Attualità
Gennaio: tempo di bilanci. Con la nuova infografica di Genialloyd ecco la panoramica completa degli incidenti stradali che hanno coinvolto il Bel Paese

Il 2015 Sulle Strade d’Italia

Per il 2015 si segnalano 1.587 incidenti stradali, 40 in più rispetto al 2014, e 1.752 vittime, salite del 13,5% tra Giugno e Settembre

Di:

Il 2015 Sulle Strade d’Italia
Gennaio: tempo di bilanci. Con la nuova infografica di Genialloyd ecco la panoramica completa degli incidenti stradali che hanno coinvolto il Bel Paese.

Ancora troppi incidenti. Per il 2015 si segnalano 1.587 incidenti stradali, 40 in più rispetto al 2014, e 1.752 vittime, salite del 13,5% tra Giugno e Settembre.
L’unico dato positivo è il calo della mortalità under 30: sono state registrate 442 vittime, 28 in meno rispetto al 2014. La fascia oraria più rischiosa va dalle 22 alle 6, in cui sono avvenuti 443 incidenti mortali, 62 in più rispetto al 2014, e un aumento delle vittime pari al 13% in più rispetto al 2013.

Italiani più disciplinati
Durante tutto il 2015 sono state registrate 415.000 violazioni dei limiti di velocità. È un dato positivo, poiché si registra un calo del 3% rispetto allo stesso periodo nel 2014. Sono state accertate 44.543 infrazioni al codice della strada, ritirate 1.420 patenti di guida e 1.452 carte di circolazione. 70.123 sono i punti complessivamente decurtati.

Le strade più rischiose
Le strade cittadine contano più incidenti pari al 76%. I feriti e i deceduti sono rispettivamente del 73% e 48%. Quest’ultimo dato è del 7,4% in più rispetto al 2014. A seguire troviamo strade extraurbane e autostrade.

L’infografica
A seguire la nuova infografica firmata Genialloyd con dettagli su genere, età e zone geografiche teatro d’incidenti. E per concludere tre interessanti curiosità.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This