Regione-Territorio

Nucleare. “Che dicono i candidati?”


Di:

Centrale nucleare (fonte image: ecoo.it)

Foggia – SILVIO Berlusconi ha scoperto le sue carte soltanto in settimana. Quella della moratoria prima e del Decreto poi erano solamente un paio di cartucce sparate ad alzo zero per cassare la scelta referendaria. Il sospetto, fondato, è che ad essere al centro del mirino del Premier sia il cosiddetto quarto sì, sostanzialmente quello più ignorato. Ma che, al contrario, ha maggiori ricadute sulla sua personale vicenda politica: ovvero quello sull’abrogazione del legittimo impedimento.

Nel nome dei guai giudiziari, dunque, Berlusconi non esiterebbe ad immolare acqua e territori. Posizione dubbia (comunque si attende il responso della Cassazione e, almeno per quel che compete la scelta dell’atomo, Roma è tenuta a confrontarsi con le Regioni) che ha fatto indignare larga parte del mondo dell’associazionismo ecologista.

Contro il premier, nella fattispecie, si lancia Tonino Soldo. Il responsabile provinciale di Legambiente, referente provinciale del Comitato per il Si al quesito referendario anti nucleare, ha diffuso nel pomeriggio di ieri una lunga nota in cui trapela lo sconcerto. “Lo stop al nucleare è solo simulato: è solo questione di tempo, e di centrali si tornerà a parlare presto”. E’ la base di partenza di Soldo. Che, a questo punto, invoca una posizione forte dei candidati. Molti dei quali, in effetti, fanno registrare gravi ritardi nei posizionamenti personali in merito alla questione referendaria. Soldo ed il Comitato chiedono che “facciamo chiarezza: sono pro o contro il ritorno all’atomo? Sono pro o contro le centrali nucleari? E’ giusto che gli elettori sappiano cosa i loro candidati pensano e faranno su un tema che sta loro molto a cuore”.

“Stanno tentando in ogni modo – continua la nota – di nascondere la questione nucleare sotto al tappeto, per paura di pagare non solo al referendum ma già alle amministrative il prezzo di una assurda e impopolare posizione filo-nuclearista. Ma gli italiani li snideranno. Quindi chiediamo a tutti i candidati alle prossime elezioni locali di esprimersi sul nucleare, e a tutti gli elettori di pretendere chiarezza dai loro candidati”.

(A cura di Roberta Paraggio)

Nucleare. “Che dicono i candidati?” ultima modifica: 2011-04-29T23:51:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This