Manfredonia
Coach Fabio Delli Carri ha schierato il 6+1

Volley, vittoria in rimonta per la Sebilot Manfredonia

La PVG Bari si è dimostra squadra ostica e dalle potenzialità enormi

Di:

Manfredonia. Una Sebilot Volley Manfredonia mai doma e quanto mai concentrata, nella settima giornata del campionato di serie B2 femminile, spedisce a casa una PVG Bari dimostratasi squadra ostica e dalle potenzialità enormi, con un 3-2 (21-25, 25-22, 22-25, 25-15, 15-9) che testimonia quanto entrambe le squadre avessero voglia di conseguire l’intera posta in palio. La squadra di patron De Nittis è venuta maggiormente fuori alla distanza, dopo un inizio sostanzialmente equilibrato, ma che ha visto le baresi più attente nelle fasi cruciali del match.
Nel quarto e quinto set, poi, non c’è stata partita, in quanto Liguori e compagne hanno messo il piede sull’accelleratore e, dimostrando concentrazione e forza mentale, hanno chiuso con relativa facilità il match a proprio favore.

Coach Fabio Delli Carri ha schierato il 6+1 con Annalisa Mileno in cabina di regia, Stefania Liguori a completare la diagonale, Chiara Vinciguerra e Stefania Padula centrali, capitan Roberta Liguori e Ilaria Barbaro ai lati, Luciana la Torre come libero.

A disposizione l’altro palleggiatore Ylenia Pellegrino, la centrale Alessandra Carrisi, la laterale Doriana Bisceglia, e l’altro libero Danila Tauro. Durante l’incontro hanno dato il loro fondamentale contributo alla vittoria, entrando sul parquet, Carrisi, Bisceglia e Tauro Al termine della gara alcuni protagonisti hanno rilasciato dichiarazioni.

Il Presidente Raffaele De Nittis, assente per motivi di lavoro, ha dichiarato: “Alla fine dei conti sono contento per la vittoria, anche se un risultato più tondo ci avrebbe consentito di prendere tre punti anziché due, ma considerato che di fronte avevamo un avversario di ottimo caratura tecnica, tra l’altro rinforzatosi in questi ultimi giorni con giocatrici di categoria superiore, non posso che ritenermi soddisfatto. Dobbiamo continuare a giocare con determinazione, e cercare di portare a casa sempre il bottino pieno”.

Il Coach Fabio Delli Carri, esausto ma felice, ha dichiarato: “La partita di oggi è stata difficile, d’altronde la squadra avversaria è composta da giocatrici di categoria superiore, ma la voglia di vincere da parte della mia squadra era così forte, che alla fine, pur in svantaggio di un set, siamo stati in grado di recuperare e portare a casa questa vittoria. Peccato per alcune fasi di gioco nel primo e terzo set, poiché se meglio gestite avrebbero consentito di vincere più agevolmente. Da lunedì inizieremo a pensare al doppio confronto che ci aspetta in terra laziale, intervallato dal turno di riposo”.

La centrale salentina Chiara Vinciguerra ha dichiarato “Sono contenta per la vittoria conseguita; a dir la verità è stata sudata, ma proprio per questo acquisisce maggior valore, considerato pure il roster avversario, composto da giocatrici che per la categoria costituiscono un lusso. L’aspetto che mi preme sottolineare e, che costituisce la pietra miliare del nostro successo, è stata la determinazione. Non abbiamo mollato nemmeno quando eravamo sotto di un set, e ciò fa ben sperare per il futuro. Sono altresì soddisfatta della mia prestazione, penso di aver contribuito alla vittoria, così come tutte le mie colleghe, restando concentrate fino alla fine. Dalla settimana prossima ci concentreremo sul prossimo incontro in quel di Minturno, dove ci teniamo vincere”.

Area comunicazione ASD Volley Manfredonia



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Comunicato stampa

    Pharma Giuliani Bari porta via un punto dalla “battaglia” di Manfredonia

    La squadra di casa la spunta al tie-break dopo due ore di gran gioco

    Pharma Volley Giuliani Bari torna con un prezioso punto dalla difficile trasferta di Manfredonia. Quello di sabato al PalaDante è stato un pomeriggio di grande pallavolo che ha visto sfidarsi due squadre che non reciteranno un ruolo da comparse nel girone H di B2 femminile. E’ stata la Volley Sebilot Manfredonia a spuntarla al tie-break (3-2), dopo due ore all’insegna dell’intensità e dell’equilibrio con una Pvg gagliarda fino al terzo set, poi un quarto parziale da incubo e qualche errore di troppo nel finale fanno pendere l’ago della bilancia in favore delle daune, che per una volta infrangono la tradizione sfavorevole contro Binetti e compagne. Le capolista Cerignola ed Asem vincono il sesto incontro e, insieme a Castellana (a -1) allungano ancora il distacco sulle inseguitrici; Pvg resta settima esattamente al centro della classifica, con un solco di sette punti che la dividono dal gruppo di testa da colmare nelle prossime settimane.

    La partita

    Coach Delli Carri schiera la diagonale palleggio-opposto composta da Mileno-S. Liguori, in banda R. Liguori e Barbaro, al centro Padula (anche se giocherà quasi tutto l’incontro Carrisi) e Vinciguerra, libero Latorre; per Castillo c’è Campanella in cabina di regia, Cariello opposto, centrali Bottiglione e Cesario, laterali Binetti e Montenegro, Rinaldi libero.

