CronacaManfredonia

Via libera al Catasto Energetico Regionale

Di:

Foggia. Nella seduta del 23 novembre il Consiglio Regionale della Puglia ha approvato all’unanimità il progetto di legge regionale di istituzione del catasto energetico regionale. Il testo, che uniforma il sistema sino ad ora affidato a disposizione locali del tutto disomogenee sul territorio regionale, è finalizzato a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, semplificare le procedure e fissare i principi delle attività di controllo e funzionamento degli impianti.

Importanti sono da sottolineare gli aspetti riguardanti l’accreditamento dei soggetti a cui affidare le attività di ispezione e la loro obbligatoria qualificazione e riqualificazione professionale, nonché la determinazione di una struttura tariffaria omogenea sul territorio regionale. Dai dati forniti dal centro studi regionale di Confartigianato Imprese risultano essere 908 le imprese artigiane che operano nel settore della installazione degli impianti elettrici, idraulici e installazione in provincia di Foggia, con una forza lavoro impiegata pari a 3.033 addetti.

“Attendavamo da tempo l’approvazione di questa legge regionale” commenta Luigi Ficelo – impiantista foggiano e presidente degli impiantisti e manutentori termoidraulici di Confartigianato Puglia – che nel sottolineare il ruolo collaborativo assunto nei confronti degli uffici regionali, aggiunge “La periodica e puntuale esecuzione dei controlli da parte di una ditta qualificata non è solo un obbligo di legge: è un passaggio imprescindibile ai fini del mantenimento degli standard di funzionamento e della sostenibilità ambientale degli impianti”.

Sottolinea poi come siano ancora molte le unità non censite e fuori da ogni monitoraggio con un rischio evidente per la salute pubblica e un pericolo concreto per gli utilizzatori, vedendo nel nuovo elaborato normativo <>.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati