa usare bene, anzi meglio di quanto voi crediate!!!! Avete ragione, voto NO perché sono stanco di vedervi e di sentirvi!!! Voterei NO anche se subito dopo mi mandaste in galera!! Questo è quello che pensano veramente gli ITALIANI che votano 👎 NO!!!!!!!???


  • Pasquino

    Scarlatella scusami ma hai scritto che voti NO ed hai paura. Paura di che? Guarda che se l’Italia minaccia di uscire dall’Europa tedeschi e francesi se la fanno addosso. Il problema italiano è di non avere un capo di governo capace di farsi valere battendo i pugni quando occorre. Fintanto che ci saranno cala braghe a comandare saremo sempre servi sciocchi degli altri. La vittoria del NO non avrà nessuna conseguenza negativa anche perché peggio di così cosa vuoi che succeda. Saluti


  • Antonello Scarlatella

    Pasquino……che professione svolgi? E comunque al peggio non c’è mai fine.
    Ma meglio affrontare le situazioni.


  • Paola

    Buongiorno io nonostante tutti i pareri contrari voterò Si,xchè Renzi è l’unica certezza che abbiamo ,l’unico che ci ha fatto uscire dal pantano dove stavamo sprofondando. Con il no ritorneremo alla vecchia politica del non fare nulla,dei soliti problemi italiani irrisolti. Alm
    eno con il si decidiamo di cambiare l Italia in meglio e
    mandare a casa la vecchia dirigenza politica. saluti a tutti. Paola


  • STUFO

    STANNO PRENDENDO PER I FONDELLI MILIONI DI PENSIONATI PROMETTENDO AUMENTO DI 50 EURO NON E’ VERO! E’ UNA MISURA UNA TANTUM!


  • Antonello Scarlatella

    Paola, rispetto la tua scelta. Mi dici però gli obiettivi raggiunti da Renzi in questi ultimi 2 anni? Sei proprio certa che i rottamanti non sono diventati peggio dei rottamati?
    Io vedo che l Italia è sempre al punto di partenza se non peggio. Se più consideriamo l aumento del debito pubblico l aumento della disoccupazione e “la strage degli innocenti” gente che si suicida per la crisi…..be Paola…. Su smentiscimi.


  • uno qualsiasi

    Voto no a prescindere dalle modifiche della Costituzione. Voto NO alle triade Pd Sipontina! Quale migliore vendetta contro di loro! Non sono solo siamo in tanti. Ho promessi il SI ma ve lo schiaffo nel……….


  • Zuzzurellone Sipontino

    Ma che stanno a ddi……Combinazione questi allarmi qualche giorno prima del referendum e da chi è interessato al si. Fino a 100.000,00 euro i correntisti vengono risarciti completamente e prima di tutti. Questo per Legge. Fosse il cielo fallissero senza intervento dello stato, e facile fare gli imprenditori con i soldi dello stato. Guadagni privati e costi allo stato. Fallimento, non a carico dello stato, igiene della economia.
    Le previsioni economiche hanno sempre fallito, gli economisti non ne hanno mai azzeccato una.
    A chi intende votare si, qualche DUBBIO visto la compagine di chi è a favore della riforma ( Jp Morgan, Confindustria, Marchionne, agenzie di rating, troika, Deutsche Bank, Financial Tims, Giorgio Napolitano presidente “interventista”, Confindustria, Industria del carbone e petrolio, Merkel, speculazione finanziaria, ecc..) NON VI VIENE?
    No al bombolone, No il 4 dicembre.


  • gennarino

    Nu. SI t’attacca e nu NO ta soghh!
    (Un SI ti lega un NO ti slega)


  • Teresa

    Se la gente avesse un minimo di conoscenza di finanza, e riuscisse a capire cosa succede ai nostri conti pubblici quando lo spread sale, prima di votare no ci penserebbe 100 volte.