    Non c’è tempo per studiarsi, le due squadre si conoscono benissimo e se le danno a subito di santa ragione. Muro e pallonetto di Bottiglione per l’1-5 iniziale. Si apre la sfida tra la difesa barese e le gemelle Liguori che reggono sulle proprie spalle il peso del gioco foggiano. Binetti mette a terra la palla dell’8-6. Le centrali baresi si fanno rispettare sotto rete, spezzando l’equilibrio del set: prima muro di Bottiglione, poi fast di Cesario (14-17). Mano-fuori e colpo smorzato di Montenegro, aumenta il vantaggio (14-19). Ace di Barbaro, ma le ragazze di Castillo sono concentrate con un gioco fluido ben orchestrato dalla regia di Daniela Campanella: colpi vincenti di Cariello e del neo-acquisto Pvg: 20-23. Lotta fino in fondo Roberta Liguori accorciando il gap: 21-23. Una straripante Montenegro in pallonetto e l’attacco out di S. Liguori portano al 21-25 conclusivo.

    C’è Carrisi per Padula in campo nel secondo parziale, aperto dall’ace di Mileno e dal primo tempo della centrale subentrante: 4-0. Binetti (10 punti per lei così come per le compagne Cesario e Cariello) in diagonale sancisce il 5-5. Manfredonia è rientrata in campo con un piglio più deciso, è 8-6 al primo time out. Fast di Cesario e diagonale di Montenegro – top scorer Pvg con 15 punti – per l’11-9. Il libero barese è un muro invalicabile, salva ogni palla possibile, volando dentro e fuori dal campo e attirando su di sé le imprecazioni del sempre corretto pubblico di casa. Ma anche il muro di casa fa il suo dovere contro gli attacchi di Binetti, Cariello e Montenegro. Si gioca punto a punto fino al 18-18. Bisceglia prende il posto di una spenta Barbaro; Castillo cambia la diagonale inserendo Mercanti e Fantinel. Fast dolorosa di Vinciguerra e pallonetto di Mileno per il 22-20. Due errori baresi fanno il resto, Vinciguerra chiude il set sul 25-22.

    Nel terzo set Pharma Giuliani fa la differenza in battuta con 5 ace realizzati: il primo arriva da Roberta Bottiglione (autrice di ben 13 punti) per il 4-4. Stavolta va avanti Pvg fino al 7-8. Lunghi scambi e difese in bella mostra allungano i tempi del match. Gran colpo in parallela di Montenegro che bissa con un servizio vincente (14-14). Pallonetto di Stefania Liguori per il 16-16. Rientra in campo Martina Fantinel e arrivano due servizi vincenti consecutivi di capitan Binetti (18-20). Pipe ancora della schiacciatrice molfettese, cui segue l’ennesimo ace di Cesario (20-23). Mileno e S. Liguori provano la rimonta, ma un attacco potente di Montenegro e un primo tempo vincente di Bottiglione zittiscono i tifosi di casa (22-25).

    La quarta frazione per i tifosi baresi è il capitolo della sofferenza. Cariello e compagne non trovano mai il bandolo della matassa, mettendo a segno il primo punto sul 6-1. Le Liguori e Barbaro fanno il bello e il cattivo tempo: 11-3. Muro di Cesario e pallonetto di Montenegro; Pvg risale fino al 14-9. Ancora Roberta Liguori e ace di Mileno per il 18-10. La gemella mancina sfonda il muro e colpisce in parallela: 21-15. Tre colpi vincenti di Ilaria Barbaro per sancire uno schiacciante 25-15.

    La paura di dilapidare il buon lavoro fatto finora serpeggia sugli spalti ospiti. Castillo cerca di spronare le sue atlete che tornano in campo con spirito rinnovato. Sono ancora le centrali a condurre la carica: 1-4. Mano-fuori di Cariello (3-5). Con una fast di Vinciguerra e un attacco di R. Liguori, Manfredonia agguanta il pari (6-6). E’ ancora una volta S. Liguori a guidare le compagne verso il vantaggio che si rivelerà decisivo: 11-8. Due errori Pvg lasciano campo aperto alle ragazze di Delli Carri che con Barbaro sigillano il tie-break sul 15-9.

    Il commento del patron Pierluigi Patruno a fine gara: “La strada intrapresa dalle ragazze è quella giusta. Ora più che mai è il momento di concentrarsi sul lavoro e sudare in ogni allenamento tenendo la massima concentrazione. Lasciamo da parte i curricula sportivi e onoriamo lo sport. Complimenti alle ragazze e al nostro staff!”

    Per info e aggiornamenti sulle ragazze della Pharma Volley visitate il profilo facebook PVG Pharma Volley Giuliani – Asd Anderlini Triggiano e il sito internet della società http://www.pharmavolleygiuliani.altervista.org.
    Pharma Volley Giuliani
    http://www.pharmavolleygiuliani.altervista.org
    Oggi quarta giornata di B2 femminile (girone H) per la Pharma Volley Giuliani Bari, ancora a caccia del primo punto in classifica, dopo le tre sconfitte […]

    Ufficio stampa

    Nicola Signorile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati