Cronaca

Incubatore di impresa, firmata convenzione tra Comune e Invitalia


Di:

Il sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo (St)

L’Amministrazione assume per 14 anni la gestione dell’immobile in area Interporto Pap: con un investimento di tre milioni di euro verrà favorita la nascita di 15 nuove aziende. E’’ il primo Incubatore in Italia incentrato in massima parte sull’agroalimentare. A breve il Bando per l’assegnazione degli spazi: Il Sindaco Giannatempo: “Felici di aver raggiunto un obiettivo nel quale abbiamo sempre creduto”. Il vicesindaco Ruocco. “Spero che si facciano avanti soprattutto i giovani imprenditori”: Per l’Assessore alle Attività Produttive Romano “è un modo per affrontare la crisi del lavoro nel nostro territorio”.

Cerignola – UN investimento di tre milioni di euro per dare impulso alla creazione di 15 nuove imprese, fornendo a queste i servizi necessari per lo svolgimento e lo sviluppo delle proprie attività. Consiste in questo la convenzione per la gestione dell’Incubatore d’Impresa firmata stamane a Palazzo di Città, tra l’Amministrazione Comunale e Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa (ex Sviluppo Italia). L’Agenzia ha finora realizzato, con il contributo dello Stato e dell’Unione Europea, 28 incubatori d’impresa in Italia e si accinge a crearne altri sette, tra cui appunto quello di Cerignola: si tratta di complessi immobiliari organizzati per rendere servizi principalmente alle imprese che si allocano al loro interno, al fine di agevolarne la crescita. In sostanza, Invitalia, che è proprietaria dell’immobile ubicato nell’area Interporto Pap e al cui interno ha realizzato un incubatore, ne affida la gestione al Comune per 14 anni, fino al 31 dicembre 2025. Il Comune sosterrà i costi e avrà la titolarità dei ricavi che potrà ottenere dai servizi resi alle imprese. I contratti stipulati dall’Amministrazione con le aziende non potranno avere una durata superiore ai 36 mesi, prorogabili al massimo per altri 36 mesi.

“Siamo felici del risultato portato a casa oggi – afferma il Sindaco Antonio Giannatempo – perché si tratta di un obiettivo nel quale abbiamo sempre e fortemente creduto. Stiamo facendo di tutto per agevolare l’avvio dell’attività di nuove aziende. Speriamo che i potenziali destinatari di questa opportunità comprendano l’importanza del progetto. Il pensiero è rivolto agli operatori del settore agricolo”..
La particolarità di questo piano industriale, infatti, sta nel fatto che è incentrato in massima parte sullo sviluppo del settore agroalimentare: il primo incubatore d’impresa di questo tipo in Italia. “Adesso – aggiunge il primo cittadino – procederemo con urgenza alla indizione del bando per l’assegnazione degli spazi agli imprenditori che abbiano idee e la voglia di iniziare nuove attività”. E chi lo farà potrà usufruire di strumenti di finanza dedicata come contributi a fondo perduto. La consegna dell’incubatore d’impresa avverrà entro 60 giorni dalla stipulazione del contratto tra Invitalia e Comune, al quale spetteranno le spese per la custodia, la conservazione, la manutenzione dell’ area e dei suoi impianti, macchinari, attrezzature e mobilio, nonchè il pagamento di tutte le utenze. Il Comune, inoltre, verserà a Invitalia un canone annuo di gestione di 2000 euro.


RUOCCO SODDISFATTO
– Molto positivo anche il commento del vicesindaco Roberto Ruocco: “Comune e Invitalia hanno centrato insieme un grande risultato, che è quello di aver dato vita al primo Incubatore d’Impresa interamente dedicato all’agroalimentare, il primo a livello nazionale. E’ la dimostrazione del fatto che vogliamo sostenere in ogni modo l’agricoltura, che rimane l’ossatura dell’economia del nostro territorio: potrebbero aprirsi spazi importanti per aziende specializzate nella trasformazione dei prodotti agricoli.

Insieme al Gruppo di Azione Locale, a Sviluppo Puglia, all’Università e alla Provincia di Foggia, dobbiamo ora riuscire a individuare imprese interessate. Mi auguro che possano giocare un ruolo da protagonisti soprattutto giovani imprenditori e che questi riescano a partorire iniziative ad alto contenuto di innovazione. L’auspicio è che l’Incubatore riesca a dare fiducia a quanti vogliono mettersi in discussione, spingendoli a creare nuove realtà aziendali”.
Secondo l’assessore alle Attività Produttive, Michele Romano, “oggi l’Amministrazione ha aggiunto un nuovo tassello alla realizzazione del suo programma elettorale, promuovendo un importantissimo progetto industriale, con il quale si forniscono garanzie alle imprese nel momento in cui queste vengono create. Il termine incubatore rende in modo perfetto l’idea della funzione che l’Ente svolge nei confronti di queste aziende. E’ anche un modo per affrontare la crisi del lavoro nel nostro territorio, un segnale forte lanciato da quest’Amministrazione. Particolarmente significativo il fatto che ciò avvenga alla vigilia del Primo Maggio”.


Redazione Stato

Incubatore di impresa, firmata convenzione tra Comune e Invitalia ultima modifica: 2011-04-29T23:01:47+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This