    In questi giorni, i sondaggi favorevoli al no hanno fatto risalire lo spread di 80 punti, è se vincesse davvero il no…la spirale negativa chissà dove potrebbe farlo arrivare.

    Ma i Manfredoniani vivono in un mondo tutto loro e pensano che lo spread sia un gusto di gelato di tommasino.

    Voto Si


  • Paola

    Sono d’accordo con te Teresa,spero che riescono a svegliarsi prima del voto e decidere di fare la cosa giusta. Cioè votare Sì ,un sì per non tornare indietro di due anni e farci ricordare tutto quello che abbiamo subito, in primis Monti lo spread alle stelle i suicidi dei piccoli imprenditori, le tasse più alte d’ Europa. Adesso che dovremo raccogliere qualche frutto ,che qualcosa si sta muovendo ,voglio ricordare le80 euro ,l abbassamento delle tasse,gli aumenti delle pensioni,soldi x L ilva di Taranto,x la scuola xil terremoto x i giovani disoccupati, poi la bacchetta magica non c’è la nessuno diamogli tempo e fiducia ne usciremo. Io voto x il Sì Sì Si


  • Stefania T.

    Scarlatella, pensavo che tu fossi uno dei pochi qui ad usare più il cervello che la pancia, ma mi sbagliavo.

    Anche se Renzi non avesse raggiunto gli obiettivi prefissati, mi spieghi
    come potrebbe un No al referendum migliorare le cose?
    Come potrebbe in questo momento una crisi di governo migliorare le cose?
    Come potrebbe un governo tecnico (che conosciamo bene) migliorare le cose?

    Dovremmo distruggere quel poco di stabilità che abbiamo per cosa?
    Per il partito del comico che vuole farci uscire dall’Europa e dall’euro?
    Per andare nelle mani di Berlusconi e Salvini?

    Facile criticare, difficile e trovare soluzioni.

    Se vince il No pensi che si risolverà almeno uno dei problemi che hai elencato (e che ci sono), oppure che verremo visti come un paese vecchio e non in grado di rinnovarci (tanti decenni e tante riforme per eliminare il bicameralismo fallite) e che quindi faremo scappare tutti gli investitori esteri?

    Nel 2018 andremo a votare, se Renzi fino ad allora non avrà migliorato le cose, gli elettori lo puniranno, ma che senso ha ora fare questo sgambetto all’Italia?

    E’ come detto da Teresa, lo spread si impenna!!!

    X Zuzzurellone Sipontino

    è vero che se le banche falliscono si viene rimborsati fino a 100.000 euro, ma ciò riguarda solo i conti correnti.
    Ma quanti italiani hanno investito i loto risparmi in obbligazioni e rischiano di perdere tutto?
    Solo su Mps (in grande difficoltà) ci sono 5 miliardi di euro di obbligazioni in mano ai piccoli risparmiatori (non delle banche).
    Quanti suicidi ci sono stati per il fallimento di quattro piccole banche lo scorso anno? Immagine se succedesse qualcosa ad una banca sistemica come MPS.

    Tu non hai risparmi e quindi pensi solo ai cavoli tuoi?

    Prima di parlare e chiedere il fallimento delle banche metti in moto il cervello.

    IO VOTO CON IL CERVELLO, IO HO LETTO LA RIFORMA
    IO VOTO SI


  • Giacomo

    CON IL SI SIAMO SPACCIATI TUTTI I POTERI DA DEMOCRATICI DIVENTANO AUTORITARI CON IL FANTOCCIO DI TURNO CHE RAPPRESENTA BANCHE E PETROLIERI E ALTRI INTERESSI. AL SENATO CI MANDERANNO TUTTI I FARABBUTTI DI POLITICI INQUISITI, INDAGATI E CONDANNATI COSI OLTRE AL DANNO LA BEFFA!
    IL NO NON SI DISCUTE!


  • Teresa

    Se vince il no ci sarà il sole tutto l’anno.

    Votate no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati