Manfredonia
Mercuri: “Esempio di buona cooperazione”

San Giovanni di Dio, de Nittis presidente CdA

Assemblea soci San Giovanni di Dio: salgono fatturato ed utile

Di:

Foggia. La Sala Auditorium Camerale della Cittadella dell’Economia di Foggia è stata teatro dell’assemblea generale dei soci della Coop. San Giovanni di Dio, chiamata a riunirsi in convocazione ordinaria e straordinaria per l’integrazione dell’oggetto sociale ed il rinnovo delle cariche elettive, comprese quelle del Consiglio di Amministrazione. Raffaele de Nittis, già AD della cooperativa, è stato eletto Presidente del CdA, nel solco della continuità e della stabilità aziendale. Il Presidente de Nittis ha sciorinato i numeri del bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2015, approvato all’unanimità dai soci presenti: le cifre poste all’attenzione parlano di un fatturato e di un’utile di esercizio in sensibile aumento rispetto ai due anni precedenti, come sottolineato da de Nittis: “I numeri parlano chiaro e dimostrano la continua crescita della società, unita ad una solidità dei conti che rende la cooperativa una realtà ormai conclamata nei settori dei quali si occupa. Ma non si tratta di nessun punto di arrivo, bensì di una base per continuare a salire ulteriormente di livello, seguendo la strada del rinnovamento senza per questo rinunciare alla nostra identità”.

La partecipata assemblea ha visto la presenza di numerosi soci-lavoratori che hanno occupato la sala, in quello che è stato un momento di condivisione comunitaria ed occasione di confronto, nel pieno spirito della cooperazione sociale, vero motore propulsore per il conseguimento dello scopo mutualistico della società. de Nittis ha posto l’accento principalmente su questo aspetto, sottolineando l’importanza del rapporto umano e fideistico, ringraziando l’operato e la sensibilità dei soci, fondamentali nel poter espletare servizi di gestione delicati come quelli del settore sanitario e socio-educativo. “Una struttura organizzativa, anche se moderna e di livello, non potrebbe bastare se non ci fosse una rete di operatori specializzati che quotidianamente, anche fuori regione, si spende per stare accanto a minori, anziani e diversamente abili bisognosi di cura e vicinanza. Sono queste le nostre linee guida” – ha poi proseguito il presidente.

Ai lavori di assemblea hanno partecipato anche Maurizio Alloggio, responsabile settori servizi LegaCoop Puglia, e Giorgio Mercuri, Presidente di Confcooperative Foggia. Quest’ultimo, intervenuto in chiusura di seduta, ha evidenziato la dimensione assunta dalla San Giovanni di Dio nel mondo della cooperazione territoriale: “Non capita spesso di vedere un’assemblea così viva e partecipata, ma non potrebbe essere altrimenti per una cooperativa che non esito a definire di esempio e modello per l’intero sistema. E’ un momento – ha affermato Mercuri- nel quale c’è bisogno di riscoprire i valori fondanti della cooperazione e di un clima nuovo che rimetta al centro le professionalità e le competenze associative. Questi sono i valori da rilanciare anche in un momento in cui la crisi ha messo a dura prova la collaborazione e la condivisione e nel territorio servono esempi come quelli della San Giovanni di Dio – la chiusura.



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!