Via alle adesioni al Pitch Event

“Innovatori e startupper, se avete un’idea presentatela al D.A.Re.”

Il D.A.Re. (Distretto agroalimentare regionale) protagonista del convegno “Nutrire la salute: prospettive, idee, mercati e opportunità”

Di:

Foggia. Innovatori e startupper, se avete un’idea presentatela al D.A.Re.: via alle adesioni al Pitch Event, il 15 giugno l’adunata a Bari. Il Distretto regionale agroalimentare organizza (insieme all’Università di Bari e al Distretto della meccanica) un evento molto importante all’interno del progetto “Nutrire la salute”. Chiamate a raccolta le start up che operano nel settore della nutraceutica, l’invito è rivolto a chi (non avendo ancora costituito un’impresa) intende presentare la sua idea e la sua competenza a una commissione di esperti: il D.A.Re. metterà gli innovatori in contatto con gli stakeholder del settore.

Il D.A.Re. (Distretto agroalimentare regionale) protagonista del convegno “Nutrire la salute: prospettive, idee, mercati e opportunità”, in programma giovedì 15 giugno 2017 presso il Salone degli affreschi di Palazzo Ateneo presso l’Università Aldo Moro di Bari. Dalle 16,00 in poi, il D.A.Re. coordinerà Pitch Event / Storie di innovazione: Raccontaci la tua idea o la tua storia. L’idea è mettere insieme, e accompagnare al dialogo costruttivo, start up innovative che operano soprattutto nel settore della nutraceutica, quindi stabilire una connessione tra persone e professionisti che non hanno ancora costituito una impresa pur disponendo di una precisa idea di prodotto e diffusione settoriale. Ed ancora, Pitch Event offrirà una voce e una vetrina professionale a chi ha una storia da raccontare (sebbene relativa ad un’esperienza maturata presso un ente di ricerca e/o impresa, sempre del settore della nutraceutica).

«Tutte queste persone – dichiara il direttore del D.A.Re. dott. Antonio Pepe – sono invitate a partecipare al Pitch Event in qualità di innovatori, quindi ad illustrare la loro idea di innovazione e di interpretazione delle nuove imprese del terzo millennio». Una commissione, composta da rappresentanti del Distretto agroalimentare regionale, del Distretto produttivo della meccanica, dell’Università Aldo Moro di Bari e di ARTI Puglia, selezionerà le proposte più innovative al fine di ricomporle e presentarle a un panel di esperti del mondo bancario, del crowdfunding e della Regione Puglia: l’obiettivo è quello di riuscire a ottenere il punto di vista dei potenziali finanziatori, ovvero acquisire suggerimenti efficaci per raggiungere il mercato. Una consulenza specialistica che, in assenza del prezioso ruolo di mediazione e confronto scientifico del D.A.Re., sostanzialmente non si sarebbe verificata.

«Con questo progetto noi assolviamo completamente e pienamente alla nostra mission – aggiunge il presidente del D.A.Re., prof. Milena Sinigaglia – che resta quella di mettere in relazione tra loro mondi che, altrimenti, farebbero fatica a parlarsi, come quello dell’accademia e quello dell’innovazione tecnologia con quello della finanza, pubblica o privata che sia.

Questa idea di raccogliere idee, scusate il giorno di parole, ci mette nelle condizioni di fare a nostra volta una specie di screening sullo stato delle proposte che circolano in Puglia, e quindi di portare ai nostri stakeholder un ventaglio concreto di progetti per cui attivare un adeguato servizio di accompagnamento». L’iniziativa è stata organizzata nell’ambito del progetto Perform tech – Puglia Emerging food technology FESR Puglia 2007-2013 Cluster tecnologici regionali per l’innovazione – cod. LPU9P2. I soggetti interessati devono far pervenire la loro domanda secondo le modalità indicate nel bando consultabile e scaricabile al seguente indirizzo: http://www.darepuglia.it/it/?p=4632&lang=it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi