Foggia
Il Tar ha accolto la sospensione della risoluzione del contratto tra la società e l’ente di corso Garibaldi

Foggia, torna il Consiglio. Fibrillazioni per caso ‘Mazal’

La questione, si diceva, sarebbe passata in consiglio comunale ma in quello fissato per domani si discuterà di altro

Di:

Foggia. Il servizio di gestione dei tributi al Comune di Foggia torna nelle mani di Mazal Global Solution srl. Il Tar ha accolto la sospensione della risoluzione del contratto tra la società e l’ente di corso Garibaldi – disposto dal servizio Contratto e Appalti- sino alla sentenza di merito per cui è stata fissata l’udienza il prossimo 19 ottobre.
In mattinata una determina dirigenziale ha “preso atto” della decisione del Tar.

La questione, si diceva, sarebbe passata in consiglio comunale ma in quello fissato per domani si discuterà di altro. La politica nei giorni scorsi si è fatta sentire con molte polemiche: “Una situazione che avrebbe bisogno di un esorcista più che di un amministratore”, così ha tuonato il sindaco Franco Landella dopo la sentenza del Tar di Bari, contro l’opposizione che, da Augusto Marasco ad Alfonso De Pellegrino, ha bollato “l’insipienza del governo Landella” e parlato di “gravi responsabilità politiche in capo agli assessori che hanno ideato l’internalizzazione del servizio e dei dirigenti che hanno assecondato la loro volontà”. Volontà appena comunicate come ipotesi tanto che la maggioranza, oggi, deve ancora attendere le carte dei dirigenti per capire come muoversi. In attesa delle evoluzioni giudiziario-amministrative si dovrà anche capire se mantenere la società attuale, se trovarne un’altra o internalizzare. Dopo la determina di presa d’atto, in settimana ai consiglieri dovrebbe arrivare la documentazione sul caso. Blindatissimo il dirigente ai servizi finanziari Carlo Diesare: “Non rilascio dichiarazioni su Aipa, bisogna parlarne con la politica e con l’assessore al bilancio”. Ernesto Festa- dirigente ai contratti ed appalti- si è fatto una sua idea personalissima che non intende comunicare: “Rispettiamo la decisione del giudice, Mazal ha vinto il primo round, ad ottobre si vedrà”. E ricorda, anche, la scadenza del contratto con Aipa nel 2020. Domani in consiglio comunale si discute, fra gli altri punti, dei risultati del piano di razionalizzaizone delle municipalizzate 2015, di statuto comunale, di alcuni debiti fuori bilancio e di indirizzi in materia di personale delle società partecipate per il triennio 2016-2018.

Circa l’ultimo punto, si tratta di 4 contenziosi per centinaia di migliaia di euro fra lavoratori Amgas e Am Service che, nel tempo, hanno maturato una serie di diritti per “mansioni superiori”. Rimuovere questo contenzioso, come chiede la Corte dei conti e in base alle indicazioni dei cda, è uno dei punti del piano di ristrutturazione delle municipalizzate.

(A cura di Paola Lucino – paola.lucino@virgilio.it)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!